Toro-Milan, l’Eurosfida

Toro-Milan, l’Eurosfida

L’ editoriale di Gino Strippoli- È l’ora di vedere in campo un euroToro

di Gino Strippoli

La vera sfida europea è arrivata e questa sera chi vincerà la gara tra Torino e Milan si assicurerà molte chance di valicare la frontiera europea nella prossima stagione, al di là se sia in Champions o in EuropaLeague.
Di sicuro in campo si assisterà ad una gara senza esclusioni di colpi, una partita dove la grinta sarà necessaria per far soccombere l’avversario.
I granata sinora stanno dimostrando un grande carattere che ha portato risultati importanti anche se il gioco bello a vedersi è latitato quasi sempre. Ma se si è lì in una classifica mai così soddisfacente nell’era Cairo vuol dire che Mazzarri ha lavorato bene e i giocatori lo hanno seguito.
Nell’era Cairo in venti incontri, di cui uno di Coppa Italia, in il Toro non è mai riuscito a vincere contro i rossoneri, con ben 9 sconfitte e 11 pareggi. I granata dovranno sovvertire questa tendenza che ormai dura da troppo tempo.
Il morale dei granata è alto ed è voglioso di dimostrare in tutta Italia che la loro squadra e compagine che merita l’ Europa, e il crederci come sono state le molteplici dichiarazioni di molti giocatori da un mese a questa parte può solo far bene nell’autostima e nella consapevolezza di poter raggiungere l’ obiettivo.
Questa sera quindi non ci saranno sconti da entrambe le parti. Il Milan d’altronde dopo la  batosta subita dalla Lazio, con l’ uscita dalla Coppa Italia, arriverà a Torino con il dente avvelenato. Il Toro dalla sua ha la terza difesa migliore del campionato e questo è un dato di fatto per tutte le squadre che affrontano i granata. Piatek fa paura, è vero, ma Sirigu, Izzo a Nkoulou e Moretti  stanno dimostrando con i fatti che nessun avversario, nessun attaccante ha vita facile contro di loro.
Molto come sempre si deciderà a centrocampo con il quasi sicuro innesto di Lukic al posto di Baselli a meno che Mazzarri non decida di inserire Ansaldi in mediana, con Ola Aina a sinistra e il recuperato De Silvestri a destra. A chiudere la mediana ci saranno Meité e Rincon. In attacco a pungere la difesa milanista ci dovranno pensare Belotti con l’aiuto di Berenguer o di Parigini.
Da questa sera alla fine del campionato sarà sempre in ogni partita un guado da superare. Intanto il 4 maggio si avvicina e il 3 si giocherà in derby.
Vincendo questa sera il Toro si avvicinerebbe alla stracittadina sicuramente con un morale molto alto e quale sarebbe il miglior regalo per commemorare il Grande Torino, gli Invincibili, se non vincere anche contro i bianconeri!

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro71 - 2 mesi fa

    Cominciamo a vincere col Milan….i calcoli si faranno alla fine del Campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ninjiagranata2 - 2 mesi fa

    L unica cosa sicura e che vincendo tutte 5 le partite rimanenti si fa come minimo sesti mettendoci al riparo dal risultato di coppa Italia. Una partita alla volta,anche vincendo oggi non si deciderebbe niente certo il morale andrebbe a mille ma calma e coltello tra i denti fino alla giornata 38 e dopo guarderemo lo specchietto retrovisore sperando che ci siano molte squadre dietro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

      Io penso invece che vincendole tutte 5,con 68 punti sarebbe 5 posto almeno. Ma mi sembra non sia nelle cose fare 15 punti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ninjiagranata2 - 2 mesi fa

        Dicevo matematicamente comunque concordo con te quasi impossibile vincerle tutte ciao

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ninjiagranata2 - 2 mesi fa

        Concordo con te quasi impossibile vincerle tutte il mio conteggio era puramente matematico senza contare i risultati degli altri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    È indubbio che quella di questa sera è una partita fondamentale. Ma mi sembra che la si stia enfatizzando come un traguardo. Ma anche vincendola ancora nulla sarà fatto e deciso. Troppo corta la classifica e noi siamo al 7mo posto. Se dovesse andar bene allora le 4 successive sarebbero quelle decisive. Insomma, secondo me ci servono almeno 10 punti. E se alla penultima lEmpoli sarà ancora a lottare per la salvezza, quella partita potrà essere la più difficile. La partita di oggi emetterà solo la sentenza su cosa ci aspetta nelle altre 4: quattro altri incontri più importanti degli ultimi 20 anni o campionato quasi finito. C’è ancora molto da soffrire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

      E già!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14036712 - 2 mesi fa

    Una sfida per volta, per piacere! Non pensiamo al derby ma al Milan, stanco con Piatek in panca a farne le spese, ma tecnicamente superiore a noi. Pressing, ritmo e fisicità ed un “arbitro” neutrale, le armi per battere i rossoneri. SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy