Quaterna contro il Crotone e il Gallo canta tre volte

Quaterna contro il Crotone e il Gallo canta tre volte

L’editoriale di Gino Strippoli / Netta supremazia granata e Ljajic si conferma ancora decisivo

di Gino Strippoli

Canta tre volte il Gallo contro il Crotone grazie anche a due assist su calci da fermo di Adem Ljajic, poi un bel gol solista di Falque ed il Toro piega nettamente i calabresi. I granata, sin dai primi minuti, hanno mostrato la voglia e la volontà di ritornare a vincere davanti al proprio pubblico. Nessuno sceso in campo ha deluso, tutti hanno giocato per la squadra aiutandosi. È anche vero che al Crotone mancavano ben 4 titolari, ma è altrettanto giusto ricordare come l’approccio alla gara di Belotti e compagni sia stato quello giusto. Mazzarri chiedeva nei giorni scorsi ai suoi ragazzi di correre e la risposta sul campo non si è fatta attendere tutti per uno e uno per tutti.

TURIN, ITALY - APRIL 04: Adem Ljajic (L) of Torino FC is challenged by Andrea Barberis of FC Crotone during the Serie A match between Torino FC and FC Crotone at Stadio Olimpico di Torino on April 4, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 04: Adem Ljajic (L) of Torino FC is challenged by Andrea Barberis of FC Crotone during the Serie A match between Torino FC and FC Crotone at Stadio Olimpico di Torino on April 4, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Gallo Belotti con questa tripletta ha raggiunto quota 9 reti in campionato ed è un giusto risveglio che può fare solo bene al Toro in questo finale di stagione, il tutto condito da un’altra eccellente prestazione di Falque che ha aggiunto al suo score di capocannoniere un’altra rete, raggiungendo quota 11. Il Crotone, a dir il vero, non ha mai messo in serio pericolo la difesa granata e l’esordio di Bonifazi dal primo minuto è stato indolore, grazie anche all’attenta regia difensiva di Burdisso e all’esperienza di Moretti.

È una vittoria che serve al morale, sicuramente, ma che non deve far esaltare più di tanto visto il valore dell’avversario affrontato. Giusto però dare merito a questi ragazzi che dovevano ottenere la vittoria e l’hanno ottenuta senza grande fatica. Tra la trasferta di Cagliari e la partita in casa con il Crotone, il Toro ha segnato la bellezza di 8 reti subendone solo una, questa è una dimostrazione di voler ritornare a conquistare i propri tifosi. È chiaro che, il superamento definitivo della crisi può arrivare domenica prossima contro l’Inter, dove ci attenderemo di trovare un Toro deciso che venderò cara la pelle e, soprattutto, in cerca della vittoria con una prestazione grintosa.

Non ci sarà Rincon che a causa dell’ammonizione ricevuta ieri sarà squalificato. Anche Sirigu oggi ha svolto come sempre la sua parte da campione respingendo un forte tiro di Trotta – l’unico vero pericolo subito dai granata-. Poi rimasti in dieci contro undici, per l’ uscita dello sfortunato Buongiorno, i granata hanno concesso il gol della bandiera al Crotone all’ultimo minuto, ormai in totale rilassamento e deconcentrati. Il Gallo è rinato, ben 52 i gol in granata in 101 presenze; Adem Ljajic sembra tornato sui suoi livelli di assist man e soprattutto sta dimostrando di avere una gran voglia di giocare e dar in cabina di regia grande aiuto ai compagni; Iago Falque sta confermando di essere il giocatore di grande continuità sia come fromboliere, che come raccordo di centrocampo ed è più di tutti gli altri in grande spolvero. Sono tutti elementi positivi che possono riportare il Toro a finire la stagione in crescendo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy