‘Toro ti servono D’Ambrosio e Brighi’

‘Toro ti servono D’Ambrosio e Brighi’

“Mai come in questa fase della stagione l’aspetto più importante non è nelle gambe ma nella testa. Ecco perché il Toro domenica dovrà dimostrare di avere smaltito le scorie di Cagliari, soprattutto quelle nervose, e dovrà essere concentrato per 95 minuti”.

 

Da navigatore esperto Lello Vernacchia, il nostro esperto di tattica, ha un’idea chiara su quello che potrà…

Commenta per primo!

“Mai come in questa fase della stagione l’aspetto più importante non è nelle gambe ma nella testa. Ecco perché il Toro domenica dovrà dimostrare di avere smaltito le scorie di Cagliari, soprattutto quelle nervose, e dovrà essere concentrato per 95 minuti”.

 

Da navigatore esperto Lello Vernacchia, il nostro esperto di tattica, ha un’idea chiara su quello che potrà essere la gara di domenica prossima contro il Palermo. Il Toro può giocare per due risultati anche se “questi sono tre punti che possono valere sei nella corsa salvezza. Purtroppo non si può avere pietà, anche per avere un po’ di tranquillità per il futuro”.
I continui cambi al Palermo non devono distrarre oppure far pensare ad una gara facile: “Evidentemente ci sono problemi di spogliatoio, ma se è stato deciso di richiamare Gasperini saranno stati consultati i giocatori che contano e sarà stato fatto un discorso chiaro. Se riescono a ricompattarsi possono essere ancora pericolosi”.
E poi c’è Gasperini: “Un tecnico che a me piace molto, nonostante negli ultimi anni abbia vissuto momenti difficili. Ho letto che non vuole abbandonare il trio davanti anche se in realtà gioca con due trequartisti e una punta, quindi credo verrà a giocarsela”. Se il Palermo farà la partita, buon per il Toro: “Abbiamo i giocatori giusti per punirli in velocità ma devono rientrare Santana a sinistra e D’Ambrosio dietro di lui. E poi vedo bene Meggiorini con Bianchi, ma pure il rientro di Brighi E’ il giocatore giusto visto che sa perfettamente inserirsi tra le linee e sfruttare la superiorità numerica”.
Quanto a Barreto, sposa la nostra tesi: “Deve rifiatare, gli manca quella brillantezza che è una delle sue caratteristiche principali. Può sicuramente essere un valore aggiunto, oggi non lo è”.

Federico Danesi
(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy