Toro, ci vuole più coraggio: passa al 4-4-2 con Zaza e Parigini

Toro, ci vuole più coraggio: passa al 4-4-2 con Zaza e Parigini

La Lavagna Tattica / La rubrica settimanale del nostro Lello Vernacchia

di Lello Vernacchia

Quella di domani sarà una partita importante, perché per il Toro è fondamentale tornare a vincere. Per il Genoa si tratta di una partita pesante, perché un risultato negativo potrebbe portare all’esonero di Juric e troveranno sulla propria strada i granata con l’obbligo dei tre punti. Più che Piatek, che si è sbloccato su rigore dopo diverse gare a secco, la difesa granata dovrà essere molto organizzata per respingere gli assalti del Genoa, che ha fatto molto bene contro la Samp nel derby.

PIÙ CORAGGIO – Sarebbe ora di cambiare modulo perché il 3-5-2, con tutte le sue varianti, non ha portato grandi risultati. Ci vuole più coraggio, perché Zaza non è stato preso per fare panchina e un giocatore nel giro della Nazionale non può stare fuori. Mazzarri deve prendere l’iniziativa e mettere in campo tutti i giocatori più forti: non si può continuare così perché è un non-gioco, non vedo una squadra che abbia voglia di vincere.

Mazzarri pre Torino-Genoa: “Torno emozionato e carico. Parigini, che futuro”

NUOVO MODULO – Una soluzione potrebbe essere il 4-4-2 con Iago Falque e Parigini sugli esterni e davanti la coppia Zaza-Belotti. Ci sarebbe copertura con gli esterni bassi e possibilità di fare male sulle fasce. A centrocampo Baselli e Meité, un destro ed un mancino, possono garantire piedi buoni ed inserimenti. Penso che questa possa essere una formazione equilibrata che dalla trequarti in su può fare molto male alle difese avversarie

 

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tarzan - 1 settimana fa

    Io personalmente però metterei rincon al posto di baselli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 1 settimana fa

    Condivido cioò che dicono l’articolista e buona parte dei commentatori.
    Belotti e Zaza in avanti, con Falque a dx e Parigini a sn; Baselli e Meité in centro. Meno male che persone ben più esperte di me la pensano al mio stesso modo.
    Davanti a Sirigu, per me, De Silvestri, Izzo, Nkoulou, Aina. (Djidji domani lo lascerei a riposo).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. michelebrillada@gmail.com - 1 settimana fa

    la soluzione è esonerare mister (porte chiuse val fila)perche non abbiamo nessun :gioco,schema,corsa,grinta,velocità e cosi non si va da nessuna parte con il campionato gia finito (per noi)a fine novembre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Hagakure - 1 settimana fa

    FINALMENTE…!!!

    Stavolta lo dico con il cuore: bravo Lello, brava Redazione….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 1 settimana fa

    E il mio dubbio è se la squadra abbia le capacità di cambiare radicalmente o abbia provato anche questo modulo. In corso di partita lo abbiamo fatto. Ripeto Magari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. alètoro - 1 settimana fa

    Modulo tattico assolutamente condivisibile in quanto è equilibrato e sfrutta adeguatamente le ottime potenzialità tecniche di Zaza e Parigini, i quali meritano certamente una maglia da titolare. Mister Mazzarri svegliati e schiera un TORO più coraggioso in cui gli elementi migliori sotto l’aspetto tecnico, citati nell’articolo, siano tutti utilizzati già ad inizio della partita. Alé TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. marcohelg_385 - 1 settimana fa

    basta zaza…ma pare impossibile. comunque a parte juve/napoli/inter/roma giocherebbe in tutte le altre squadre di A quindi caro mazzarri si evince dalle tue scelte che pensi di avere una squadra da 5(!)posto… e allora fiesta!!!! ps, poveri noi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SiculoGranataSempre - 1 settimana fa

    Idea anche troppo spregiudicata, soprattutto per uno come WM! Però magari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy