Chi crede alla favoletta che CR7 faccia bene al calcio italiano?

Chi crede alla favoletta che CR7 faccia bene al calcio italiano?

Il Granata della Porta Accanto / La rubrica di Alessandro Costantino: “Comprato a prezzo di saldo, azzera la competitività della serie A: accolto come la manna dal cielo, porterà benefici solo ad una squadra e a se stesso”

di Alessandro Costantino

Resta un mistero, almeno per me, come sia possibile che l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus sia diventato un evento colmo di giubilo e grande gioia per tutto il calcio italiano. La mossa che ha messo una pietra tombale sulle poche e residue speranze di un aumento della competitività del nostro campionato, ormai azzerata dall’arrivo di un giocatore che, almeno sul piano nazionale, dovrebbe garantire la continuità della supremazia bianconera, invece che con mestizia e preoccupazione è stata accolta come la piena rivincita del calcio italiano su quello degli altri paesi europei dominanti (Inghilterra, Spagna e Germania). Contenti loro…

La verità è che nessuno, se non la Juve, si gioverà dell’arrivo di CR7. Chi parla di calcio italiano più attrattivo all’estero grazie alla presenza del fenomeno portoghese dovrebbe tenere a mente quanto è accaduto nel calcio francese con l’arrivo di Neymar al PSG: campionato senza alcun interesse di classifica, partite con zero appeal e nessun effetto volano per gli altri club di Ligue 1. Il PSG ha passeggiato per tutta la stagione, le altre squadre di vertice (ben distanti) hanno banchettato con i miseri avanzi e i migliori talenti del campionato francese, se non giocano nel club parigino, non vedono l’ora di emigrare in Inghilterra. D’altronde anche Pelé verso fine carriera andò ai New York Cosmos e non mi risulta che il campionato americano ebbe chissà quale svolta…

Il concetto è che in Italia dopo anni di emorragia di campioni e talenti sembra quasi un successo l’aver attirato Cristiano Ronaldo. Ci si dimentica però che il portoghese ha 33 anni e, sebbene tratti il suo corpo di atleta come un santuario, la parabola della sua carriera non può che essere definita in fase discendente. Il che non significa che di colpo si trasformerà in un Paloschi qualunque, ma che il suo peso in termini di incisività sui risultati del club per cui gioca è destinato a diminuire inesorabilmente. Il suo stipendio, invece, manterrà ottime performance gravando non poco sulle casse di chi gli farà un bonifico al mese per i prossimi 48 mesi. Un affarone per il buon Cristiano che si ritroverà a 38 anni a guadagnare più di Mbappe, ad esempio, vero astro nascente del calcio mondiale. Il problema è che se compri Belotti, Higuain o Harry Kane compri un centravanti, se compri Cristiano Ronaldo compri un’azienda che fattura più del Torino Fc (plusvalenze escluse). E per comprare un’azienda grossa devi avere alle spalle una finanziaria (tipo Exor) o un’azienda ancora più grossa (tipo FCA). Chi sosterrà che CR7 sarà un vanto per il calcio italiano sarà come chi sostiene che la Ferrari di seconda o terza mano dell’imprenditore locale da’ lustro al paesino dove il soggetto in questione sfreccia alla domenica per pavoneggiarsi coi suoi compaesani.

La cruda realtà, quella che va nascosta sotto il tappeto come la polvere, è che Ronaldo è arrivato alla Juve solo perché e’ stato venduto a “prezzo di saldo” (il 90% in meno della sua clausola) e non c’erano altri concorrenti che potessero sfidare il club bianconero per accaparrarselo (per Inghilterra, Spagna e Francia la clausola da 1 miliardo era validissima). Piace vincere facile, diceva uno spot di non molto tempo fa…

E vincere facile sarà il “rischio” che la Juve correrà anche quest’anno in campionato (a proposito chissà quanti derby vinceremo nell’immediato futuro…). Alla faccia di chi ci racconta la favoletta che l’arrivo di Ronaldo è un bene per l’intera serie A! Infatti c’è la coda di campioni che non vedono l’ora di farsi comprare da Roma, Napoli e Inter per venire in Italia a sfidare il grande Cristiano. Gli stessi che facevano carte false per andare al Monaco o all’OM in Francia a sfidare Neymar o al Dortmund o al Leverkusen in Germania per sfidare le stelle del Bayern Monaco. La realtà ci dice chiaramente che i campionati più belli ed attrattivi sono quelli, sì, dove girano tanti soldi, ma anche dove c’è una certa competitività ed un certo equilibrio (Spagna ed Inghilterra).

E per chi ancora avesse le fette di prosciutto davanti agli occhi vi svelerò un ulteriore “segreto”: a certe squadre che la serie A sia o torni ad essere un campionato di livello altissimo frega poco o niente. L’obbiettivo, neanche troppo nascosto, di queste squadre è il campionato europeo per club in stile NBA, l’eldorado dei top club, la grande torta da dividere fra pochissimi eletti. Cioè la fine del calcio per come lo abbiamo sempre amato noi tifosi.

Benvenuto Cristiano: sarai tu il Caronte che ci traghetterà verso tutto questo?


Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

63 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 6 giorni fa

    Con Ronaldo alla juve il grado di incertezza sulla carta del campionato di serie A rasenta lo zero. Si legge anche da altri siti che Ronaldo è stato offerto come un pacco postale dal suo procuratore Mendes al Napoli e che De Laurentis, dopo averci fatto un pensierino, ha accantonato l’idea, visti gli alti costi. Sarà il campo a dimostrare chi aveva ragione o torto. Ma se la juve perde lo scudetto e vince quella che è la sua ossessione profonda, la Champions, diranno che la scelta è stata indovinata e anno raggiunto quello che volevano comunque. Solo in caso di doppia sconfitta la delusione per loro sarebbe enorme. Se poi Buffon dovesse parare pure un rigore al fenomeno in un eventuale quarto di finale verrebbe loro un complesso di inferiorità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata - 7 giorni fa

    Leggo commenti interessanti ed altri un po’ azzardati o fantasiosi. Chi fa il moralista non si rende conto che i soldi spesi per Ronaldo sono meno di una goccia nel mare di un’ economia come quella dell’ Italia e non avrebbero certo risolto praticamente nessun problema se spesi diversamente. Tanto per dare un termine di paragone, pensiamo a che cosa sono 250-300 milioni di euro rispetto ai 2.327,4 miliardi di debito pubblico italiano, cresciuto in soli sei mesi di altri 41 miliardi. Dire certe cose serve solo per gettare fumo negli occhi. Un po’ come fa l’ attuale governo che in stile venezuelano se la prende con le cosiddette pensioni doro da 4 mila euro in sù, pensando di raccattare risorse per il reddito di cittadinanza, quando a conti fatti si ricaverebbero 100-150 milioni di euro contro una necessitatà di parecchie decine di miliardi di euro.
    La verità è che, come ha già scritto qualche amico granata, in questa operazione è emerso l’ abisso di differenza fra le capacità professionali della Juventus e quelle del Toro. Noi ci incapponiamo per oltre un mese in due trattative inutili, perse in partenza (Bruno Peres e Verissimo), loro fanno un blitz e prendono il miglior giocatore di calcio del mondo. Non è tanto questione di soldi, quanto di programmazione, staff preparati a muoversi in un mercato calcistico globale. E’ possibile che il nostro mercato sia stato paralizzato a lungo (perchè così è stato) quando bastava verificare prioritariamente la volontà del giocatore o la complessità della situazione? Quello che è più stupefacente è che il proprietatio del club, nei suoi affari abile e oculato, accetti di farsi prendere per il naso da mediocri dirigenti del suo club calcistico. Perchè la cosa va avanti ormai da anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hagakure - 6 giorni fa

      Eh si, chi ragiona come te, evidentemente, non conosce (o peggio, fa finta di non conoscere) la realtà occupazionale giovanile e over 40/50/60 del nostro paese e il rapporto popolazione/nuovi poveri, il quale si incrementa in misura percentuale ben più sostenuta rispetto a quella riferita al debito pubblico.

      Ma per te, 250/300 milioni sono bruscolini e se, anzichè spesi per un fenomeno da baraccone peraltro già gonfio di quattrini, fossero stati destinati a un fondo per l’imprenditoriali giovanile o per le agevolazioni fiscali/contributive per chi assume disoccupati, tanto per fare degli esempi concreti, resterebbero sempre “una goccia nel mare”…!!! Complimenti…!!!

      E poi, con il ragionamento successivo, fatto sull’attuale governo in carica, traspare chiaramente in te la tipica ideologia tanto cara al contaballe fiorentino e ai suoi “compagni di merende”, grandi artefici del nulla cosmico e della ulteriore distruzione del tessuto/economico/finanziario e sociale del nostro Paese (e meno male che non sono riusciti a distruggere anche la Costituzione Italiana).

      P.S.: l’attuale Governo non dovrebbe solo limitarsi al taglio dei vitalizi e delle pensioni d’oro, ma dovrebbe andare oltre, vale a dire applicando alla lettera la riforma Fornero quando parla del passaggio dal retributivo al contibutivo: quindi un bel ricalcolo immediato di tutte le pensioni italiane con il sistema contributivo, in vigore e a regime a far data da gennaio 2019, di modo che l’assegno pensionistico reale corrisponda esattamente a quanto versato in termini di contribuzione nel corso della vita lavorativa. Così, finalmente, i milioni di statali (e non solo) che hanno lasciato il lavoro e sono andati in pensione con la contribuzione minima, ma ai quali è stato riconsciuto come assegno pensionistico mensile l’80% dell’ultimo stipendio attribuito (sistema retributivo), percepirebbero l’assegno mensile esattamente sulla base di quanto versato.

      Hai idea di quante decine di miliardi di euro si ricaverebbero da questa operazione legale a tutti gli effetti…???

      E non mi venire a raccontare che si tratta di “diritti acquisiti” e dunque intoccabili, perchè percepire una pensione retributiva, senza corrispondenza reale dei contributi versati, è solo e soltanto una “truffa legalizzata”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dukow79 - 1 settimana fa

    “Se compri Cristiano Ronaldo compri un’azienda che fattura più del Torino Fc (plusvalenze escluse). ” Ma lol…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. steacs - 1 settimana fa

    Il nostro Caronte si chiama Cairo = Caironte

    Grazie a lui abbiamo perso la speranza di lottare per qualcosa, siamo delle comparse e visto che era in saldo ed era come vincere facile perché non l’ha preso il Toro?
    Solo con il merchandising se lo ripagano abbondantemente, qua tutti esperti contabili solo con i bilanci di Cairese poi non si esamina veramente quello che è il ritorno di marketing dell’acquisto di CR7.

    La veritá é che la Juventus é una azienda “seria” che pianifica le cose, noi viviamo alla giornata della plusvalenza di turno.

    Questo mercato granata é di uno squallore totale fino adesso e parlano di “colpi”… per fortuna il campo parlerá… e non mi aspetto niente di meglio dell’anno scorso… anzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13814870 - 1 settimana fa

    Fa bene solo a chi ce l’ha. già immagino i programmi televisivi …giornali giornaletti ..giornalisti..parleranno solo di lui e loro . pagine su pagine..e in tv forse a fine trasmissioni molto velocemente parleranno di noi e degli altri…io spegnero’..e non comprerò giornali …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Hagakure - 1 settimana fa

    Un Paese a pezzi, un’economia da terzo mondo, giovani e meno giovani con tanto famiglia, costretti ad emigrare per trovare un lavoro, tasse e contributi da pagare inverosimili, e l’elenco non finisce qui.

    Indipendentemente dalla squadra, costui è uno sfregio, uno schiaffo, un pugno nello stomaco per la miseria e la povertà, con il suo costo e il suo ingaggio. E’ un essere umano qualsiasi ma viene trattato come un Re con tutti i suoi “capricci” esauditi: sembra di tornare ai tempi che precedettero la rivoluzione francese con il Re tutta sua “Cortigianeria al seguito”.

    E’ l’ennesima prova della stupidità degli itaglioti che vivono di “panem et circenses” e che sono talmente strumentalizzati a livello cerebrale che riescono a pensare a costui come “lustro” al calcio italiano e come “motivatore” di un maggior indotto occupazionale, economico e finanziario.

    Un Paese Civile non avebbe mai permesso un simile insulto ma, dopo più di 70 anni di “falsa pace sociale” una bella guerra mondiale che decimasse i 2/3 della popolazione, spegnendo ogni velleità e ogni ingiustizia e consentendo a chi resta di ricominciare da capo, sarebbe una soluzione accettabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 1 settimana fa

      Corretto ma non è che prima di CR7 non era giá cosí… l’Italia come il Toro vanno verso il baratro da tempo, facendo finta di niente… il risveglio sará doloroso…

      Chi ti scrive vive in Spagna, ho smesso da tempo di lottare contro i mulini a vento italiani.

      ¡Suerte!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hagakure - 1 settimana fa

        La strada è segnata e la guerra commerciale voluta da Trumo non è che il preludio alla prossima catastrofe mondiale.

        Il Torino Calcio ha esalato il suo ultimo respiro in data 17/11/2005 e chi crede, oggi, (anche in buona fede, per carità) che quella Società, quella Squadra, quella Dirigenza esistano ancora è solo un povero speranzoso e illuso.

        Lo sanno anche i sassi che Urbano Cairo ha acquistato quel che restava del vecchio Torino Calcio solo ed esclusivamente per i suoi fini ed obiettivi imprenditoriali, i quali sono stati realizzati nel corso di questi 14 anni grazie anche alla compiacenza della parte avversa ed in particolare della Famiglia Agnelli.

        Non saprei dire se si sia trattato di accordo scritto o semplicemente verbale, tuttavia è evidente che costui non sarebbe mai diventato proprietario del primo Gruppo Editoriale italiano, senza un previo accordo con i due ex soci di maggioramza, vale a dire Mediobanca e FCA S.p.A.

        Dunque questa sua squadra con “appiccicati” i vecchi Colori Granata è solo una delle sue tante aziende del Gruppo, con il compito indispensabile di generare redditività e profitti, acquistando a poco il “materiale umano necessario” per poi rivendendolo al doppio, triplo, quadruplo, generando plusvalenze e liquidità di cassa.

        Se così non fosse questa società sarebbe già stata venduta o chiusa e non lo sarà sino a che genererà redditività e profitti al suo proprietario.

        Al momento non vi è alcuna necessità e/o fretta di venderla, nè tantomeno di lanciare un’offerta di vendita della medesima sul mercato, perchè è da pazzi vendere una società sana, in utile, non indebitata, con i bilanci a posto e con un’immagine ancora gloriosa e piena di storia.

        Ed i parametri calcistco/finanziari che questa società ha raggiunto stabilmente la indicano anche, dalla Lega, come esempio di gestione oculata e profittevole.

        I risultati/obiettivi sportivi passano in second’ordine e se dovessero per caso arrivare (ne dubito parecchio, vista anche la necessità del suo proprietario di ridurre e coprire completamente i costi con i diritti televisivi assegnati ogni anno, gli incassi al botteghino, gli sponsor e massimizzare i profitti) sarebbero incrementerebbero immagini e profittabilità della società e del suo proprietario.

        Gli affari sono affari e tutto il resto è solo “rumore di fondo”.

        Forse soltanto una presa di posizione decisa e congiunta da parte di tutta la Tifoseria potrebbe in qualche modo, far cambiare qualcosa, ma il segnale dev’essere forte e chiaro.

        In tutti gli altri casi non esiste speranza alcuna.

        ¡Suerte!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. inolit_467 - 1 settimana fa

    Articolo con due inesattezze
    1) “tenere a mente quanto è accaduto nel calcio francese con l’arrivo di Neymar al PSG: campionato senza alcun interesse di classifica” Affermazione ridicola, anche senza Neymar aveva Stravinto 4 degli ultimi 5 campionati.
    2) “La realtà ci dice chiaramente che i campionati più belli ed attrattivi sono quelli, sì, dove girano tanti soldi, ma anche dove c’è una certa competitività ed un certo equilibrio (Spagna ed Inghilterra)”??????? Tolta la favola leicester campionato che dal 93 ha visto vincente 13 volte manchester United 5 Chelsea 3 Arsenal 3 city
    IN spagna 13 Barca 8 Madrid 2 atletico 2 valencia 1 deportivo
    Stesso periodo in italia 12 Gobbi 5 Inter 6 Milan 1 Lazio 1 Roma
    QUINDI??? non mi sembrano molto equilibrati o molto differenti dal nostro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 settimana fa

      Però guardati gli ultimi dieci anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. inolit_127 - 6 giorni fa

        Ho guardato: liga 7 barca 2 madrid 1 atletico italia 7 gobbi 2 inter 1 milan. Identici! 3 city 3 united 3 chelsea 1 leicester ok sono ripartiti meglio ma sono sempre solo 3 squadre che si dividono la vittoria. Leicester evento piu unico che raro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 1 settimana fa

      In Inghilterra ogni anno almeno 5 o 6 squadre partono per vincere da sempre.

      Qui da 7 anni parte solo una per vincere e a turno un’altra a turno prova a far finta di poterla impensierire.

      Questo con CR7 non c’entra nulla, il problema non è la juve troppo forte, in Europa infatti non vince, sono le altre che sono troppo scarse…. e tolte le prime 3 o 4 c’é il nulla… dove noi non riusciamo nemmeno ad emergere, questo è drammatico, significa che tra noi e la gobba ci sono la metá dei punti… ed infatti cosí é…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Colbacco_60 - 1 settimana fa

    dove c’è una certa competitività ed un certo equilibrio (Spagna ed Inghilterra)???
    Il Barcellona ha vinto il campionato con 14 punti sulla seconda e 17 sul Real Madrid; il Manchester City con 19 sulla seconda e 23 sulla terza. Condivido parte dell’articolo, ma la competitività l’anno scorso si è vista solo in Italia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ale_gran79 - 1 settimana fa

    Finalmente leggo un articolo sensato sull’argomento. Fino ad oggi avevo solo letto e sentito gran leccate di fondoschiena ad un personaggio che rischia di segnare una frattura definitiva e insanabile, a livello economico, nella Serie A. Non ultimi, alla carovana si sono uniti pure i dirigenti granata… Cosa abbastanza preoccupante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. modigliani - 1 settimana fa

    La tragedia é che se facessero la superlega le merde allestirebbero una squadra B per giocare anche nel campionato italiano….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Maroso - 1 settimana fa

    Non entro nel merito del lustro al calcio italiano, vedremo. Però dissento sull’ articolo per quanto riguarda la presunta invincibilità della squadra di Venaria. Il Portogallo è stato eliminato dai mondiali nonostante Ronaldo. Mazzarri saprà come farlo marcare. In ogni caso le partite iniziano sempre 0 – 0. Poi Belotti può segnare, come già accadde. Dunque FVCG, non aver paura dei Gobbi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Junior - 1 settimana fa

    Un articolo che non mi trova per nulla d’accordo. CR7, sebbene ai gobbi, porterà grandissimo lustro al nostro calcio. Tutti lo andranno e vedere, se lo merita. Finalmente qualcuno che alza l’asticella del nostro cacio mediocre. Era dagli anni 80-90 dai tempi di junior, falcao. Zico e Platini che non si vedevano campioni del genere. È coi gobbi, beh chissenefrega. Ma abbiamo la fortuna di vedere un esempio di fisicità e tecnica. Il resto sono solo invidia e gelosia. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mauri - 1 settimana fa

      Non e’ la stessa cosa. Una volta i campioni li avevano molte squadre italiane, adesso le merde hanno il monopolio: Solo loro possono permetterseli. Certo questo portera’ qualche soldo in piu’ anche agli altri, ma sono briciole. La verita’ e’ che con l’arrivo di Ronaldo si toglie ulteriore interesse al campionato. Se un giocatore costa di piu’ della somma di tutti gli altri movomenti di calciomercato e quando scende in campo vale da solo piu’di tutta la squadra avversaria… fatemi capire cosa c’e’ da essere contenti. E’ la fine del calcio, e’ come una gara dove il piu’forte ha una ferrari e il piu’ debole un monopattino.. ti piace guardare una gara cosi? Credo di no, ma sappi che il campionato e’ uguale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Junior - 1 settimana fa

        una volta avevamo tanti campioni perche’ le squadre italiane preferivano indebitarsi fino al collo e difatti abbiamo visto che fine hanno fatto diversi presidenti o addirittura societa’. io sono contento sia arrivato, appena posso lo andro’ a vedere. le altre squadre, compresa la nostra, si organizzassero meglio, Cairo andasse a cercare un finanziatore e faccia arrivare gente forte. non dobbiamo sminuire gli altri ma migliorare noi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 1 settimana fa

          La penso come te, il problema non è la juve che prende un campione, sono le altre che non lo prendono….

          Questo porta alla mancanza di competitività che rende il campionato giá scritto e noioso, una formula 1 giocata negli stadi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mauri - 1 settimana fa

            Vabe’ contenti voi di cosa e’ diventato il calcio.. Gidetevi Cristiano

            Mi piace Non mi piace
          2. Mauri - 1 settimana fa

            Il calcio per come e’ organizzato produrra’ sempre maggior disparita’ fra ricchi e poveri. E la colpa sarebbe dei poveri? Il vostro ragionamento giustifica tutto lo schifo del calcio attuale e della societa’ in generale. Meno male che la Juve vi viene incontro per fornirvi spettacolo. Io fossi in voi farei l’abbonamento da loro…Pensa te come siamo ridotti.

            Mi piace Non mi piace
  13. Spygor - 1 settimana fa

    Quello che mi fa più schifo è la gente che scrive sui giornali a libro paga della famiglia più merdosa d’Italia che ormai ha monopolizzato da tempo i mass media.Articoli di pseudo giornalisti che si definiscono sportivi e che leccano il culo ai potenti,perchè stando dalla parte dei più forti,qualcosa ti ritorna sempre…Cifre da capogiro,per riuscire a d’arrivare a vincere la Champions League,che dal 1996,non riescono(pochi aiuti in Europa)a vincere…Ronaldo è un operazione finanziaria,per la borsa,niente di più…Non sono certo io a scoprire l’acqua calda ribadendo che il giocatore porta soldi nelle casse dei Gobbi…Certo come abbiamo letto questi giorni ci sarebbe un discorso morale da fare,perchè il presidente della società Bianconera,dovrebbe spiegare alcune cose a un sacco di gente.Perchè i milioni li trovano per fare operazioni che arricchiscono solo loro,ma investire per le persone che non hanno un lavoro oggi,manco per il cazzo.Mi domando come faccia ancora con quella faccia da culo a parlare in pubblico…Sempre orgoglioso della sua società più inguaiata d’Italia,tra processi,scudetti tolti e gente radiata,può davvero farsi vanto in un paese dove sembra sempre più portare in alto i fenomeni che delinquono piuttosto che dare merito a chi le cose le guadagna con il sudore e la passione.Si tengano pure Ronaldo,vendano il marchio e incassino soldi,che è la cosa che conta di più per sta gente…Un giorno si faranno un campionato del mondo dove ci sono solo loro a giocare,per se stessi,almeno potranno dire siamo i più forti d’Europa!Io amo il calcio e tifo Toro,sta spazzatura,mi fa vomitare…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Toser - 1 settimana fa

    Forse dimentichi cancelo emre can e forse uno tra pogba e milinkovic…. sta testata sta diventato lninvidia fatta in persona mi vergogno . Andatevi voi a vedere de silvestri e nonno moretti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13891419 - 1 settimana fa

    in parole diverse.. ma più o meno abbiamo detto la stessa cosa..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Giansiro - 1 settimana fa

    Articolo bellissimo, ben scritto. Disamina lucida e profonda. Però io sono sicuro che il presupposto che tutti sono felici sia falso. I giornalisti da un certo livello in su sono tutti succubi e compiacenti dei poteri forti e fungono più da propaganda che da informazione. Questo non da ieri.
    Io sono convinto che solo i tifosi gobbi pensino di aver fatto l’elemosina al campionato che sopravvive solo grazie a loro. Pensiero profondamente gobbo! Questi imbonitori iscritti all’albo cercano di convincere coloro che non seguono il calcio, gli unici che potrebbero credergli, e s’inchinano a baciare la mano al padrone.
    L’affair CR7 rende ancora più evidente la pochezza ossequiosa dei giornalisti italiani che se provano a dire la verità si rovinano la carriera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13891419 - 1 settimana fa

    Prima cosa importantissima: i media hanno tutto l’interesse a raccontare la favoletta del gran colpo per il calcio italiano.. ovvio che se sostenessero il contrario magari un po di gente si renderebbe conto dello schifo e comincerebbe a non seguire più.. esempio sono i mondiali che vengono presentati in uno spot come i “più bei mondiali di sempre”.. in italia senza l’italia ?? mah.. ovvio che stanno cercando di rendere appetibile un prodotto..
    detto questo è il sistema che è marcio: l’altra mattina la radio più famosa di italia diceva che il discorso della cassaintegrazione degli operai fiat non c’entra nulla. Non c’entra nulla? La gobba è un’azienda del gruppo Fca che spende 340 milioni x un giocatore e tiene gli operai in cassa alle spese dello stato.. se la radio dicesse queste cose ci sarebbe la rivoluzione, altro che non c’entra.. invece nessuno dice niente, il governo tace, la Figc tace.. tutti taciono x mantenere acceso il business e per tenere buono il popolino.. è un marciume ormai, altro che intossicarsi x Niang che non corre o per Cairo che ci vuole comprare Troppo Vero (chi e??).. mah, credo che prima o poi tutti i nodi verranno al pettine e la gobba sarà la prima a pagare.. ma speriamo che poi non sia troppo tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. tric - 1 settimana fa

    Articolo perfetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. fabio.tesei6_412 - 1 settimana fa

    Ma secondo voi questi vendono Ronaldo a pochi spicci? Secondo me l’altra metà glie l’anno già data in nero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Poliboomboom - 1 settimana fa

    Bah…articolo non completo…il fatto che Ronaldo porti al calcio italiano più visibilità e quindi più sponsor, diritti TV ecc è un dato di fatto…e questi soldi, se ben utilizzati, si trasformeranno in maggiore potere d’acquisto per le società che torneranno a competere per comprare i migliori giocatori del mondo. Che poi, in questa fase, aumenti il divario tra gli strisciati ed il resto delle squadre è un altro dato di fatto, ma se vuoi tornare ad essere un campionato attrattivo da qualche parte devi partire (Ronaldo) e qualcuno lo deve fare (la squadra di Venaria).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giansiro - 1 settimana fa

      E’ dai tempi di Pelè, quello dei mille gol, che provano a far decollare il campionato usa immettendo vecchi campioni, secondo te ha funzionato?
      Non credere di chi parla in favore del proprio padrone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Poliboomboom - 1 settimana fa

        Per carità, può sicuramente essere, ma le due cose dal mio punto di vista non sono confrontabili perché parliamo di epoche diverse, dove allora il calcio era uno sport mentre oggi è un business, e perché il calcio in USA aveva “davanti” altri 3 sport nazionali difficilmente superabili, mentre noi al di fuori del calcio abbiamo ben poco (inteso come numero di appassionati). Io non dico assolutamente che la Juve lo fa per aiutare il calcio italiano, credo però che di riflesso il movimento potrebbe averne un beneficio.Saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. user-13719128 - 1 settimana fa

    Magari facessero una superlega. Ma penso che dopo un anno si accorgeranno di quanto sono SPORCHI E LADRI e li rimanderanno a giocare in Italia, dove possono rubare indisturbati e riveriti! RIZ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. drino-san - 1 settimana fa

    Non capisco perché gli esempi per il calcio italiano debbano essere la liga o la ligue 1. In Inghilterra distribuiscono i ricavi in maniera più equa così il campionato é interessante, vende di più ed attira investimenti. Invece da noi si continua a dare tutti i soldi ai gobbi, qualcosa alle “grandi” e agli altri briciole. L’anno prossimo i gobbi giocheranno con squadre il cui valore totale sarà inferiore a quello di un singolo giocatore loro. Che senso ha? Chi guarderebbe una partita del genere, a parte un gobbo di merda lobotomizzato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il "Se" di Kipling - 1 settimana fa

      quast’anno hanno cambiato i parametri, hai letto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il "Se" di Kipling - 1 settimana fa

        si ma “drino san” cosa metti i meno, ti ho solo detto che quest’anno hanno cambiato le regole in italia. ??????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. A.C. TORINO (Il TORO vero) - 1 settimana fa

          @drino san e’ un’attaccabrighe

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Maveg - 1 settimana fa

            Maestra aiuto, drinosan mi tira i capelli.

            Mi piace Non mi piace
        2. drino-san - 1 settimana fa

          Ma siete matti o cosa? io leggo dall’app, non ci sono neanche i voti…a parte che ero già a dormire…hanno cambiato ma “too little too late” purtroppo. Quanto all’amico che mi dà del facinoroso, non é che il gallo che canta ha fatto l’uovo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Maveg - 1 settimana fa

          Ma e’ possibile per tutti vedere chi vota o ci vogliono le credenziali di cairo editore?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. enricolai68@gmail.com - 1 settimana fa

    x me hanno preso e speso un botto che non gli tornerà affatto !!!
    1 età
    2 troppi fari puntati
    3 stanco dei mondiali
    4 marcature italiane differenti
    5 gonzalo era meglio
    6 marketing esplosivo adesso….Poi ?
    7 se non vincono la champions hanno strafallito !!!!
    8 quest’anno lo scudetto lo vince l’inter

    fanculo a tutti i merdosi cuginastri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 1 settimana fa

      Ronaldo non è stato preso per vincere la Champions. Facendo due conti stupidi Ronaldo costerà alla Juve circa 90 milioni l’anno ( 62 per l’ingaggio e altri 30per il cartellino). Adesso la Juve fatturerebbe, in caso di vittoria Champions, 50/60/70a esagerare 100 milioni in più, visto che vincere Champions vale 150 milioni su per giù, mentre arrivando ai quarti se ne prendono una cinquantina. Nessuno investirebbe 90 milioni per incassare 100 nel migliore dei casi. Chiaro quindi che il ritorno economico è nelle pubblicità diritti immagine ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. secondome - 1 settimana fa

        Guarda che i gobbi hanno acquisito SOLO i diritti alle prestazioni sportive.

        Se vogliono diritti d’immagine devono sganciare altri dindi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 1 settimana fa

          Hai notato che stanno vendendo una maglia ogni 40 secondi di CR7?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. ciaparatt - 1 settimana fa

    Cristiano Ronaldo ? Di cosa dobbiamo parlare un fenomeno …vedremo un campionato ancora piu’ mediocre …ma e’ quello che ci meritiamo … in fondo non ho ben capito quando giocava l’Italia in questo mondiale e mi sono perso tutte le partite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. geogranata1964 - 1 settimana fa

    juve MERDA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toser - 1 settimana fa

      Sappiamo solo dire questo per questo che ci siamo ridicolizzati in una squadra di falliti .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. geogranata1964 - 1 settimana fa

        no, so dire anche gobbi di MERDA ahahahah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. ebarberis197_141 - 1 settimana fa

    Stamattina discutevo in termini analoghi con un mio collega in ufficio. Da gobbo impenitente, sosteneva il beneficio dell’acquisto di CR7 per tutto il campionato italiano, ma non riusciva a controbattere alle mie obiezioni e alla fine rideva soddisfatto al pensiero di “ammazzare” il campionato e andare a disputare un torneo con le squadre “vere” come le ha definite lui.
    Solo introducendo limiti come il Salary Cap per tutti si potrebbe ripristinare un minimo di competitività ed equilibrio, ma temo che gli interessi di pochi (sudici a strisce) continueranno a prevalere a lungo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Bilancio - 1 settimana fa

    Breaking news:
    Mi e’ giunta una correzione all aggiornamento della ns situazione di bilancio:
    1,4 di Gomis non era mai stato aggiunto.
    QUINDI:
    34 in cassa + 1,4 gaston silva + 1,4 gomis -3,5 nkoulou – 8 izzo + 12 barreca – 10 meite – 5,8 bremer
    Totale 21,5

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 settimana fa

      Più i quindici che Cairo ha spostato alla Cairo communication durante le stagioni in perdita di esercizio e recuperati con tasse non pagate dalla controllante. I soldi del Toro sono almeno ancora 35.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 1 settimana fa

        Si il bilancio e’ consolidato come dici tu.
        A parer mio, se il gruppo era in perdita l imponibile del toro in attivo veniva bilanciato dalla perdita permettendo al toro di non pagare tasse. E viceversa.
        Quello che non mi spiego e’ COME SIA POSSIBILE CHE AD OGNI CALCIOMERCATO RIPARTIAMO SEMPRE DA ZERO. NON CONSIDERANDO IL PATRIMONIO IN CASSA ACCUMULATO ANNO PER ANNO??
        Per esempio, ora passa l idea che bisogna si sfoltire ma anche vendere per fare altra cassa da poter essere reinvestita….MA CI SONO ALTRI 21,5 in CASSA!!!!
        In + ci sono sempre (LO RIBADIAMO ALLA NOIA) 60/62 milioni in diritti tv per la normale gestione.
        TENIAMO IL CONTO COSI DA NON DIMENTICARE…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. inolit_374 - 1 settimana fa

          Niang pensi di non pagarlo??? visto che sei cosi forte con i bilanci

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. inolit_423 - 1 settimana fa

          Il pagamento di Niang????

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. silviot64 - 1 settimana fa

    Io!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. prawn - 1 settimana fa

    Bastaaaaaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. AppianoGranata - 1 settimana fa

    Articolo sconclusionato. CR7 fa bene alla serie A e all’Italia per definizione. Chi non lo capisce o è invidioso o è l’avanzo di una generazione morta e defunta. Attenzione però: il vero numero 1 degli strisciati era Buffon. A parer mio la gobba di oggi è più debole di quella dell’anno scorso. Quanto ai derby… staremo a vedere. Juve merda, sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ebarberis197_57 - 1 settimana fa

      …ad Appiano le strisce azzurre si scoloriscono e diventano bianche?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. user-13685686 - 1 settimana fa

    Ottimo articolo complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. BeuoGranata03 - 1 settimana fa

    Per fortuna che sei ottimista! Hahahahaha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. user-13746076 - 1 settimana fa

    Applausi per l’articolo. E aggiungo… Si facciano pure la super lega, vuol dire che giocheremo un campionato magari più povero. Ma sarà sicuramente più equilibrato, avvincente, ruspante magari ma certamente più genuino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciaparatt - 1 settimana fa

      Arriveremo anche in questo caso 9 o 10 o giu di li ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy