Toro pronto alla vittoria!

Toro pronto alla vittoria!

L’editoriale di Gino Strippoli / I granata possono ripetere la prestazione vittoriosa dello scorso anno

2 commenti

Dopo un ‘bel’ riposo di due settimane il Toro torna in campo con l’intenzione di riprendersi quella vittoria che manca ormai da tempo. Le ferite della doppia sconfitta Juventus- Inter sono se non del tutto rimarginate son state almeno disinfettate per bene e per questo Toro ferito anche dalla sfortuna ( le prestazioni la squadra le ha fatte bene seppur perdendo) è tempo di andare a prendersi rivincite proprio contro la dea bendata. Lo scorso anno fu un successo importante per gli uomini di Ventura ma oggi l’Atalanta appare squadra diversa rispetto allo scorso campionato, questo grazie al lavoro di Edy Reja che ne ha fatto una squadra combattiva seppur giovane. Ha inventato un centrocampo del tutto nuovo inserendo al centro della regia De Roon mentre Cigarini lo ha spostato a destra con a sinistra il giovane Grassi ( di cui tutti parlano un gran bene).
Se è vero che mancherà Pinilla , un bomber che fa sempre male , è altrettanto certo che il trio offensivo formato da Moralez, Denis e Gomez è molto pericoloso, soprattutto grazie alla velocità e alle fiondate dei due esterni.
Una partita che il Toro di Ventura dovrà cercare di far sua sin dai primi minuti lasciando poco spazio all’impostazione di gioco avversaria. Aspettare troppo i bergamaschi e concedere loro troppo campo potrebbe essere molto rischioso.
Il Toro giocherà con due ex bergamaschi come Baselli e Zappacosta che cercheranno di farsi rimpiangere e se esprimeranno il loro valore sicuramente sarà l’Atalamta ha piangere. Una domenica che dovrebbe vedere l’attacco granata formato da Belotti e Quagliarella , un binomio che da un momento all’altro potrebbe esplodere , chi sa far gol e li ha sempre fatti può concedere in campionato qualche giornata di pausa o di annebbiamento ma il valore rimane così come il fiuto del gol.
Recuperati Peres e Jansson dai vari acciacchi e Bovo dalla squalifica l’allenatore granata in difesa opterà sicuramente per il trio più affidabile capitanato da Glik con ai suoi fianchi Moretti e Bovo.
La novità granata a centrocampo dovrebbe essere il rientro di Gazzi dal primo minuto. Il “rosso” granata è un vero scudo davanti alla difesa e lo scorso anno il Toro fortifico il suo reparto arretrato grazie anche alle prestazioni di Alessandro.
Adesso palla al centro è massima concentrazione perché è vietato sbagliare.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max63 - 1 anno fa

    Che il tandem Quagliarella Belotti da un momento ad un altro esploda è una stucchevole suggestione che guardando il primo l’unica esplosione potrebbero essere i marroni dei tifosi che non possono più sopportare un attaccante che arriva sempre dopo e la gamba non la mette mai. Il problema è rovinare un capitale come quello di Belotti che a lungo andare potrebbe evaporare. Il toro ha il problema di un allenatore che non ha più nulla da dare alla casa del toro. Ormai le idee sono concluse (da un bel po’ di tempo) ma nessuno ha il coraggio di dirlo. Certo fa cassa per la società ma la squadra è avvolta in quel l’ormai scontato giro di palla che produce il nulla. La squadra non verticalizzazione mai, sembra sempre la preda dall’avversario di turno, i giocatori sono ingabbiati nei suoi dettami e non osano nulla di più durante il match e non è un problema di giocatori non bravi. Il toro pur ringraziando ventura deve dare un nuovo timoniere capace di dare autostima e nuove idee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gantonaz64 - 1 anno fa

    Chiaro articolo ottimistico.Vedremo alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy