Milan-Torino, fame e qualità per tornare ad essere letali

Milan-Torino, fame e qualità per tornare ad essere letali

La Lavagna Tattica / Il nostro Lello Vernacchia ci presenta la sfida di Coppa Italia contro il Milan

Commenta per primo!

Il Milan arriva molto bene a questa sfida, dopo la vittoria in campionato contro il Cagliari e soprattutto con la Supercoppa vinta contro una grande squadra come la Juve. Occorrerà dunque fare attenzione al morale dei rossoneri. Dal punto di vista dei singoli, Montella non potrà contare su alcuni pezzi da novanta come Romagnoli e Antonelli, e io credo che lui voglia mettere in campo gente affamata, che ha giocato poco, come Sosa. Quella di domani sarà un bell’antipasto della gara di lunedì in campionato.

Nel Toro, invece, concordo in parte con Mihajlovic: secondo me ci sono giocatori che si sono bruciati la propria chance durante il campionato, ma qualcosa per me cambierà. E’ una partita da giocare a denti stretti, in uno Stadio importante, e può infondere la giusta dose di responsabilità a giocatori che dall’inizio si sono visti poco: come Maxi Lopez, ad esempio, che lo vedrei bene lanciato dal 1′ nel tridente con Iturbe e Iago Falque.

Il calo dell’ultimo periodo è anche fisiologico, ma bisogna recuperare in fretta: giocatori come Ljajic è abbastanza nella norma che siano discontinui, ma possono accendere la luce quando meno te l’aspetti, anche dalla panchina, come si è visto in Coppa Italia contro il Pisa. Approposito di quella gara, dove sono stati “bocciati” diversi giocatori, occorre fare una considerazione: è vero che l’avversario era tecnicamente inferiore, ma non è mai facile giocare contro squadre disposte tutte dietro, col 4-5-1.

Tornando alla partita, ribadisco che sarebbe importante dare una chance “di responsabilità” a Maxi Lopez. A centrocampo, poi le scelte sono obbligate, ma serve anche qui una svolta: è vero che l’attacco è calato, ma anche a causa di un centrocampo che deve alzare il tasso qualitativo, per permettere alle punte di “prendere tiri” più facili. Da giocatori come Baselli, ad esempio, mi aspetto più qualità nelle imbucate e nelle aperture: serve muovere velocemente la palla, e con qualità. Una gara da non sbagliare insomma: per continuare in un trofeo importante, e dare una scossa al morale momentaneamente non alle stelle.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy