I campionati degli altri

I campionati degli altri

LIGUE 1 – Al 25° turno la capolista PSG cade a sorpresa a Sochaux. I 19mila gialloneri convenuti ieri sera per l’atteso posticipo domenicale ricorderanno a lungo l’impresa dei propri beniamini, passati in svantaggio alla mezz’ora del primo tempo per un gol dell’ex Chelsea Alex….

Commenta per primo!

LIGUE 1 – Al 25° turno la capolista PSG cade a sorpresa a Sochaux. I 19mila gialloneri convenuti ieri sera per l’atteso posticipo domenicale ricorderanno a lungo l’impresa dei propri beniamini, passati in svantaggio alla mezz’ora del primo tempo per un gol dell’ex Chelsea Alex. Di Roudet al 36° e del nuovo arrivato Giovanni Sio al 54° i gol del provvisorio 2-1. Poi su azione da corner arriva il 2-2 su autorete in mischia ma è il nuovo entrato Cedric Bakambu all’82° a trafiggere implacabilmente Sirigu regalando un successo importante soprattutto in chiave salvezza.

Ne approfitta il Lione che, travolgendo in trasferta il Bordeaux 4-0, è ora a sole tre lunghezze dai parigini: sia pur privi di Gomis, Lisandro Lopez e Malbranque gli ospiti passeggiano allo stadio Chaban-Delmas grazie alle reti di Grenier al 22° e al 71° (rigore), di Fofana al 65° e di Lacazette al 74°. Si sblocca solo all’ultimo secondo il Marsiglia che, con la rete dell’esperto difensore Fanni, batte al Velodròme il Valenciennes ed è ora terzo a 46 punti, mentre al quarto posto sale il sempre più sorprendente Nizza che va a vincere a Bastia 1-0 grazie a un gol di rapina firmato dal 16enne Neal Maupay (nella foto). Su questo talento dell’Aiglon pare abbia messo gli occhi il Bayern di Pepp Guardiola!

Nel prossimo turno occhi puntati domenica sera sul Parco dei Principi dove l’OM salirà a sfidare la strafavorita del torneo transalpino: il PSG di Ancelotti cui in settimana un certo Kalle Rummenigge non ha lesinato critiche per la totale inosservanza del cosiddetto fair play finanziario.

 

BUNDESLIGA – Uno stupendo gol in semirovesciata del bomber Mario Mandzukic – cannoniere del torneo con 15 reti assieme a Stefan Kiessling del Leverkusen – al 36° e la prima rete in stagione di Arjian Robben quasi al 93°: così il Bayern nell’anticipo del venerdì regola 2-0 in trasferta il Wolfsburg. E’ il 18° successo in 22 giornate per i bavaresi che salgono ora a quota 57 in classifica. Ben 15 punti sotto salgono i campioni uscenti del Borussia Dortmund: Mario Reus è il mattatore di giornata per le “vespe” siglando una tripletta all’8°, al 10° e al 65° nel facile successo casalingo contro l’Entracht Francoforte che non reagisce nemmeno dopo l’espulsione per doppia ammonizione di Schieber già al 31°.

E’ del Friburgo, ora quinto in classifica, la sorpresa della giornata: vincono 3-2 sul difficile campo del Werder Brema i ragazzi di coach Streich e il gol finale lo firma il promettentissimo difensore classe ’94 Matthias Ginter. Con un sinistro al tritolo al 24° dell’olandese Rafael van der Vaart l’Amburgo regola in casa per 1-0 il Moechengladbach, reduce dal drammatico pareggio interno di Europa League contro la Lazio.

In coda una voragine di 10 punti separa il deludente Hoffenheim (sconfitto 1-0 in casa dallo Stoccarda con gol di Harnik al 3°) dalla coppia formata da Wolfsburg e Norimberga, appaiate a quota 26.

 

LIGA – Qui siamo alla 24esima giornata. Con una doppietta – meravigliosa la punizione del gol-partita al 72° – Lionel Messi segna per la 14esima partita consecutiva i gol n° 300 e 301 della sua meravigliosa carriera col Barcellona. Nell’anticipo del sabato sera a Granada i locali erano passati in vantaggio col nigeriano Ighalo al 26°. Ma i blaugrana, guidati in panchina da Jordi Roura, non si sono persi d’animo dominando in lungo e in largo la gara e ottenendo il pareggio, sempre con Messi, al 49° grazie a un tap in facile facile dopo conclusione dalla distanza di Fabregas. Al comando con 65 punti il Barca, l’Atletico Madrid si conferma secondo a 12 punti di distacco grazie al successo esterno col Valladolid per 3-0. In gol per i Colchoneros Falcao al 10°, di Diego Costa al 53° e di Rodriguez al 90°. Un Kakà finalmente in gran forma trascina al successo il Real Madrid nel derby contro il Rayo Vallecano: avvio al fulmicotone per le merengues con due reti nei primi 12 minuti del baby Morata e di Sergio Ramos, poi quest’ultimo si fa cacciare lasciando la squadra in dieci ma senza ulteriori conseguenze negative per Mourinho che, giunto alla 100esima panchina coi madrileni, si trova ora terzo in classifica con 49 punti.

Prosegue la marcia perentoria, dopo un inizio a dir poco disastroso, dell’Espanyol di Aguirre che con un gol di Sergio Garcia al 6° batte a Cornellà-El Prat il Betis Siviglia: è la nona vittoria in campionato, mica male se si pensa che 10 giornate fa questo club era malinconicamente ultimo in classifica!

 

Renato Tubère

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy