Toro in cerca del tris

Toro in cerca del tris

L’editoriale di Gino Strippoli –  Contro la Sampdoria  una vittoria per dare continuità

 

Questo pomeriggio contro la Sampdoria  il Torino cercherà di dare continuità ai risultati positivi  che  hanno contraddistinto  il rilancio in classifica. Trovare  contro  i blucerchiati la terza vittoria  consecutiva  potrebbe significare  una decisa svolta in un campionato al solito equilibrato…

Commenta per primo!

L’editoriale di Gino Strippoli –  Contro la Sampdoria  una vittoria per dare continuità

 

Questo pomeriggio contro la Sampdoria  il Torino cercherà di dare continuità ai risultati positivi  che  hanno contraddistinto  il rilancio in classifica. Trovare  contro  i blucerchiati la terza vittoria  consecutiva  potrebbe significare  una decisa svolta in un campionato al solito equilibrato , dove le distanze in classifica  tra le squadre sono davvero molto brevi.

 

Basti pensare  che l’Inter e il Milan , che hanno nel loro organico giocatori super pagati e  anche tecnicamente importanti, hanno solo un punto in più dei granata. Questo la dice lunga  sul campionato italiano ma soprattutto dice che i ragazzi granata dopo un paio di sbandamenti  hanno ritrovato entusiasmo e il giusto equilibrio per rimettersi nella giusta carreggiata che coincide con la parte sinistra della classifica..

 

Occorre quindi non sprecare l’occasione che si presenta oggi contro i doriani che arrivano forti di una classifica importante  come da anni non succedeva e di un calciomercato invernale a suon di botti, vedi Etò e Muriel. Proprio per questo motivo  il Toro, che di certo non può essere visto come il favorito, ha la possibilità  di centrare un risultato  positivo.

 

Sarà importante  ripetere la stessa prestazione  realizzata contro l’Inter , scendendo in campo  concentrati e organizzati . Mancherà Maksimovic ma di certo Cesare Bovo al rientro da titolare non lo farà rimpiangere.

In attacco  la coppia Quagliarella – Martinez sembra ancora la più accreditata a giocare nei primi 45 minuti, infatti la velocità e la frizzantezza del venezuelano  come è già successo contro l’Inter  può dare molto fastidio alla difesa avversaria , soprattutto logorandola  con i suoi continui scatti. Poi l’entrata  in campo di Maxi Lopez  in una fase successiva della gara potrebbe dare ancora una volta  il colpo del Ko come è già successo  contro Cesena e Inter. L’argentino  ha tecnica e qualità  tali da far male alla difesa doriana  imponendo  la giusta esperienza e freschezza  dalla tre quarti di campo in su quando i blucerchiati  magari potrebbero accusare pause di stanchezza.

 

E’ chiaro che la difesa e il centrocampo granata non dovranno mai perdere la bussola sul campo perché Eder e company se vengono lasciati liberi di operare e quindi di avere gli spazi giusti difficilmente perdonano.

 

Ci si attende molto dal rientro di Bruno Peres e dalla sua velocità e fantasia  sulla fascia destra.

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy