Toro, segnali contrastanti da mister e squadra

Toro, segnali contrastanti da mister e squadra

Il Granata della Porta Accanto / Con la Samp grande reazione, qualche scelta coraggiosa, ma non si è sfruttata la pochezza dell’avversario

20 commenti

Su queste colonne, in un passato nemmeno troppo lontano, avevo chiesto a gran voce al mister Ventura un cambio di mentalità, un sapersi reinventare ed un saper reinventare la squadra per non essere all’infinito la replica sempre più sbiadita di se stessi. Chiedevo, ad esempio, di rimescolare un po’ le carte in fatto di uomini, smettendo di puntare solo sui propri “pretoriani” ma responsabilizzando un po’ anche coloro i quali il campo lo vedono col contagocce seppur ritenuti “degni” di far parte della rosa. Le scelte di formazione iniziale nella sfida di Marassi, al di là dei gusti personali tra questo e quel giocatore, mi hanno quindi piacevolmente sorpreso. Silva, Zappacosta e Martinez titolari sono stati il messaggio di Ventura alla squadra (e ai tifosi) che (forse) non esistono gerarchie così granitiche come si credeva fino a poche settimane fa. Di sicuro ho gradito meno la presenza contemporanea a centrocampo di Gazzi e Acquah che sarebbero la coppia ideale di un 4-4-2 o di un 4-2-3-1, ma nel 3-5-2, e in una partita dove hai la possibilità di costruire gioco, ci stanno come i classici cavoli a merenda. Che poi a me piacerebbe vedere Gaston Silva nel suo ruolo naturale (cioè quello di Moretti) e non da esterno adattato, poco conta perché alla fine ciò che conta è cosa dice il campo.

Quali sono stati, pertanto, i responsi giunti dal prato di Marassi? Quelli positivi recitano che Belotti seppur ancora grezzo tecnicamente sembra aver trovato un discreto feeling col gol e pian piano sta diventando un perno della squadra, che Maxi ha battuto un colpo e si e’ rimesso in carreggiata, che Immobile sta giocando “alla El Kaddouri” portando palla e sfornando assist, che Ventura un po’per necessità, un po’per moto proprio, appare vagamente tentato dallo sperimentare un nuovo assetto tattico e che, più in generale, la squadra ha ancora orgoglio e sembra tutto sommato unita. Cosa invece non mi pare cambiato per nulla nelle ultime prestazioni, trasferta di Genova inclusa, è l’atteggiamento mentale e tattico con cui si affrontano le partite. Che l’avversario sia forte, sia debole, sia in forma o sia in crisi, il Torino gioca sempre con lo stesso ritmo, con lo stesso abbottonatissimo modulo e con la stessa idea, legittima per carità, del “primo: non prenderle”. Ora, io non so se la colpa sia dell’allenatore che non riesce a trasmettere l’idea che in campo si può osare di più o dei giocatori che non hanno sufficiente personalità per tentare giocate più ardite e mostrare atteggiamenti più spavaldi, fatto sta che il Toro, quando ha la possibilità di farlo, non si comporta “da Toro” e quasi mai affonda il colpo o mette gli avversari alle corde. Ed è un peccato perché a sole cinque lunghezze dal settimo posto (che non conta nulla, lo so) sta gettando al vento tanti punti che permetterebbero di vivere una stagione un po’ più gratificante. Al contrario, la maggior parte dei tifosi si preoccupa della distanza dalla zona calda della classifica, sollevati dal fatto che manchino solo dodici punti alla salvezza, ma ansiosi di farli il più in fretta possibile per non rischiare scenari simil-apocalittici.

A mio modesto parere Giampiero Ventura ha il dovere di farsi un piccolo esame di coscienza, prendere atto delle difficoltà oggettive in cui si trova la squadra e tentare di porre se stesso come alternativa a se stesso: quasi come se si autoesonerasse per lasciare spazio ad una versione di sé completamente nuova, in grado di ribaltare alcune obsolete convinzioni tattiche per dare nuovi stimoli ai giocatori, i quali, in un contesto “nuovo” forse renderebbero di più e metterebbero in campo una verve differente. Si potrebbe cominciare con il varo di un 3-4-3 che a partita in corso, in caso di punteggio favorevole, potrebbe mutare nel caro e vecchio 5-3-2: affrontare molte partite (non tutte ovviamente) con un’impostazione più offensiva sarebbe un toccasana per i tifosi che vedrebbero una ventata di aria nuova e finalmente una squadra più arrembante. Che questo non significhi necessariamente più punti in saccoccia, lo so, ma non provarci equivarrebbe a spegnersi lentamente e a gettare alle ortiche il percorso di crescita di questi quattro anni. Un vero peccato…

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luigi-TR - 11 mesi fa

    Secondo me in molti di noi tifosi hanno perso di vista qual’è la forza societaria e tecnica della squadra granata;
    probabilmente fuorviati dall’eccezionale conseguimento dell’EL e delle belle prestazioni l’anno seguente nella stessa competizione.
    La dimensione della nostra squadra è questa, un anno si può fare meglio, un anno peggio, ma ringraziamo che negli ultimi anni stiamo mantenendo la categoria senza patemi d’animo e sosteniamo la squadra.
    Non siamo il Real Madrid.
    FORZA TORO !!! FVCG !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Che non siamo il real madrid a livello societario c’è ne siamo accorti tutto, ma livelli intermedi c’è ne sono a bizzeffe… Ad esempio la fiorentina. Ecco io non penso che dopo 10 anni la libidine sia quella di scansare agevolmente la serie b…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giaguaro - 12 mesi fa

    Volete sapere perchè la squadra ha problemi mentali e di atteggiamento?
    Io mi sono stufato di sentire e leggere persone che sanno solo insultare e criticare!
    Domenica scorsa (in casa contro il Verona) un deficiente alle mie spalle ha iniziato ad insultare i nostri giocatori al 3° minuto del primo tempo, e ha continuato per tutta la partita, ad ogni pallone toccato, arrivando addiruttura ad urlare “negro di m…” ad Acquah per uno dei suoi (tanti, purtroppo) passaggi sbagliati. E se questo idiota è particolarmente ostile, non è che il resto dello stadio si dia tanto da fare per sostenere la squadra. Se poi Ventura (con tutte le sue innegabili responsabilità) dice che l’atmosfera non è delle migliori, come possiamo dargli torto?
    Certo, noi non abbiamo Pogba o Higuain, perciò dobbiamo accontentarci e farcene una ragione; vedremo sempre passaggi sbagliati, gol mangiati a porta vuota e svarioni difensivi. Ma questo non ci autorizza ad insultare i nostri giocatori, lo trovo stupido e controproducente.
    Invito i finti tifosi di questo tipo a stare a casa, o meglio ancora a cambiare squadra, forse visto il quoziente di intelligenza dovrebbero tifare per l’altra squadra di Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 12 mesi fa

      Secondo me non è giusto ne furbo insultare i propri giocatori. Ma neppure nascondere la testa sotto la sabbia, chi critica in maniera costruttiva non per forza vuole il male del Toro nedeve per forza essere un gobbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Brawler Demon - 11 mesi fa

        Chi critica in maniera costruttiva, giuste parole!
        Semplicemnte, va ignorato chi critica a vanvera.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alberto Fava - 11 mesi fa

      Hai ragione ti quoto al 100%.
      Ciao e forza Toro !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 12 mesi fa

    Con questo allenatore rincoglionito questa partita è già persa prima di cominciare.Ne sono sicuro come sono sicuro che domani sorgerà il sole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 12 mesi fa

    Al di là dei moduli, in campo servono 7 giocatori che sappiano difendere e 5 che sappiano attaccare.
    E la volontà di giocare per vincere le partite.
    Poi le tattiche da mister le faccia il mister e i preparatori atletici facciano i preparatori atletici.
    E i tifosi facciano i tifosi, criticare e incoraggiare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Maroso - 12 mesi fa

    Ognuno è padrone di esprimere la propria opinione, che resta comunque un opinione. Io credo che Ventura non abbia paura di cambiare se necessario, ma le cose non si improvvisano. Mi risulta che il 433 sia da un po’ che lo provi in allenamento, senza aspettare che qualcuno glielo suggerisca. Deve vedere come i ragazzi rispondono e deve avere un po’ di frecce nella sua faretra (vedi Maxi in forma). Senza voler fare l’ ennesimo allenatore, dico semplicemente che Ventura non ha bisogno di autoesonerarsi (che espressione!?), ma solo che lo si lasci in pace lui e la squadra a lavorare bene in un anno difficile per i tanti giovani che devono crescere e per i troppi infortuni, di cui vorrei qualcuno mi spiegasse la provenienza. Forza Toro, Forza Mister!FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 12 mesi fa

      Qualcuno ha già sottolineato il numero di gol segnati con le 3 punte in campo.
      Non si sta inventando nulla.
      Col carpi, col Frosinone, con la samp e/o con altre di pari livello si può sperare di avere un atteggiamento più aggressivo sin dall’inizio o dobbiamo SEMPRE attendere di andare sotto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

        Si infatti, dei 5 finali di partita di cui mi ricordo
        Toro-Milan 0 1 ingresso 3°punta 1 1
        Toro-Roma 0 1 ingresso
        3°punta 1 1
        Toro-Inter 0 1 ingresso
        3°punta 0 1
        Toro-Udine 0 1 ingresso
        3°punta 0 1
        Samp-Toro 1 0 ingresso
        3°punta 2 2

        Praticamente il primo gol subito con il 343 è stato quello di Soriano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Maroso - 12 mesi fa

          Se per questo Ventura ha usato il 343 ancor prima, però, faccio umilmente notare, nel frattempo, anche recentemente, è cambiato qualche elemento. Lasciamo i tempi del cambiamento a Ventura, che sa solo lui a che punto si trova la preparazione della squadra. personalmente anche a me piace di più il 343, ma non sempre, dipende dalle situazioni. Forza Toro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

            Si lo usò nell’anno con Cerci e Immobile all’inizio con Meggiorini, ma visti i risultati tolse Meggiorini e Immobile comincio a segnare a raffica, d’accordo con te che Ventura conosce meglio di noi i meccanismi e l’attuale forma dei calciatori ma visto che abbiamo uun Belotti che segna un Immobile che è diventato assist man ed un Maxi che fa salire e sa difendere la squadra perché per una domenica non azzardare?

            Mi piace Non mi piace
  6. Athletic - 12 mesi fa

    Mi sono fatto l’idea che questi ragazzi, molti dei quali molto giovani, ventenni o poco più, stia pagando il fatto di mancare di personalità. Le ultime due o tre partite in trasferta, avendole viste in tv, tutte le volte il cronista di bordo campo diceva che Ventura insisteva nel dire ai nostri attaccanti di stare alti, mentre loro tornavano invece al limite della nostra area di rigore. Io penso che i tanti giovani che abbiamo paghino l’inesperienza e abbiano poca personalità e abbiano paura di perdere … devono semplicemente crescere, poi non ho dubbi che diventeranno tutti o quasi tutti degli ottimi giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 12 mesi fa

    Ottimo articolo nel quale mi ritrovo perfettamente.
    Ogni tanto vorremmo le 3 punte e non solo x recuperare uno svantaggio ma x iniziare a far male dall’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ziocane66 - 12 mesi fa

    Io sostengo sempre l’idea che vanno in campo i giocatori . Però la teoria dell’autoesonero (cioè prove di cambio tattica) credo non faccia schifo neanche al MISTER!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Semper Taurum - 12 mesi fa

    Dai Mister, l’appetito vien mangiando.
    Continuiamo così.
    FVCG sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

    Forza Toro indistintamente, ma tentare non nuoce quando giochi con squadre alla tua portata, con 9 punti di vantaggio sulla zona retrocessione e 9 dalla EL, quando abbiamo giocato con tre punte in 5 spezzoni abbiamo realizzato quattro gol e subito uno solo,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granata - 12 mesi fa

    Tutti allenatori?ma con la squadra giorno dopo giorno c è ventura.trp facile nelle cose bisogna starci.Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. RDS- toromaremmano - 12 mesi fa

    Costantino, prova a spiegarglielo di persona! Vogliamo tre punte!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy