Toro: sfatato il tabù Tardini, ma onore a questo Parma

Toro: sfatato il tabù Tardini, ma onore a questo Parma

DIAMO I NUMERI / Dopo l’impresa sfiorata con lo Zenit, tornano i tre punti in campionato. Basha 17° marcatore stagionale

Dimenticato lo Zenit ed il sogno accarezzato di proseguire la favola europea, a Parma al Torino interessava una cosa sola: i tre punti. E, nonostante una prova non degna di nota, contro una squadra e un ambiente nel caos più totale, i granata hanno raccolto quanto desiderato, tornando a fare punti dopo due sconfitte di fila.

TABU SFATATO – Quella che sulla carta era una partita più che abbordabile, presentava però delle insidie: c’era da capire quale sarebbe stata la forma – fisica e mentale – del Torino dopo l’uscita dall’Europa League e gli innumerevoli impegni degli ultimi due mesi. Inoltre, con il Parma la tradizione non è mai stata delle migliori, soprattutto al Tardini: lì, prima di ieri, i granata avevano vinto una sola volta in 13 confronti di campionato, perdendo tutti gli ultimi cinque.

ONORE AI DUCALI – Ed infatti, non è stata facile come si poteva presumere. Al Parma, società ormai dichiarata fallita e a cui manca praticamente tutto pure per potersi allenare, non è mancato però l’orgoglio: i ducali hanno provato in tutti i modi a far male ai granata, nonostante la rosa decimata (da squalifiche, infortuni e fughe di massa), nonostante il repentino svantaggio, nonostante l’inferiorità numerica, nonostante la situazione di classifica ormai irrecuperabile. I gialloblu hanno provato il tiro più volte dei granata (16 contro 15), sebbene abbiano centrato la porta una sola volta. Contro di loro ci si è messa pure la sfortuna, con il palo che ha negato il gol a Belfodil, a secco da ormai quasi 2000 minuti di gioco.

ECCO BASHA! – Complice l’espulsione di Lucarelli, il Toro è riuscito però a gestire il vantaggio ottenuto con Maxi Lopez, che ha ritrovato il gol in campionato dopo la rete segnata all’esordio in granata. Il possesso palla del Torino ha sfiorato il 60%, facendo registrare la quinta più alta percentuale per i piemontesi in questa stagione. Ventura ha potuto gestire al meglio la rosa, facendo rifiatare chi è stato impiegato di più in questi mesi intensi, e dando spazio a chi invece – complici gli infortuni – ha visto di meno il campo. E così si sono rivisti anche Alvaro Gonzalez e Migjen Basha, con quest’ultimo capace di segnare (alla terza presenza stagionale) la rete del definitivo 2-0. Basha diventa così il 17° giocatore del Toro ad andare in gol in questa stagione, tra campionato e coppe, segno che non ci sono solo Quagliarella e Glik a metterla dentro. È stata questa la sua seconda marcatura in Serie A: la prima era arrivata nel 2012, sempre contro il Parma. Un segno del destino.

(I dati utilizzati in questo articolo sono forniti da Opta)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy