Torino, contro il Milan è sugli esterni che puoi fare la differenza

Torino, contro il Milan è sugli esterni che puoi fare la differenza

Verso Milan – Torino: “I granata possono far male anche sulle palle inattive, dove sono molto forti e dove i rossoneri hanno preso parecchi gol”

Anche prima di Milan – Torino, per la nostra consueta Lavagna Tattica, abbiamo contattato Lello Vernacchia, ex giocatore granata negli anni ’70: “Il Milan opta di solito per un 4-3-3, che obbliga gli esterni a correre molto, sia sulle fasce che in mezzo al campo. Proprio sulle fasce il Toro è molto forte, per cui è lì che potrà avere la meglio. Credo in ogni caso che sarà l’ultima partita di Inzaghi a San Siro, per cui ci terrà a fare bene. Sarà un match importante anche per Ventura, che avrà modo di fare delle valutazioni sui suoi giocatori anche in chiave futura. Il Torino può fare una bella partita e conquistare i tre punti, anche perché i quattro difensori rossoneri, soprattutto i due centrali, sono lenti e possono andare in crisi sulle palle a terra, per cui potrebbe essere la giornata di Martinez e Maxi Lopez”.

Vernacchia ha poi le idee chiare su chi potrà essere il pericolo numero uno per il Toro. “Sicuramente Cerci, che ha giocato poco e che avrà voglia di fare bene contro la sua ex squadra. Poi anche Honda, che come l’ex Fiorentina è un giocatore molto veloce e pericoloso, a cui non bisogna concedere l’uno contro uno. In ogni caso, soprattutto per quanto riguarda Cerci che conosce bene, Ventura saprà come agire. Un altro pericolo potrebbe arrivare da Destro, uno che anche quando sembra non essere in partita poi ti castiga (come è capitato con la Roma)”.

Oltre alla lentezza dei difensori Vernacchia individua un altro punto debole nel Milan: “Il problema dei milanesi per tutto l’anno è stato che, con il 4-3-3, i due attaccanti esterni dovrebbero ripiegare molto di più in copertura, ma non lo fanno e questo fatto, unito al fatto che i terzini salgono molto, lascia spesso la strada spianata per l’uno contro uno con conseguenti guai per la difesa. Il Toro deve anche sfruttare le palle inattive, dove è molto forte e su cui il Milan ha preso parecchi gol.
“In generale credo sarà una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre, i granata con il Chievo hanno vinto 2-0 e hanno fatto bene per cui ora devono combattere per l’Europa League o quantomeno per portare a compimento un bel campionato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy