Questo è solo l’inizio

Questo è solo l’inizio

Editoriale / Valori umani oltre la qualità: perché per diventare professionisti bisogna imparare innanzitutto ad essere uomini

di Nicolò Muggianu

Eccola la seconda Supercoppa Primavera della storia del Torino. Un trofeo che arriva a coronamento di un lavoro iniziato oltre un anno fa. Un percorso che ha visto crescere e formarsi tanti ragazzi, prima come uomini e poi come calciatori. Ed è proprio questa la peculiarità che rende unica la Primavera del Torino. Perché, per stessa ammissione di Coppitelli, dal punto di vista tecnico ci sono squadre più fornite di quella granata. Ma si sa, il calcio non è solo una questione di qualità.

Ed è questo che ci fa pensare con ottimismo che il trofeo alzato ieri sera sotto il cielo di Sesto San Giovanni possa essere soltanto l’inizio di un qualcosa di più grande. In primis per la squadra: ancora in piena corsa per tutti i traguardi più importanti. Dal campionato alla Coppa Italia, attendendo il via del Torneo di Viareggio. Ma anche per Coppitelli e per tutti i suoi ragazzi. Non solo Millico, chiaramente il più chiacchierato, ma anche tanti altri che hanno dimostrato di avere le doti caratteriali (oltre che tecniche) per diventare definitivamente calciatori con la “C” maiuscola. Perché prima di imparare ad essere un professionista, un ragazzo deve innanzitutto imparare ad essere uomo. E questa squadra sembra averlo capito. La sensazione è che questi ragazzi e questa squadra si toglieranno ancora tante altre soddisfazioni, che sia insieme o (in un futuro nemmeno troppo lontano) individualmente. Ma senza perdere la propria identità: perché la vera forza del Torino è quella di conoscere i propri limiti. Sapere di essere sporco, cattivo, ma a suo modo efficace e soprattutto vincente.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14142151 - 3 mesi fa

    #realtoro ci complichiamo la vita come sempre, ma alla fine le soddisfazioni valgono di più. #FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gio - 3 mesi fa

    Vedo anche tanto talento, forse sono troppo ottimista ma gente come Millico e Rauti… dovremmo inventarci la Corte di Millico, come la Quinta del Buitre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. One plastic - 3 mesi fa

      giagn, dovremmo pure inventarci un allenatore che sia capace di sfruttarli…in
      un anno e mezzo ha fatto esordire nessuno, mandato in prestito edera e bonifazi, utilizzato col
      contagocce parigini.
      non mi sembra ci siano i migliori auspici per un apporto costante alla prima squadra, vorrei vedere coppitelli sostituire questo anacronistico allenatore ma ho paura che rovineremmo il magico mondo della primavera e con questa realtà anche coppitelli stesso.
      non penso che quest’ultimo aspetterà ancora molto , però, per tentare il salto di categoria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gio - 3 mesi fa

        Per carità, però questa squadra mi pare abbia individualità più interessanti persino di quella campione d’Italia. Del resto il capitano Fissore è stato sbolognato subito, senza dargli opportunità

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 mesi fa

          Carriera di Fissore post Toro : Alessandria, Como, Sanbenedettese. Non mi sembra una carriera fulgida. Se fosse stato un campioncino avrebbe fatto altro. O no ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luke90 - 3 mesi fa

    Qui lodiamo la nostra Primavera … la copertina dovrebbe essere solo per loro.. riferimenti allATM, gobbi, non dovrebbero esserci almeno oggi…
    Onore ai Campioni.
    Il Toro è anche questo.
    Per sempre Forza Toro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tric - 3 mesi fa

    Sporchi e cattivi non sono aggettivi gradevoli. Forti, grintosi, tosti, mi piacciono molto di più!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rokko110768 - 3 mesi fa

    L’Atletico Madrid del Cholo è quanto dobbiamo perseguire ad ogni livello. Squadra tosta, sporca e cattiva che dà tutto, è l’interpretazione del Tremendismo Granata che vogliamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroMeite - 3 mesi fa

    Quello della vecchia ladrona a Madrid speriamo sia il prosieguo di una serie corposa di fallimenti :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco59 - 3 mesi fa

    TRIPLETE, MISTER E RAGAZZI…TRIPLETE….!!!!

    FATECI SOGNARE, MITICI…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14003131 - 3 mesi fa

    Ecco, qualcosa in piccolo come l’Atletico.. paragone azzeccato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. tric - 3 mesi fa

    Non ho letto una sola parola su Onisa: ha fatto un gol strepitoso, e non è il primo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Un piccolo parallelo, azzardato: brutti, sporchi e cattivi, ma onesti e puliti.
    Qualcosa, in piccolo, come l’Atletico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    E speriamo che inizino ad alimentare anche la prima squadra in maniera costante, non facendo solo apparizioni sporadiche in panchina o andando in giro per l’Italia per prestiti nelle categorie minori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 3 mesi fa

      Lo spero anche io, ma a dirla tutta ieri ho visto la partita e non ho visto giocatori già pronti per la prima squadra.
      Ho visto troppe incertezze anche nei più talentuosi (Ferigra, Millico…ecc), per conto mio devono ancora crescere parecchio per poter diventare membri stabili della prima squadra.
      Spero ovviamente di sbagliarmi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy