‘Che torni il cuore Toro contro la Lazio’

‘Che torni il cuore Toro contro la Lazio’

Come di consueto abbiamo sentito il nostro esperto di tattica Lello Vernacchia per presentarci la sfida con la Lazio. La soluzione per uscire dal momento opaco secondo lui è una sola: ‘Dobbiamo giocare col ‘cuore Toro’ e fare come Grillo: accerchiarli. Il Torino non può scappare, deve essere…

Come di consueto abbiamo sentito il nostro esperto di tattica Lello Vernacchia per presentarci la sfida con la Lazio. La soluzione per uscire dal momento opaco secondo lui è una sola: ‘Dobbiamo giocare col ‘cuore Toro’ e fare come Grillo: accerchiarli. Il Torino non può scappare, deve essere in grado di sfruttare al meglio la precaria condizione fisica della Lazio e l’impegno in coppa di questa sera che inevitabilmente si farà sentire. Nel giro di due giornate, dalla possibilità di occupare la colonna sinistra della classifica il Toro è ora sestultimo. Le occasioni perse contro Palermo e Parma devono essere da stimolo per fare bene domenica. Dimenticare sì Parma ma imparare dalla dura lezione subita. In Serie A non ti puoi permettere cali di tensione simili durante una partita”.

 

Anche rispetto alla soluzione tattica che adotterà ventura, Vernacchia ha pochi dubbi: ”Tornerà certamente al suo 4-2-4 con Cerci titolare. Credo schiererà Santana dall’inizio a sinistra, nonostante l’ottima prova di Birsa domenica scorsa. Lo sloveno io lo vedrei bene anche dietro le punte, nella posizione che aveva Vives domenica. In mezzo ci saranno Gazzi e Brighi mentre in difesa è obbligato l’utilizzo di Rodriguez. Credo che il tecnico granata questa volta si arrenderà all’evidenza e darà un turno di riposo a Masiello, schierando D’Ambrosio a sinistra e Darmian a destra. Barreto è ancora stanco e si è visto anche nel breve scampolo di partita giocato a Parma ma credo sarà lui titolare insieme a Bianchi”.

Comincia un ciclo durissimo per il Torino ma Vernacchia non vuole sentire scuse: ”E’ ora di fare punti, non importa contro chi, a partire dalla Lazio. Cominciare bene questo tour de force e portare a casa tre punti che darebbero un po’ di ossigeno ai granata”.

 

Gli facciamo presente che da domenica pomeriggio sono in molti tra il popolo granata ad essere infuriati nei confronti della squadra. ”Li capisco, un punto in tre partite chiave quando invece sette erano più che alla portata non può che causare rabbia nell’ambiente, soprattutto per come è arrivata la sconfitta di Parma dove anche un pareggio sarebbe stato stretto, figuriamoci tornare a casa con quattro gol sulle spalle. E’ la stessa rabbia che aveva Ventura a fine gara e spero che l’abbia trasmessa anche ai suoi giocatori. Io però ero al Tardini e ho visto la Maratona itinerante incitare anche dopo il terzo gol. Solo i tifosi del Toro sono capaci di una cosa simile. L’atteggiamento, ora, deve essere questo. Deve avvenire una scossa per ristabilire gli equilibri e sono sicuro che Ventura stia lavorando in quest’ottica, sia dal punto di vista tattico ma soprattutto mentale. Il Toro non ha problemi di classifica a mio parere, però come si dice nel calcio bisogna ‘stare sul pezzo’ e riprendere a fare punti nelle prossime due partite in casa. Rivedere il vero Toro, è questo che serve”.  

Lorenzo Bodrero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy