Toro che pollo: bravo il Crotone a contenere i granata

Toro che pollo: bravo il Crotone a contenere i granata

L’ Editoriale di Gino Strippoli / I granata con le polveri bagnate, ma il gioco c’é!

1 Commento

Nulla da eccepire, il Toro ha confermato il gioco fatto vedere contro il Cagliari grazie al nuovo modulo di gioco e al  ‘nuovo’ Ljajic bravo nel prendere in mano la squadra inventando e cercando anche il gol, sfiorato grazie ad una grande parata di Cordaz. Senza ombra di dubbio il numero uno crotonese è stato il miglior in campo viste le parate fatte con un po’ di intuito e un po’ con classe. Di certo Maxi Lopez e Belotti hanno avuto le occasioni per segnare ma un po’ per l’imprecisione o meglio la cattiveria nel tiro e un po’ per la bravura di Cordaz non sono riusciti a gonfiare la rete se non per un rigore segnato dal ‘Gallo’, tirato davvero bene e angolato che non ha concesso scampo al portiere.


C’è anche da dire che il rigore concesso in favore dei granata e parso un po’ un mezzo regalo dell’ arbitro, ma così è stato e il Toro ne ha beneficiato portandosi in vantaggio.
Ecco: dopo il gol ci si aspettavano altri gol granata, invece un po’ per sfortuna vedi il tiro di Boye e il colpo di testa di Baselli usciti di un nulla e un po’ per troppa precipitazione il raddoppio non è mai arrivato nonostante l’ impegno e il gioco arrembante granata.
Il centrocampo sorretto da un grande Baselli e la regia di un buon Valdifiori è riuscito a ricamare buone trame di gioco ed il Crotone in certi momenti sembrava poter crollare da un momento all’ altro ed invece è arrivato un po’ a sorpresa il pareggio dei calabresi grazie ad un addormentata generale durante un tiepido attacco, con Baselli che non riesce a anticipare di testa il proprio avversario, Hart che non esce durante la fase del cross del Crotone e il mancato anticipo di testa di Carlao che ha permesso il gol di Nwankwo.

Il Toro sorpreso e arrabbiato ha poi cercato la reazione per cercare la vittoria davanti al proprio pubblico ma la squadra allenata da Davide Nicola ha saputo resistere agli attacchi granata dimostrando di poter lottare fino alla fine per rimanere in serie A anche se la vittoria dell’ Empoli contro la Fiorentina potrebbe far risultare inutile il pareggio di ieri. Un preziosismo questa partita lo ha comunque regalato ovvero il venticinquesimo gol di Belotti in serie A che lo pone dal 1962 ad oggi solo insieme a campioni come Toni, Signori, Di Natale, Totti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. miele - 2 settimane fa

    Con un po’ d’impegno, si potrebbe almeno stabilire un primato: gicare un intero girone subendo almeno un gol a partita (più spesso almeno due). C’è da esserne orgogliosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy