Il tweet del Gallo un buon inizio, ma ancora non basta

Il tweet del Gallo un buon inizio, ma ancora non basta

Occhi Sgranata / Il pensiero del nostro Vincenzo Chiarizia

di Vincenzo Chiarizia

Tanto tuonò che piovve. Finalmente Andrea Belotti ha rotto il silenzio e per una volta l’ha fatto senza utilizzare le classiche frasi di circostanza. Il capitano granata ha risposto in maniera decisa alle indiscrezioni che parlano del centravanti della nazionale come di un caso o addirittura di una patata bollente. Si è parlato addirittura di gelo tra Cairo ed il centravanti granata, con la smentita di quest’ultimo. Fa piacere vedere il Capitano battere un colpo, perché purtroppo per una parte del tifo granata sembra che Belotti stia vivendo quest’annata in maniera più distaccata rispetto alla stagione precedente.

La tiratina di orecchie che mi sento da fare al Gallo è il suo lungo silenzio interrotto solo recentemente. Troppo poco per chi indossa la fascia da capitano. Certo è vero che deve parlare sul campo come tutti i giocatori, ma è altrettanto vero che il capitano oltre a portare al braccio la fascia, ha l’onore e l’onere di trasmettere i valori del Toro e di rappresentarlo in occasioni pubbliche. Questo silenzio ha gonfiato le chiacchiere sul giocatore che ha nello spogliatoio un peso decisamente diverso rispetto a quello di alcuni compagni. Io non giudico il giocatore per lo scarso rendimento di questo anno, perché sono sicuro che sia il più forte centravanti italiano che sta vivendo un periodo difficile dovuto ai due infortuni e alla delusione mondiale. Il tifoso però ha bisogno di sapere che il suo capitano non abbia la smania di sfilarsi la fascia e la maglia granata, ma che anzi dimostri affetto e amore per la sua squadra di appartenenza. O quantomeno che, da professionista qual è, rispetti tutti gli impegni che la fascia gli impone.

Ad esempio prendiamo Simone Verdi. L’ex granata oggi ha espresso il gran rifiuto verso il Napoli. Alzi la mano chi ci avrebbe scommesso. E’ vero che le riserve sulla panchina del Napoli vedono raramente il campo come possono dimostrare Maksimovic e Giaccherini – due giocatori che tra l’altro in occasioni diverse hanno mancato di rispetto alla nostra maglia – e dunque è normale che un giocatore ci pensi due volte prima di accettare quell’offerta. Soprattutto se nello scacchiere di mister Sarri ci sono giocatori inamovibili nel suo ruolo. Dunque mi farebbe enormemente piacere se Belotti facesse una conferenza stampa come quella di Verdi che, pur apprezzando l’interessamento del Napoli, ha deciso di restare in rossoblù consapevole del fatto che non è detto che lo stesso treno ripassi a giugno. Certo la situazione di Belotti è ora diversa, ma oltre al tweet, vorrei una conferenza stampa in cui lui dica apertamente quello che pensa, che confermi l’assenza totale di problemi con la società, che non è né una patata bollente né un caso, e che vuole portare il Toro in Europa.

Perché è necessario? Perché presentarsi di fronte ai giornalisti e rispondere tranquillamente alle domande darebbe a lui maggior credibilità nello smentire il distaccamento che molti vedono in lui, magari sbagliando, dalla maglia granata. Ovviamente il fatto di voler essere sicuri della piena guarigione del suo ginocchio è sacrosanto, visto che in autunno si è cercato il recupero lampo che non ha giovato né ai suoi obiettivi personali, né al Toro in termini di gol né al giocatore stesso visto che ha avuto un secondo infortunio. Va da sé che se il Toro dovesse raggiungere l’Europa League sarebbe più semplice convincere Belotti al rinnovo contrattuale. Potrebbe essere un gesto di amore e fiducia quello di rinnovare oggi il contratto a cifre consone per il Gallo granata, ma allo stesso tempo è normale che la società attenda di rivedere il Belotti dell’anno scorso.

Purtroppo per zittire i rumors sul suo conto ci serve ben altro che un semplice tweet.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

44 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. drino-san - 7 mesi fa

    Perchè mi cancellate i post dove dico che tuttosport è un giornale di gobbi di merda?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luke90 - 7 mesi fa

    Premetto che non sono un tifoso nostalgico, romantico o sentimentale (sono tifoso per scelta non per tradizione) … ho imparato ad accettare il calcio per quello che è.. e non mi importa proprio nulla di ciò che dice o non dice un giocatore (tanto non serve a nulla…).
    Ma Belotti mi dà “l’impressione” di essere un ragazzo tranquillo, serio .. come pochi se ne vedono oggi. E lasciamo stare i SE e i MA … le risposte sono nella ns testa e dipendono da quelli che ognuno di noi vuole pensare o da come vede certe questioni…
    Sul fatto di essere “scocciato” o sul rendimento … senza voler difendere nessuno … io penso che siano subentrati diversi fattori: prima di tutto il modulo che lo scorso anno permise ad Andrea di andare spesso a segno è stato cambiato e “probabilmente” questo lo ha penalizzato; Andrea è rimasto al Toro penso, “anche” per giocarsi un posto in Nazionale e sappiamo tutti come è andata a finire; c’è stato l’infortunio gestito male e quella sciagurata decisione di anticipare i tempi di recupero pur di giocare con la Nazionale …
    Mettiamoci, uno spogliatoio poco sereno ecc. ecc. e il quadro è fatto. Certo si può fare riferimento ai soldi (i quali a ql.no non bastano mai), alla professionalità … ma alla fine è pur sempre un ragazzo con le sue debolezze…
    Ecco credo che qui si debba vedere la mano di un bravo allenatore .. che sappia leggere un giocatore sotto i vari aspetti che lo compongono e provare a dare quella sferzata di energia che è necessaria tanto ad Andrea quanto al Toro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Mi trovi d’accordo sul cambio modulo/spogliatoio poco sereno mentre non sono assolutamente d’accordo sull’infortunio gestito male. E’ rientrato quando lo staff medico del Toro e della nazionale ha dato l’ok. Quello che sostieni te è solo e soltanto una TUA supposizione totalmente priva di fondamenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 7 mesi fa

        Hai ragione; la mia è infatti una supposizione. Dico solo che per l’infortunio di ottobre ci vollero 28gg per rivederlo in campo dopo una lesione. Miha lo voleva per l’Inter e Andrea voleva la Nazionale (e credo che i tempi alla Battistuta siano passati ormai)- A fine dicembre si è procurato una distorsione allo stesso ginocchio e adesso sono tutti più cauti tanto che pare vogliano allungare i tempi di recupero. Almeno così ho letto da qualche parte e se è vero è tutto dire.
        Suppongo, infatti, che abbiano anticipato (ripeto anticipato … non ho detto l’hanno buttato nella mischia ancora rotto) il recupero e che questo lo abbia penalizzato ..Diciamo che non ha recuperato bene.. mia opinione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 7 mesi fa

          È una tua rispettabile opinione ma ne io ne te abbiamo visitato il giocatore e valutato il livello d’infortunio né se era pronto a rientrare. Lo supponi stando seduto in poltrona cosa che NESSUN medico al mondo si permetterebbe di fare senza aver visitato il paziente.
          Se sei venuto in possesso di qualche altra info faccelo sapere 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG-70 - 7 mesi fa

    Condivido con chi ha scritto che il Gallo è riservato e non ama la ribalta.
    Certo una sua pubblica uscita, visto che è il Capitano, sarebbe ben vista dalla tifoseria.
    Sul rendimento, quest’anno ha avuto grossi problemi fisici (e non è uno che gioca di fioretto…) ma spero che come il primo anno (1 goal all’andata e 11 nel ritorno), (ri)esploda nel girone di ritorno.

    E poi il tutto nasce dalla polemica innestata dallo stesso giornale che ce lo ha fatto a fette (scusate la volgarità) per gli insulti a Matuidi a Cagliari (deprecabili, per carità)….
    E gli insulti (cori “Zingaro”…) al Merdastadium contro Mihalovic?????
    Per quelli non hanno fatto ann campagna stampa???

    Forza Gallo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claus - 7 mesi fa

    Il Gallo si era montato ed ora si è avvilito,se poi gioca scocciato allora …….. il detto “chi non mi vuole non mi merita” sembra appropriato. Claudio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawda - 7 mesi fa

    Faccio una premessa io sono convinto che se deve crescere una nuova generazione di tifosi del Toro ed e’ auspicabile anche con un aumento del numero vi debbano concorrere due fattori: il primo e’ legato ai risultati sportivi che non possono continuare ad essere mediocri come negli ultimi 20 e rotti anni ed il secondo e’ legato ai giocatori presenti in rosa in cui un ragazzino si possa immedesimare. La mia generazione e’ cresciuta con Ferrini e poi Pulici, Graziani, Sala, quella successiva ha visto Junior, Dossena e quella ancora dopo Lentini, Cravero purtroppo in seguito e’ stato un deserto o quasi, soprattutto nessuno che restasse a sufficienza da poter diventare una bandiera. Belotti a mio parere e’ l’unico della rosa attuale capace di far scattare in un bambino determinate emozioni ma il Belotti di questo anno mi pare molto diverso da quello dello scorso anno e non solo per le prestazioni sportive; e’ chiaro che la clausola e’ stata considerata a posteriori dal giocatore un grave errore ed infatti il vecchio procuratore e’ stato fatto fuori, come l’assenza di comunicazioni per quasi tutto il girone d’andata da parte di quello che e’ il capitano oltre al giocatore piu’ rappresentativo non puo’ essere fatta passare come un comportamento naturale, perche’ e’ evidente che possa essere letto come chi ha accettato di restare ma senza particolare entusiasmo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Buongiorno Prawda. Ciò che dici è probabilmente vero. Tuttavia a mio modesto avviso il problema per i giornalisti non è tanto il fatto che il gallo non parli o parli poco, quanto il fatto che non parli con loro. Io sinceramente non lo biasimo. Stamattina sul foglio di carta igienica delle merde il giornalista sosteneva che col suo post comunque il gallo non ha smentito la loro versione (sic!). E cosa dovrebbe mai fare per smentirla? Farsi filmare mentre fa sesso col presidente per dimostrare che tra loro non solo i rapporti non sono freddi ma addirittura molto caldi? Come si fa a parlare con chi pensa di evincere da una faccia o addirittura da una stretta di mano lo stato d’animo di una persona o i rapporti col suo datore di lavoro? Ma poi stiamo parlando di un rapporto contrattuale. Belotti è un giocatore del Toro che ha un contratto professionistico che deve rispettare e Cairo è il presidente della società che detiene il cartellino, non sono tenuti ad uscire insieme la sera. Io sono cresciuto col Toro di Junior, nel 76 avevo 6 anni ma ero già ampiamente stregato dai nostri colori, ma sono consapevole che in termini di attaccamento alla maglia dei giocatori quei tempi sono passati ormai, sarei già però ampiamente soddisfatto se i giocatori facessero bene e con impegno ciò per cui sono pagati, magari se lo fanno bene e la società fa la sua parte un pò meglio ci scappa qualche risultato sportivo che avvicini le nuove generazioni al nostro Toro. Del resto anche noi eravamo legati ad alcuni giocatori in particolare ma, a prescindere da loro, il nostro legame è viscerale con il Toro, a prescindere da presidenti, giocatori, ds ecc. ecc.
      Un caro saluto ovviamente Granata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 7 mesi fa

        Ciao Granatiere, il mio ragionamento non era collegato a quanto scritto dal foglio di cartaccia, non lo leggo da tempo; la mia era una considerazione, ovviamente personale, che per pensare di crescere come tifosi soprattutto fra le nuove generazione occorrono risultati sportivi migliori e giocatori in cui i ragazzini possano identificarsi. Belotti a mio parere incarnerebbe alla perfezione il giocatore di cui un giovane tifoso granata potrebbe farne il proprio idolo: non si tira mai indietro, in campo da sempre tutto quello che ha, e’ corretto, non ha mai quegli atteggiamenti da prima donna che spesso si vedono in altri giocatori. Sara’ un ossimoro ma quello del Gallo e’ un silenzio “assordante” e francamente poco comprensibile; a me interessa poco che faccia una conferenza stampa, sarebbe sufficiente che mandasse ai tifosi qualche messaggio “granata”, che confermasse il suo legame con questa maglia e non solo una volta ogni sei mesi quando viene tirato per la giacca. Poi ho visto il Toro giocare in serie b e anche male, eppure ho continuato e continuo a tifare ed a credere che possiamo tornare quelli di quando ero ragazzo ma questo fa parte del mio legame personale con il Toro, che e’ a prescindere; pero’ vale per me perche’ ho avuto la fortuna da ragazzo di vedere 70k persone applaudire, piangere ma restare rigorosamente al loro posto, cosa mai successa prima e dopo, in una calda domenica di maggio, ed io con mio padre ero tra loro, ma i giovani di oggi hanno bisogno di qualcosa di concreto a cui attaccarsi perche’ altrimenti i germogli non attecchiscono ed un patrimonio rischia di andar perduto. Un caro saluto, ovviamente Granata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

          ah beh se vuole lanciare messaggi ai tifosi ben vengano, su questo sono pienamente d’accordo, eventuali comunicazioni ai giornalisti o presunti tali mi lasciano del tutto indifferente….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. tric - 7 mesi fa

    Non rompere le palle al Gallo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 7 mesi fa

    Non me ne frega + niente, non me ne frega se il Gallo non gioca perche’ tanto c’e’ Niang, non me ne frega se non sta bene perche’ tanto ora gli daremo il tempo di riprendersi.
    Non vuole giocare a Torino? Va benissimo.

    Ho fiducia nell’allenatore nel capire la situazione e recuperare se c’e’ da recuperare, far giocare se c’e’ da far giocare.

    Tutto il resto sono speculazioni giornalistiche da quattro soldi, che tra l’altro se non era per questi articoli, non avevo manco letto o notato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 7 mesi fa

      … aggiungo che trovo ridicolo che un giocatore debba essere “costretto” a farsi sentire per tacitare le illazioni dei media (tra l’altro Belotti non è mai stato un molto loquace) il cui scopo è speculare su ciò che un giocatore dice o non dice, fa o non fa… a me importa solo che giochi, possibilmente, bene; le parole (Miha insegna) lasciamole agli esperti di marketing… contano i fatti…
      Ma poi a che serve dire oggi quello che domani può essere smentito.
      E, sono d’accordo, se vuole andare .. vada … l’importante è che si comporti con professionalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio sala 68 - 7 mesi fa

    Da un editorialista mi aspetterei un articolo più di sostanza. Belotti si è sempre impegnato in campo, forse non è molto social però a me non importa. Oltretutto Verdi ha detto che adesso non si muove a Giugno si vedrà….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Pulici non era capitano e nemmeno uno che sorrideva granché. Nemmeno Zaccarelli me lo ricordo come un sorrisone… ma il loro attaccamento alla maglia era evidente.. A me sembra che il Gallo stia facendo solo il professionista. Non rompe i coglioni e ha accettato la situazione. “Accettato”, non “accolto”. Se per qualcuno di voi non fa differenza per me invece la fa. Ancor più da Belotti, che molta della sua forza la attinge dall’entusiasmo e dalla voglia più che dalla tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Scusa Daniele, ma “accettato” cosa, a cosa ti riferisci?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

      @Simone: intendo dire che secondo me Belotti è un professionista serio, ha accettato la clausola ed è rimasto senza rompere le scatole. Ma non mi sembra così contento di essere rimasto. Non parla, non sembra felice quando segna, non viene mai a festeggiare sotto la curva dopo un gol (cosa che ultimamente ha fatto solo Edera a Roma tra l’altro). E secondo me questi sono segnali importanti. Come dice Mazzarri, bisogna creare un tutt’uno tra squadra e tifosi e a mio avviso adesso questa simbiosi manca, e il capitano dovrebbe essere il primo a crearla.
      È un punto di vista, non ce l’ho con Belotti. Solo lo vorrei più coinvolto.
      Stto1962@ non ho capito cosa c’entra Icardi-Wanda in tutto ciò. E comunque nessuno ha scritto che Belotti è un pessimo esempio di comportamento., diciamo che il capitano che vorrei è un po’diverso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        La clausola non gli è stata “imposta”, è un accordo tra 2 parti! Fa comodo al Torino come fa comodo a lui. Oltretutto è valida SOLO per l’estero x cui in Italia CHIUNQUE puo’ bussare da Cairo e fargli un’offerta e stai tranquillo che se fossa valida Cairo lo farebbe partire come giusto che sia (vedi zappacosta).
        Il fatto che lo vedi coinvolto è una tua rispettabile opinione ma rimane pur sempre un’opinione.
        Sta storia che il capitano deve fare questo quello o quell’altro sta diventando ridicola. Qualcuno dovrebbe mostrarci l’elenco di quello che un “capitano” DEVE (non dovrebbe ma proprio deve) fare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

      Certo, Simone, è un mio punto di vista, non sono nella testa e nel cuore di Belotti. La sensazione è quella però, d’altra parte aggiungo anche che Tuttosport invece ha scritto un articolo totalmente provocatorio basato non sui fatti ma sulle stesse sensazioni che ho io e ed altri tifosi, con la differenza sostanziale che noi lo pensiamo per timore e per amore del Toro, loro lo scrivono invece per racimolare quattro soldi in più o per screditarci, a voler essere complottisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        Infatti non condanno il giornalista che, pur di raccimolare qualche soldo, è disposto a sparare cazzate sul nulla senza un solo straccio di prova ma con soltanto delle “sensazioni”(!!).
        Condanno coloro che commentano queste FAKE NEWS ke, proprio per la loro origine, non andrebbero neanche prese in considerazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

    Diciamocela tutta. Se si presentasse davanti ai giornalisti farebbe un favore soprattutto a loro ed al loro morboso desiderio di ricamarci sopra chissà che cosa. Tanto qualsiasi cosa dica o qualsiasi cosa non dica verrebbero interpretate ad uso e consumo dei “giornalisti” come appunto hanno fatto quelli dell organo di stampa delle merde. A me come tifoso basta e avanza il suo post, tutto il resto è aria fritta. Vista la fantasia non c’è bisogno di dichiarazioni del gallo per scrivere storielle di cui lui è il malcapitato protagonista

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 7 mesi fa

      Non scrivo un nuovo commento perché sarebbe stato più o meno uguale al tuo. Se voglio esprimere un mio pensiero lo posso fare con poche parole, semplici e precise. A cosa serve fare una conferenza stampa, dove mi porranno la solita sequela di domande maliziose o provocatorie e poi prenderanno una parte di risposta di qui e una di là così da poter creare una nuova inesistente polemica?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

        Sottoscrivo per intero. Purtroppo questo è il livello del nostro giornalismo, salvo rare eccezioni. Si cerca solo la possibilità di creare polemiche, le notizie devono avere queste caratteristiche altrimenti non vengono prese neanche in considerazione. In effetti dire semplicemente che il gallo si sta allenando per superare l infortunio non fa notizia. Dire che in realtà è fuori perché dietro c è anche altro fa già più scalpore. Indizi?prove?documenti? Macchè, sensazioni, congetture, ipotesi, mormorii chissà di chi…Altro che verifica dell attendibilità della notizia…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ALESSANDRO 69 - 7 mesi fa

    Se è vero che non è pagato per sorridere o per pronunciare frasi a effetto è altrettanto vero che il Gallo è il capitano della squadra, perciò ha anche un ruolo di trait d’union fra lo spogliatoio e la tifoseria e quindi anche di curare i rapporti con la stampa.
    Se la fascia gli pesa può semplicemente sfilarsela a favore di un compagno che abbia gli attributi per indossarla ,Iago Falque secondo me ne sarebbe degno …,e chiudersi definitivamente nel suo silenzio.
    In questa vicenda è inutile sottolineare come la società abbia gestito la situazione in maniera davvero dilettantesca, cosa sarebbe successo se il 31 Agosto si fosse presentato qualcuno con i famosi 100 milioni….???? Chi sarebbe andato a fare il centravanti ..??? Le banconote da 500 euro ???
    Non sarebbe stato più semplice ,in accordo con il giocatore , stabilire una data limite, magari il 5 agosto, oltre la quale il giocatore sarebbe stato tolto dal mercato…???
    Mi dispiace, voglio bene a questo giocatore perché penso che sia davvero un gran centravanti e una brava persona ma il suo comportamento non posso condividerlo, non è così che si comporta colui che vuole essere un leader .
    Si ricordi che per quanto possa sentirsi bravo e ammirato c’è sempre una cosa che sta sopra di lui come a chiunque….La nostra Bandiera……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      Non so xke ma tutto questo dargli addosso (xke è il capitano) mi ricordano tanto gli attacchi a Glik x la stessa ragione.
      Salvo poi frignare l’anno dopo xke era andato via. Bah…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. fog127 - 7 mesi fa

    tutto questo bailamme per un art su un giornale di m…a che non leggo da secoli ….. e poi del gran rifiuto di Verdi ne parliamo a giugno !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Torodasempre - 7 mesi fa

    Ma cosa dovrebbe dire? Che ora le cose andranno meglio? Scudate se abbiamo giocato da schifo? Stasera mi mangio una pizza?? Ma cosa? Sempre alla ricerca di polemiche, uffa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. granata70 - 7 mesi fa

    Il gallo è silenzioso e semplice. Mi sembra corretto non fare polemiche forse i giornali dovrebbero lasciarlo in pace. Purtroppo prima o poi andrà via il calcio moderno è così…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Concordo con l’articolo.
    Non pretendo che sventoli amori eterno perché è semplicemente impossibile, ma è il capitano, qualche zuccherino ai tifosi lo dovrebbe dare, ancor più quest’anno che non “parla” con i gol. E comunque il suo atteggiamento è cambiato troppo. Lo capisco in estate con il futuro incerto ma non a campionato in corso.
    L’articolo di quel giornalaccio era falso e fazioso ma è stato inventato perché certi atteggiamenti del giocatore incentivano al sospetto, ed è inutile nascondere che il Gallo non ha lo stesso entusiasmo dell’anno scorso, già prima dell’infortunio e della mancata qualificazione ai mondiali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 7 mesi fa

      mi duole dirlo ma hai ragione. il capitano deve parlare in campo, ma anche fuori qualcosetta potrebbe dirla, invece niente. inoltre magari solo a me è sembrato ad inizio anno che giocasse un pò “scazzato”, poi magari è solo un’impressione personale e sbagliatissima

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio sala 68 - 7 mesi fa

      Non conosco Belotti ma mi sembra un ragazzo riservato per cui non ama molto la vetrina come altri fenomeni. Sicuramente rispetto all’anno scorso ha problemi fisici che gli hanno impedito di giocare al meglio, però dire che ha perso l’entusiasmo mi sembra eccessivo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. stto1962 - 7 mesi fa

    Condivido in pieno il ragionamento. Questa estate non ha aperto bocca sino alla fine del calciomercato. Oltre ai soldi ed alla smania di arrivare in grandi squadre un minimo di interesse per la tua squadra ed un po’ di calore verso i tifosi dovresti dimostrarlo, oppure cambia aria non ci serve un musone, se poi non segna nemmeno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 7 mesi fa

      È pagato x sorridere?!?!
      Non sapevo avesse questo nel contratto. Grazie x la notizia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. stto1962 - 7 mesi fa

        E pagato adesso per essere uno del toro oltre che capitano. Questa è la notizia che ti do visto che non L hai intesa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 7 mesi fa

          Non sapevo che nel contratto sottoscritto da entrambe le parti dicesse quello.
          Buono a sapersi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

      Le cose sono due
      1 – l’anno scorso aveva un atteggiamento completamente diverso.
      2 – È il capitano della squadra, un po’ si deve esporre e invece tace, tace, tace.
      Per questo i giornali scrivono e si inventano notizie. È lui che le provoca in un certo senso. Magari le avrebbero scritte lo stesso ma non avrebbero causato timori e sospetti tra i tifosi. Così invece un po’ di dubbi vengono…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. claudio sala 68 - 7 mesi fa

      Quindi vorresti come capitano uno come Icardi con Wanda….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 7 mesi fa

    A me che non si presenti in sala stampa, che non indica conferenza o che non twitti qualcosa con frega NULLA.
    Non deve dimostrare o smentire nulla con le parole xke abbiamo preso un CALCIATORE non un filosofo.
    Quello che conta sono i GOL o le PRESTAZIONI, il resto sono chiacchiere tanto per …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 7 mesi fa

      quello che dici a rigor di logica è giusto, ma dire anche due parole…un’intervista? niente di trascendentale, ma è da questa estate che non apre bocca. poi logico che il suo compito principale è giocare e fare goal

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        Non si tratta di logica o non logica ma di ciò che prevede o non prevede il contratto.
        Se lo prevedesse dovrebbe essere multato oppure sono d’accordo entrambe le parti, o ancora potrebbe aver chiesto lui di non essere lasciato in pace. Se fosse quest’ultima ipotesi allora ha sbagliato chi ha deciso che lui diventasse capitano.
        X me contano solo le prestazioni, se poi sono accompagnate dai gol tanto meglio!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Esempretoro - 7 mesi fa

          Simone@,sono assolutamente d’accordo con te,e aggiungerei che anche mezzo rotto il Gallo mai ha fatto mancare impegno e animus pugnandi…personalmente è questo che voglio dal capitano. Il suo prolungato silenzio mi rammarica,come altri mi augurerei lo lasciasse alle spalle,ma solo per parlare di Toro…facciamoci però una domandina:lui non parla e le voci corrono,proviamo ad immaginare le domande in sala stampa di alcuni pseudo-cacciatori di notizie…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 7 mesi fa

            Appunto.
            Se lui non parla quello che scrive sono solo soltanto illazioni giornalistiche pur di scrivere qualcosa x cui preferisco DI GRAN LUNGA che taccia e che si spacchi il culo in campo. Se poi il tifoso pretende che il capitano parli con lui allora faccia formale protesta che gli venga tolta la fascia e venga data al più loquace della rosa.

            Mi piace Non mi piace
  18. Leojunior - 7 mesi fa

    70 “milioni? Via

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy