Il Toro senza fantasia che spegne ogni fantasia

Il Toro senza fantasia che spegne ogni fantasia

Il Granata della Porta Accanto / L’eliminazione dalla Coppa Italia ha decretato ciò che tutti avevamo intuito: il calcio pragmatico di Mazzarri è generalmente efficace, ma carente di quel tocco di genio che può risolvere le partite

di Alessandro Costantino

Si vince, si perde, si pareggia. Questo è il calcio, questa è la vita. Spesso, però, a dispetto del comune detto del mondo del pallone “il risultato è tutto”, è proprio ciò che c’è dietro al risultato in sè ad essere molto più illuminante sullo stato dell’arte di una squadra. E allora una sconfitta del Torino con conseguente eliminazione dalla Coppa Italia contro la Fiorentina è fastidiosa e bruciante perchè avviene in casa e perchè estromette gli uomini di Mazzarri dal cammino nella coppa nazionale nella quale, a parole, sembravano volessero ben figurare, ma tutto sommato è anche accettabile per il valore dell’avversario e per gli errori individuali che ne sono stati la causa. Ciò che invece ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi è stato constatare crudamente due cose, per la verità già da tempo intuite: la squadra ha grossi limiti nella costruzione del gioco quando “deve fare la partita” giacchè è concepita più per rompere le trame avversarie e per subire il meno possibile piuttosto che per produrre una sua mole di gioco offensiva. Le squadre di Mazzarri, d’altronde si sapeva, tendono ad essere molto pragmatiche ad immagine e somiglianza del proprio allenatore, uomo granitico non molto incline a fronzoli e ricami.

Il che è un’ottima cosa perché permette al collettivo di avere un’identità precisa e ai giocatori di sapere sempre come muoversi in campo per reggere l’urto avversario senza perdere certezze e distanze, soprattutto quando si gioca contro squadre di livello superiore che tendono ad imporre il proprio gioco ed il proprio tasso tecnico. Come tutte le strategie, però, anche questa ha un rovescio della medaglia che comprensibilmente emerge maggiormente quando si affrontano formazioni di rango inferiore oppure quando si tratta di recuperare uno svantaggio durante il corso di una gara. Il secondo aspetto emerso contro i viola è la palese mancanza di giocatori di talento e fantasia che sappiano trovare la giocata giusta e siano anche bravi sui calci piazzati per “spaccare” la partita quando regna un equilibrio pressoché totale. E’ un discorso trito e ritrito, a più riprese accennato sin da quando è stato ceduto Ljajic che, guarda caso, era proprio quel tipo di giocatore che, in effetti, sia in molte partite dell’anno scorso che a Milano con l’Inter quest’anno, aveva dato l’idea di poter essere l’arma in più del Toro in situazioni critiche. Ora, siccome so che molti tifosi ce l’hanno con il trequartista serbo per la sua discontinuità, per il suo passato, per il suo carattere, per certi suoi atteggiamenti esecrabili dentro e fuori dal campo, non insisterò a dire che è lui che manca al Toro, ma non mi posso certo esimere dal dire che è proprio un giocatore con le sue caratteristiche tecniche che al momento manca come l’ossigeno a questa rosa.

Toro, quanti primi passi da fare

Ne trovassimo uno che fosse anche un bravo ragazzo e pure cuore Toro sarei la persona più felice del pianeta, ma siccome non è così semplice reperire questo profilo ad un costo accettabile per le casse del Torino, continuo a chiedermi perché si sia deciso di privarsi del migliore che potessimo avere.
Incompatibilità con il credo di Mazzarri? Possibile, certo, ma quale allenatore rinuncia ai piedi buoni se non ha alternative dello stesso livello? Incompatibilità con lo spogliatoio? Chissà… Mi sarebbe piaciuto essere una mosca per poterlo constatare con i miei occhi: magari non sarà stato il compagno più simpatico con cui andare a mangiare una pizza o fare due chiacchiere sotto la doccia, ma è così importante visto che sono tutti professionisti come amano sbandierare al momento di cambiare casacca e cercare un contratto migliore?

Chiedere l’Europa senza “sentirsi in colpa”

Quale futuro da qui a fine maggio si prospetta per Belotti e compagni, quindi? A mio parere, non penso che l’impostazione generale data da Mazzarri sia da cambiare in toto, perché i pro, seppur di poco, superano i contro, però è chiaro che l’allenatore toscano dovrà rivedere qualcosa se vuole raggiungere un posto in Europa League. Ha chiesto una rosa ristretta, ma gli infortuni e le squalifiche dell’ultimo periodo hanno dimostrato quanto sia rischioso nel calcio di oggi non avere almeno due alternative per ognuno degli 11 posti disponibili tra i titolari. Si gioca in 14 come ama ripetere, ma in realtà per raggiungere obiettivi di lungo termine si deve giocare in 20-22 come anche la gestione deficitaria in questo senso di Sarri al Napoli ha dimostrato nel recente passato. A Roma il Toro non avrà centrocampisti di ruolo in campo, eccezion fatta per Rincon: per una partita è un’emergenza grave ma tollerabile al netto di tutto. Diverso è però avere come ricorrente il rischio che ciò possa capitare nuovamente. Sul fantasista invece penso che Mazzarri debba fare un passo indietro e riconoscere che senza un elemento del genere non si possa andare oltre l’ottavo posto. Va bene essere aziendalisti e non voler forzare la mano di Cairo per nuovi acquisti, ma è talmente palese la carenza strutturale di questa rosa in relazione all’obiettivo voluto che non intervenire sul mercato sarebbe davvero grave, in considerazione anche del fatto che Parma, Sampdoria e altre dirette concorrenti nel frattempo si stanno rinforzando in maniera mirata.

La ricetta è semplice: più fantasia in squadra, per riaccendere anche quella dei tifosi…


 

Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

46 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giacki - 4 settimane fa

    Quale altro ds-lavorerebbe con Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gl65 - 4 settimane fa

    La squadra è sicuramente più forte dell’anno passato, anche se il cambio Zaza Ljiajic è stato assurdo, forse voluto da WM, questo dimostra che l’allenatore attuale vale meno di quello passato, che era pazzo e tatticamente sprovveduto ma ogni tanto ci si divertiva, ora una noia eterna con l’unica eccezione della partita contro la Samp, forse solo perché loro fanno sempre la partita e quel giorno è girata storta, ma magari avessimo noi Giampaolo o qualcosa di simile, WM è antico, sorpassato, prima lo fanno fuori meglio è,se rimane arriviamo decimi al massimo, dietro Atalanta, Samp, Fiore e magari anche Sassuolo.
    C’è Donadoni libero,al Bologna ha fatto il massimo, oppure un traghettatore e poi a Giugno Gasperini, Giampaolo, Di Francesco o qualche emmergente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. policano1967 - 4 settimane fa

    e un articolo che condivido ma resta il fatto che in tanti qua sopra ce ne siamo accorti da un bel po dei limiti della squadra.e una squadra costruita per non giocare a calcio.tanti difensori,tanti mediani di contenimentie un attaccante votato a rincorrere i difensori avversari se vuole una palla giocabile.qualcuno dovra ricordare a mazzarri e all inutile petrachi che nel calcio se nn raggingi la porta avversaria difficilmente vinci le partite,al limite le pareggi ma per questo andava bene anche sinisa.con le grandi tieni il campo finche nn prendiamo il soloito golletto.na volta preso e notte fonda.poi i titoloni..bel toro ha tenuto testa a tizio e caio nonostante si e persi.diciamo che ci sta.il problema e che nn si producono azioni decenti nemmeno con squadre di bassa classifica e questo e il problema.chi ha preso i giocatori ne conosceva almeno le caratteristiche?rincon,baselle,meite.lukic vi sembra un centrocampo che puo produrre gioco????se sono 4 mediani la colpa di chi sara?detto che petrachi e una asino conclamato con tanto di laurea.ma mazzarri ci fa o ci e?io penso che entrambi hanno dimostrato che prima se ne vanno e meglio sara per tutti.assolvo cairo e nn e da me.centra poco stavolta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      I giocatori che creano costano, quindi meglio non prenderli. D’altronde a cosa servirebbero? La squadra è sempre stata monca, è finalizzata ad allevamento di polli da rivendere, quindi se c’è l’offerta per un terzino destro si prende quello gratis e si gioca con due terzini destri. Da quanto tempo giochiamo senza dei centrocampisti capaci? Beh continueremo.
      Da 14 anni si parte alla grande, poi a gennaio si comprende che ci si era illusi, a giugno si spera e a gennaio ci si ricrede. Incredibile, uno considerato un mentecatto in tutta Italia che prende per il culo da 14 anni quella che fu la prima tifoseria d’Italia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 4 settimane fa

    La pena più grande è che passano gli anni e i discorsi che si leggono sono sempre i soliti, ma non perché siamo ripetitivi, ma per il fatto che nulla cambia, che amarezza!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giacki - 4 settimane fa

    Poi forse petrachi ha fatto il suo tempo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. giacki - 4 settimane fa

    Il problema è che WM costa parecchio e al momento non sono spesi bene.speriamo in cose migliori nel girone di ritorno.forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 4 settimane fa

    Semplicemente perfetto questo articolo. Aggiungo peró che la società é conscia della cosa ma non fa nulla perché alla fine urbano il cunta bale in Europa non ci vuole andare. Altrimenti il 1 di gennaio il fantasista era già arrivato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14153144 - 4 settimane fa

    Ci sono Ozil e Rodriguez praticamente a spasso e a costo zero per un prestito semestrale….poi a giugno a seconda di cosa si raggiunge si programmerà…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giacki - 4 settimane fa

      Noi solo moldavi albanesi o rumeni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. policano1967 - 4 settimane fa

        qualche finladese tipo litmanen nonostante i suoi 48 anni andrebbe bene sicuramente.io vorrei capire petrachi come visona i giocatori.nn sara questo il terzo segreto di fatima?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Maicuntent - 4 settimane fa

      Che belle idee intelligenti, togliendo il fatto che quei due giocatori non verrebbero mai al Toro (sottolineo il MAI) sarebbe comunque impossibile perché con lo stipendio di Ozil ci paghiamo metà squadra. E le rispettive società non pagherebbero mai anche solo una parte dello stipendio perché mandare Rodriguez al Toro vorrebbe dire dimezzare il suo valore… è il calcio moderno come giustamente scrive anche Weatherill

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. csko69 - 4 settimane fa

    d’accordissimo con l’articolo, questa è una squadra che non scalda il cuore e il sangue, e trattandosi del Toro ciò è molto grave…vediamo cosa salta fuori da queste due partite, speriamo bene, SEMPRE FORZA TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. prawn - 4 settimane fa

    Ho letto male il titolo ‘Il Toro senza fantasia che spegne ogni fantasia’, l’ho letto come Il Toro senza fantasia che spegne ogni SPERANZA.

    Senza gioco non vai da nessuna parte, che siamo due ali/terzini che la crossano come si deve o che la buttino dentro (vero lollo? quando innescati) o dei centrali che siano anche dei registi e non degli incontristi e basta (vero rincon? meite?)

    Troppi anni che si spera su baselli, ma non ha il fisico per il gioco di mazzarri, magari lo metesse a fare la mezza punta, secondo me esploderebbe, il giorno che lo diamo via, se lo diamo via all’allenatore giusto ci mangeremo le mani!

    Ripeto da settimane: questo e’ fermo a Cavani Hamsik Lavezzi: giocatori che non abbiamo in squadra, non solo per tecnica e qualita’ e velocita’ ma anche solo per predisposizione tattica.

    Non andremo da nessuna parte quest’anno.
    Non compreranno nessuno con le solite litanie, magari faranno di nuovo un acquisto ‘per il futuro’ per sembrare un minimo meno scarsi.

    L’abbonamento streaming mi durera’ ancora per 2/3 partite, i risultati, come va a finire, lo so gia’.

    Poi basta, e’ come fumare, fa solo male alla salute, e costa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. geriko1 - 4 settimane fa

    Anche quest’anno ho disdetto l’abbonamento a calcio di Sky dopo la sosta….tutto detto….una pena….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Asashoryu - 4 settimane fa

    Pronti per Roma e Milano. Grazie di tutto, schiaffi in faccia non ne prendo più ma sono del Toro.
    Buona giornata di lacrime preventive, a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13967438 - 4 settimane fa

    Ci rendiamo conto che in questa squadra manca pure chi faccia il lancio che innesca la ripartenza in contropiede?
    Vives per intenderci.
    Cioè siamo messi peggio del disgraziato con la testa nella ghigliottina… quella magari si inceppa.
    Noi sbattiamo contro il muro, sbattiamo contro il muro, sbattiamo contro il muro, sbattiamo contro il muro, sbattiamo contro il muro, sbattiamo contro il muro… leggermente ripetitivi e prevedibili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14158830 - 4 settimane fa

    Quest’anno, più che mai.. Lo reputo un torello davvero triste…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Scott - 4 settimane fa

    ma quale allenatore rinuncia ai piedi buoni se non ha alternative dello stesso livello? Mazzarri, Agosto 2018. Siamo sugli stessi livelli di Sinisa che ha avuto per mesi Belotti azzoppato e come alternativa Sadiq. Non aveva Meitè al centro, non Izzo in difesa. Cosa aveva in piu’? Ljajic. Basta usare sillogismi per arrivare alle conclusione. Vabbè, stendiamo un velo pietoso su Anna Frank, ma se devo essere obiettivo, almeno con Sinisa mi divertivo. E per l’unica volta da 20 anni ho avuto la sensazione di poter ridere al merda Stadium. Per una punizione di chi? E’ storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 4 settimane fa

      Scusate la chiosa, dimenticavo; affanculo la rosa corta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Asashoryu - 4 settimane fa

    Tutti pronti ad accontentarci di un’altro anno buttato via oppure qualcuno si ribella, civilmente dato il luogo virtuale, e invita la proprietà a fare qualcosa?
    Ma ci si rende conto di cosa è divento il Toro ?
    Cairo fai qualcosa di reale e subito, tira fuori le palle se le hai !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

    Giochiamo in modo osceno, senza nemmeno beneficiare dell’eventuale pragmatismo che questa pena dovrebbe portare in dote, infatti siamo a galleggiare a centro classifica e li’ resteremo fino alla fine.
    Va da sé, abbiamo a dir tanto 2 o 3 giocatori che giocherebbero anche in squadre di alta classifica, mentre tutti gli altri potrebbero fare al massimo le riserve. Zero piacere, zero ambizioni, zero progetti, zero tituli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. LBgranata. - 4 settimane fa

    per chi non lo sapesse o se lo fosse dimenticato, il grande Emiliano Mondonico faceva giocare insieme Scifo Lentini Martin Vasquez Casagrande.
    Mazzarri è un mediocre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 settimane fa

      Vero. Anche vero che quella squadra aveva una rosa potenzialmente in grado di lottare, se non vincere, lo scudetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Simone - 4 settimane fa

    “è la palese mancanza di giocatori di talento e fantasia” fa sorridere leggere queste cose SOLO ORA dopo 19 giornate e dopo l’uscita dalla Coppa Italia quando a più riprese si era fatto notare che la partenza dell’UNICO giocatore dotato di tali prerogative avrebbe causato ciò.
    Non ricordo un solo articolo contro la vendita di Adem

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 settimane fa

      I cani non mordono mai il braccio a chi porge loro da mangiare!

      Anche se in questo caso meglio parlare di: BRACCINO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. SiculoGranataSempre - 4 settimane fa

    Ho scritto qualche mese fa di ciò che mi diceva un mio amico tifoso del Parma che aveva visto alcune partite del Toro: “Ma che c..zo, giocate a difendervi? Per difendere cosa? Giocare per pareggiare? Cosa cambia per voi tra 8° e 12° posto? Con le “piccole” bisogna giocare spregiudicati e con il tridente, almeno dall’intero secondo tempo se dopo il primo si pareggia” Aveva ragione!!! Con i tre punti il calcio cambia: Noi abbiamo perso solo 4 partite e dopo le “grandi” abbiamo la migliore difesa, ma Samp, Atalanta e Roma sono davanti a noi e hanno perso rispettivamente: 6, 7 e 5 partite. Attenzione l’Atalanta ha pero SETTE partite e dico SETTE!!! e ha un punto più di noi. Ma Mazzarri lo sa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 settimane fa

      Non abbiamo i giocatori per giocare per vincere e non abbiamo nemmeno la società vincente, per questo ci si accontenta.

      L’anno scorso con Miha si giocava solo per vincere e i risultati erano gli stessi, peró questo riesce a farlo rimpiangere, persino a me che non lo amavo per nulla, perché almeno il Serbo ci provava mentre invece il toscano si è inserito alla grande con Petrachi e Cairo nel tridente del tirare a campare tanto gli stupidi allo stadio ci vanno comunque, basta prenderli per il culo dicendo che Soriano è il regista che mancava da tempo, peccato che qua in Spagna che era un bidone fermo da un anno e mezzo lo sapevano pure le pietre… e mi vuoi dire che una società di Serie A certe cose non le sa?
      Ma per favore, questa società ormai é come la politica, ti prende per il culo senza nemmeno nascondersi tanto alternative non ce ne sono…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 4 settimane fa

        E’ Vero, ma Miha giocava con il 4231 anche con la Juve e il Napoli!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 4 settimane fa

          Eh infatti ho detto che non lo amavo, diciamo che per lui era come giocare alla Playstation, non era un professionista, magari se imparasse qualche schema in più si potrebbe togliere qualche soddisfazione.

          E comunque il toscano adesso fa uguale: gioca in modalità CONIGLIO pure in Coppa Italia con le squadre di C

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. SiculoGranataSempre - 4 settimane fa

            Un 433 ordinato e di buona qualità potremmo farlo, secondo me…

            Mi piace Non mi piace
          2. prawn - 4 settimane fa

            ahaha il riferimento alla playstation e’ nuovo, ed e’ azzeccatissimo, la penso esattamente come te su miha

            Mi piace Non mi piace
      2. iard68 - 4 settimane fa

        Ma vi rendete conto che la società NON può fare assolutamente nulla? Cairo appena ha aperto bocca per dire cose sacrosante è stato deferito… Il Toro NON DEVE crescere oltre certa misura perché la Juve deve gradualmente impadronirsi dell’intero bacino d’utenza cittadino. Il Milan ha appeno perso una supercoppa arbitrate in modo scandaloso, si è lamentato e si è beccato 4 squalifiche e il manico della coppa nel culo. Il posto che hanno assegnato al Toro è quello, finché saremo in tanti a fare il tifo. E poi si andrà più giù… Non c’è più storia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 4 settimane fa

          Cairo quindi non può nemmeno comprare giocatori forti?

          Questo modo di pensare è lo stesso che ha portato l’Italia dove sta adesso (e non parlo di calcio) e continuando così sarà pure peggio…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. iard68 - 4 settimane fa

            Cairo ha investito molto più che in passato, ma non è certo lui che sceglie i giocatori… Quanto ai campioni, cioè gli unici che fanno veramente la differenza la risposta al tuo quesito è NO. Anche volesse e potesse comprare i campioni, in questa città NON gli sarebbe consentito farlo. Come per la cessione ad Etihad (molto più che un mormorio, c’era di mezzo anche l’areporto di caselle e non volevano manco a Milano…). Come per l’area del Filadelfia. Come tutto quello che può farci crescere davvero. L’Italia dove sta adesso è questione di malavita bene organizzata… non solo “un modo” di pensare. Eh si… è esattamente lo stesso problema.

            Mi piace Non mi piace
  21. Asashoryu - 4 settimane fa

    Per non buttare via tutto, quest’anno intendo, ci vorrebbe una svolta totale dei giocatori, tipo autogestione ma che non faranno. Ostacoli troppo pesanti per tutti.
    Presidenza che non decide, giovani lasciati a sedere, terrore di provare anche solo a turno i gioielli primavera.
    Siamo abituati, ma l’onore dov’è finito, noi ci chiamiamo Toro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Dario61 - 4 settimane fa

    tutto vero e tutto detto già tempo fa la minchiata più grossa e stata di dare via ljalic per prendere poi due mostri come zaza e Soriano…ljalic era discontinuo?.. perché ste cazzate baselli Belotti meite ecc sono dicontinui peggio di adem ma allora di che parliamo…solo l’incapacità dell’allenatore del suo nn gioco..di voler la rosa corta di nn volere un fantasista.. e adesso altro anno di merda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. steacs - 4 settimane fa

    Come dico da anni il problema del CENTROCAMPO é voluto dalla società per rimanere dove stiamo, andare oltre significherebbe spendere di più e pestare piedi scomodi che servono a fare altri affari, fuori dal mondo del calcio.

    Liajic è stato dato via per fare plusvalenza, visto che si stava svalutando, non è lui che manca, troppo discontinuo, qua mancano e da sempre 2 o 3 centrocampisti buoni, quelli che costano oltre 20 mil cadauno, quelli che servono a fare il salto che come detto la società si guarda bene dal fare.

    infine Mazzarri è un allenatore superato, parla di rosa minima come si faceva 15 anni fa, lui è rimasto ad un calcio che non esiste più e i suoi limiti sono evidenti, il fatto che sia stato un buon allenatore in passato non lo rende automaticamente un buon allenatore in questo calcio, totalmente diverso da quello, le sue ultime stagioni dall’Inter all’Inghilterra lo avevano già indicato.
    L’anno scorso abbiamo mandato via Miha (che come Liajic non rimpiango) per risultati praticamente analoghi e come sempre anche quest’anno obiettivi finiti già a Gennaio, allenatore da cambiare e di nuovo tutto da ricostruire, tutto per la gioia della società che ama questo sistema: ricostruire, mandare via i migliori (plusvalenze) ed evitare di spendere, soprattutto a Gennaio.

    Ormai non mi arrabbio più, provo solo sconforto per quello che siamo e per quei tifosi che continuano a non vederlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-14158714 - 4 settimane fa

    Concordo in tutto su Ljajic….non è stato il massimo come esempio da seguire ….non ha la grinta e voglia toro….ma aveva i piedi buoni ….sono sicuro che magari anche con rendimento a corrente alternata qualche punto c’è lo regalava. Mazzarri. ….una delusione….i giovani dimenticati. …non puoi tirarli fuori dalle naftalina e sperare che facciano la partita della vita. ….ci vuole continuità. …fatti entrare quando la squadra gira….non quando è in difficoltà. ….ora vuole Pereyra. …un altro gobbo. ….no grazie. …non sono per il mangia allenatori che abbiamo visto in passato. …ma se Ventura aveva fatto il suo tempo chi è venuto dopo al momento non l’ha neppure cominciato. …FTS….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. SiculoGranataSempre - 4 settimane fa

    Come non essere d’accordo su tutta la linea… Speriamo che la Società lo legga e sappia che siamo in molti a condividere in pieno, con forza ma molto pacatamente questa lettura della situazione. Aggiungo il mio sogno: Pereyra, Lazzari e Machìn a gennaio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 4 settimane fa

      E tu dici che con Pereyra Lazzari e Machin a gennaio la storia cambia? I primi 6 posti sono assegnati di diritto, resta il settimo. Con quei tre lì sei (e con il “gioco” di Mazzarri) sei sicuro che arriveremo 7mi scavalcando Atalanta, Doria e Fiorentina (che ci ha appena regolati a casa nostra, senza subire un tiro, dicesi uno, nello specchio della porta?). Io dico di no… Oltretutto Pereyra non vale Ljaijc, Lazzari con Iago lo vedo poco, Machin ha 21 anni, zero presenze in A e 3 gol in serie B… Mah…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. robertozanabon_821 - 4 settimane fa

    Regalereste un CD di Donna Summer a un amante di Musica da Camera? O una bottiglia di vino a un astemio? Le poche bottiglie di “Spumante” che avevamo sono state lasciate aperte da Mazzarri, diventando così “aceto”. La stessa “acidità” di stomaco dei tifosi. Ecco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Conta7 - 4 settimane fa

    E allora parleremmo di tutt’altro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Conta7 - 4 settimane fa

    Eh già.. D’altronde con tutti questi Barcellona guardiolani che ci sono in giro, spettacolo ovunque tranne il Torino…
    Ma smettiamola con queste menate…
    Per carità, un giocatore in grado di ottimizzare i tempi di gioco non dico che ci starebbe male, ma per segnare i gol divorati da De Silvestri e Belotti nelle ultime 2 partite non è che ci volesse Messi…
    E staremmo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG-70 - 4 settimane fa

      Non ho detto che tutti facciano spettacolo, ma sicuramente mi diverto di più a veder giocare il Sassuolo o il Parma rispetto al Toro.

      Se poi non diverti e vinci sempre, può nadare bene
      Se non diverti e batti (fino ad ora) Spal, Chievo, Frosinone, Genoa ed Empoli, con la sola eccezione della Samp di chi ci sta davanti, beh, allora….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. FVCG-70 - 4 settimane fa

    Direi che condivido tutto al 100%.
    Ribadisco, come già postato in altre occasioni, che trovo il gioco di Mazzarri estremamente noioso.
    E per quanto riguarda il redditizio…beh se guardo la classifica non mi pare cha rispetto al girone di andata dello scorso anno (con Mihailovic al timone) abbiamo fatto faville (2 punti in più…).

    Credo che quello che maggiormente manca sia un fantasista (non credevo di dover rimpiangere così tanto Ljajic) e/o un centrocampista dai piedi buoni (Baselli non fa mai la differenza).
    E non mascheriamoci dietro al “a gennaio non si pu fare nulla”…
    Gabbaidini, Muriel, Kucka… gli altri “qualcosa” trovano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy