Torino, contro l’Udinese non ti devi allungare

Torino, contro l’Udinese non ti devi allungare

La lavagna tattica / Nell’Udinese attenti a Zapata. Mihajlovic fa bene a cercare sempre la vittoria ma inserendo un difensore nella partita contro l’Inter magari non si perdeva…

1 Commento

Domani scenderà in campo il Torino, dopo la sconfitta subita dall’Inter, nel match, dell’undicesima giornata di campionato, contro l’Udinese di Delneri. I ragazzi di Mihajlovic devono riscattare la sconfitta subita fuori casa dall’Inter e dimostrare che si è trattato solo di un incidente di percorso che non andrà ad intaccare il cammino dei granata verso l’Europa League: obbiettivo stagionale conclamato da tecnico e giocatori.

FC Internazionale v FC Torino - Serie A

Diversi gli errori tattici da evidenziare nella sconfitta di San Siro, i granata, infatti, hanno buttato via un punto per il gol subito da Icardi al 88′. La partita ormai, grazie al gol di Belotti, si era incanalata sull’1-1. Dopo aver riportato il punteggio in parità, era lecito pensare ad un accorgimento di Miha in difesa ma così non è stato. Al “Meazza” il tecnico serbo ha preferito inserire centrocampisti ed attaccanti, mettendo a repentaglio un pareggio che sarebbe stato giustissimo. In questa maniera la squadra si è allungata moltissimo ed ha permesso all’Inter di ripartire in contropiede centrando la vittoria. Icardi è stato bravissimo ed è un grande attaccante ma la rete era evitabile.

Udinese-Torino, per Pozzo e Cairo gestione differente ma cammini simili

I granata forse non sono ancora pronti per fare questo salto di qualità e dovevano pensare a portare a casa un pareggio che, contro l’Inter di De Boer, sarebbe stato fondamentale: l’allenatore servo dovrebbe rivedere qualche sua idea. Nella sfida di Udine la formazione di Mihajlovic non deve ripetere gli stessi errori. Il club piemontese deve restare compatto, difendendo ed attaccando all’unisono. La squadra friulana nasconde diverse insidie ed ha diverse armi per mettere in difficoltà il Toro, una delle più interessanti è Zapata.  I tre punti sono alla portata di Belotti e compagni ma non ci devono essere distrazioni, perché, nel calcio, gli errori si pagano…

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ikhnos - 1 mese fa

    Sono d’accordissimo sul commento di Vernacchia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy