Derby, bisogna invertire la tendenza allo Juventus Stadium

Derby, bisogna invertire la tendenza allo Juventus Stadium

La Lavagna tattica / “Lello” Vernacchia dice la sua sulla stracittadina di domani, ponendo in leggero vantaggio il Torino

Maxi Lopez

Nel Derby della Mole il Torino parte un po’ avvantaggiato, io ritengo, perché non avendo giocato la partita di Reggio Emilia contro il Sassuolo ha avuto la possibilità di non spendere energie ed arrivare molto carico alla stracittadina. La Juventus invece ha giocato domenica contro la Fiorentina, vincendo, ma spendo anche molte energie.

Però il Derby allo Juventus Stadium è un po’ una maledizione per i granata, perché sono già due volte che prendono gol all’ultimo secondo: è necessario dunque rivoltare questo trend assolutamente negativo che ha impedito al Torino di guadagnare punti importanti.

Il Toro può vincere perché, come dicevo prima, ha più minuti nelle gambe rispetto alla Juventus: questa potrebbe essere la chiave della partita. Vero è anche il fatto che i bianconeri sono galvanizzati dalle vittorie in campionato e dal passaggio del turno in Champions League, ed inoltre può contare su un turnover di tutto rispetto, con uomini del calibro di Morata, in attacco. La freschezza è fondamentale, e anche Allegri lo sa, e per questo opterà per la scelta Rugani in difesa.

Io ritengo, quindi, che al momento il Torino non sia così inferiore alla Juventus. Anzi, i granata hanno dimostrato di potersela giocare in più circostanze, in particolare nell’ultimo Derby, anche se poi si è concluso con la sconfitta del Toro. Il Torino dovrà stare certamente attento alle ripartenze della Juventus, che si sono dimostrate a più riprese letali.

Penso che, inoltre, saranno fondamentali le palle inattive per la squadra di Ventura: infatti, soprattutto nei calci d’angolo, possono salire difensori come Glik, Moretti e Bovo, che hanno già dimostrato di poter segnare. Perciò il Toro è assolutamente consapevole che non andrà a fare la vittima sacrificale.

Infine ci sono alcuni giocatori che secondo me possono fare la differenza, come Quagliarella, il quale ha tutti i presupposti per fare bene e anche ferire la sua ex squadra, ma dall’altra parte anche Morata può dire la sua, nonostante il momento un po’ in ombra. Sicuramente il centrocampo sarà importante ai fini del risultato, e il Toro in quel reparto ha dei ragazzi interessanti, come Baselli, Benassi e Vives, che personalmente mi danno sicurezza.

Raffaello Vernacchia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy