Toro sconfitto: più che l’Inter, ha potuto Irrati

Toro sconfitto: più che l’Inter, ha potuto Irrati

L’editoriale di Gino Strippoli / Handanovic e la traversa salvano Mancini. Nerazzurri? Squadretta da poco

14 commenti
Irrati Inter Torino

Chi si aspettava di vedere una grande Inter sicuramente si sarà ricreduto. I tanti nomi che ha in organico nel computo dei 90 minuti contro il Torino non sono riusciti a costruire tre passaggi di seguito, per di più l’Inter, ieri all’Olimpico, non ha tirato una sola volta in porta tant’è che Padelli a parte una bella uscita di pugno non ha dovuto mai sporcarsi i guantoni.

Eppure è riuscita a vincere con la grande partecipazione di Irrati, un fischietto che ha arbitrato a senso unico pro-nerazzurri. Non si possono contare i falli rimasti impuniti fatti dai giocatori dell’Inter due grossi come una casa: uno su Benassi sul fronte d’attacco granata e un altro su Belotti in piena area nerazzurra. Se proprio ci si vuol mettere c’è stata anche un azione dubbia su Maxi Lopez nei secondi 45 minuti.

Che dire poi dell’azione del gol di Kondogbia nata da un fallo inesistente di Glik con conseguente ammonizione. Certo, sul calcio da fermo la difesa dormicchia e si fa passare la sfera da destra a sinistra con eccessiva facilità, con Moretti e Molinaro che si fanno sorprendere ma, il “ma” ci sta eccome perché quella punizione è stata un regalo arbitrale.

Durante tutto l’incontro il Toro è quello che ha svolto una manovra corale da squadra ed in campo si è vista solo una squadra che si possa denominare tale ovvero il Toro. E’ dura pagare l’unico errore fatto in 96 minuti giocati con una sconfitta ma il Toro si ritrova a piangere lacrime che non hanno colpevoli tra i granata. L’impegno c’è stato, le occasioni sono state create e solo un super Handanovic , su Vives , Quagliarella, Maxi Lopez e Belotti e una traversa su Benassi hanno impedito al Toro di gonfiare la rete. Poi l’arbitro Irrati ci ha messo del suo negando a più riprese falli evidentissimi subiti dai granata.

Bene Gaston Silva alla sua prima da marcatore destro, ottima la regia di Vives così come la grinta e la qualità di Benassi e di Molinaro , meno brillante del solito Baselli ma comunque importante nel dare a Lopez una palla d’oro in area , imperioso capitan Glik anche se qualche piccolissima sbavatura se l’è permessa, ma capita ai migliori. Buono il rendimento di Peres che ha spaccato il centrocampo avversario con le sue accelerazioni.

L’Inter se presa in velocità in mezzo al campo va in confusione e ciò è capitato finché il brasiliano granata ha retto il campo . Ancora una partita sottotono di Quagliarella che ha sicuramente sulla coscienza un gol non realizzato davanti alla porta con seguente salvataggio di Handanovic prima sullo stesso centravanti e poi su Belotti. Il problema è che da li devi agganciare bene e segnare, non ci sono attenuanti. Il ragazzo Belotti? E’ sicuramente un moto perpetuo, si impegna ma ancora non decide nulla.

E’ giusto aspettarlo ma attualmente sembra lontano parente di quello che ha infiammato la Favorita e in Under 21. Oggi come oggi penso e ripeto che Maxi Lopez è il miglior attaccante che il Toro ha nel suo organico perché è completo in tutte le fasi: difensive quando rincorre i diretti marcatori, a centrocampo quando fa salire la squadra difendendo sempre il pallone, in avanti quando impegna sempre due avversari e solo un attento Handanovic gli ha impedito di esultare all’’80 dove ben servito da Baselli e contrastato da due avversari e riuscito a tirare con il numero uno nerazzurro bravo a trovare la deviazione in angolo.

L’Inter? Cinica e spietata ha saputo sfruttare l’unico errore granata ma si spera che una squadra così non possa vincere il campionato sarebbe un delitto al gioco del calcio.

14 commenti

14 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. fedeltoro49 - 1 anno fa

    Signor Strippoli,per favore meno commenti da tifoso e più da giornalista serio.Dalle mie parti si dice : “Chi biallu vò pariri gran duluri ha da sintiri”. Il che,tradotto in italiano significa che chi vuol sembrare bello deve sentire gran dolore. Non servono le giustificazioni e gli incensamenti ma una buona sferzata tale da far svegliare chi offre un gioco ormai stantio ed accampa scuse quali l’assenza dei cosiddetti “Titolari”.Ha fatto una disamina sul perché degli infortuni a catena? Quelli dovuti a scontri di gioco duri od a causa non preventivabili sono da mettere nel novero delle possibilità, ma quelli dovuti a carenza di, o ad errata, preparazione fisica sono tutt’altra cosa.Ha mai letto la favola del re che era nudo? Se non lo ha fatto credo dovrebbe farlo perché fa capire molte cose.Certamente non bisogna dare addosso a nessuno ma una seria ed equilibrata analisi del momento sarebbe più vantaggiosa per tutti.
    Un cordiale saluto e sempre e solo “FORZA TORO”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabry.prover_550 - 1 anno fa

    Io dico solo che nell’occasione di Belotti, o fai fallo sul portiere o fai goal.
    Non entri molle…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. RDS - 26/04/15 Toro 2 - Merde 1 - 1 anno fa

    Basta con questo provincialismo che si basa sempre sul dare la colpa all’arbitro, guardiamoci allo specchio e soprattutto dentro, d’accordo su Maxi Lopez deve essere titolare forse qualche panchina farebbe bene al Quaglia che così rifiaterebbe, a noi manca la fantasia e manca il regista che lanci le punte e i laterali con lanci lunghi a scavalcare i centrocampi affollati, purtroppo in panca ce lo abbiamo uno ma deve ancora imparare l’italiano…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wendok - 1 anno fa

      Ma come osi t, essere contro orrente con il Vate ? Ma non capisci che fa parte del percorso di crescita ? Vuoi che non sia i portante il parlare l italiano ? C è l interprete agli allenamenti,… Ma in campionato mica vuoi che non si capiscano ?
      E osi giudicare men che piacevolissimo il ritorno alla difesa quando sia o sulla trequarti avversaria ? Fa tutto parte della libidineeeeeee !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 1 anno fa

    In effetti,chiedo a Strippoli e collaboratori,non vi rendete conto di offrire commenti e letture delle partite patetiche?
    Cosa c’entra l’arbitro?
    Sotto i commenti di un altro articolo ho scritto che i problemi sono allenatore e rosa modesti:voglio precisare,con rammarico,che credo la modestia della rosa superiore a quella dell’allenatore,il quale comunque ci mette molto del suo.
    Basta fare un paragone tra la nostra partita e quella che l’Atalanta ha giocato contro il Milan,partendo dal presupposto che la nostra squadra non è inferiore a quella bergamasca:noi aspettiamo,giochicchiamo,non pressiamo,abbiamo chiaramente timore di giocare contro squadre molto abbordabili (Milan,Inter,Juve),mentre loro pressavano,erano determinati e mostravano di voler vincere pur giocando in trasferta.
    Io non ne posso più di vedere un gioco come il nostro,lo trovo antitetico rispetto a quello moderno.
    Che ne dite?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wendok - 1 anno fa

      Per non parlare del sassuolo che contro la juve ha giocato cn tre punte, ha una rosa quantomeno non superiore alla nostra ed è con ben altro gioco e classifica.per quanto riguarda le valutazioni dei giocatori, le pagelle, circa le quali sembra sempre che quelli di tn la vedano giocando alla playstation la partita, in fatti basta confrontarle con le molto più realistiche pagelle di cuoretoro.it.
      Secondo me c è un concorsone a chi la spara più grossa. E per ora sta vincendo mr libido.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Wendok - 1 anno fa

    Oramai illeggibile così come inguardabile la trasmissione del mercoledì. Tutti a giustificare tutto. Ora si va oltre,…. La colpa è degli arbitri ?
    Che pena. ” pena” è la parola che meglio descrive il mio sentimento ed umore. L inter si è difesa, semplicemente perchè stava vincendo, col minimo sforzo. Si riguardi sig strippoli i minuti fino al gol ! Erano l unica squadra in campo ! Poi si sono chiusi !
    Basta anche cn voi. Appello agli altri tifosi, indicate i un forum alternativo di un sito non prezzolato, grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. penitenziagite - 1 anno fa

    …certo, certo…è sempre colpa dell’arbitro…mentre allenatore e giocatori sono povere vittime sacrificate sull’altare della prima in classifica…!!!

    Ridicolo…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gian.ca_491 - 1 anno fa

    Stavolta sono d’accordo solo sull’ultima frase dell’articolo, quella che riguarda l’Inter…per il resto io non ho visto una buona prestazione del Toro, anzi…
    Comincio dai singoli: Bruno Peres è l’unico in grado di inventare qualcosa e ieri ci ha provato; la difesa ha retto benino, nonostante qualche sbavatura di Glik, e qualche indecisione di Gaston Silva che, però, pur giocando sul lato sbagliato, se l’è cavata.
    Molinaro avrà quantità ma la qualità è un’altra cosa, la rivedremo con Avelar…
    A centrocampo Benassi, a parte la sfortunata traversa, non ha mai crossato in maniera decente, Vives, encomiabile per impegno e dedizione, tutto è fuorché un regista (dov’è l’ottima regia vorrei capirlo, Borja Valero è un ottimo regista…), Baselli, pur discontinuo, è l’unico in grado di fare qualcosa di diverso dall’ordinario.
    In attacco ripeto che Maxi è imprescindibile, Quaglia è giù di tono e dovrebbe riposare un pò, Belotti si impegna, corre e contrasta ma allora bastava tenersi Meggiorini, perché un attaccante è tale non solo se segna ma anche se tira (di lui, a parte il clamoroso gol sbagliato ieri, non ricordo tiri in porta pericolosi nelle partite in cui ha giocato).
    Infine Ventura: sbaglia nel tener fuori Maxi, sbaglia nel lasciare in campo Vives esausto (ci voleva Acquah), sbaglia nel non richiare la terza punta al posto di un difensore una volta che Mancini togli Icardi, sbaglia negli approcci, troppo timidi, e sbaglia nell’insistere con questo logorroico fraseggio orizzontale, intervallato solo da lanci lunghi, per lo più sbagliati, o pericolosi retropassaggi che fanno spesso fare brutta figura a Padelli (ieri incolpevole).
    Temo che ora ci toccheranno 3-4 partite stile Empoli o Chievo dello scorso anno giusto per fare punti e far riprendere fiato alla classifica che poteva essere meravigliosa se avessimo giocato con i giusti stimoli a Modena col Carpi (vincendo saremmo stati primi…), che ora è anonima e che potrebbe diventare pericolosa se non inanelliamo un paio di vittorie prima della fine del girone di andata (in cui ci mancano Roma, Napoli, Sassuolo ed Atalanta quasi sempre indigeste, Bologna in ripresa, Udinese comunque sempre pericolosa, ed Empoli all’ultima…).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granata - 1 anno fa

    nN si può discutere che x 55 minuti l inter si è difesa difesa e Ga cercato qualche ripartenza.sul loro gol dormito tutti.però la palla la dobbiamo buttare dentro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. uassing - 1 anno fa

    Finche’vi appellate agli arbitri e alle occasioni sprecate non andremo lontano. Un po’ di sana autocritica nel vedere una squadra lontano parente, almeno sino adesso, di quella delle passate due stagioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabius - 1 anno fa

      Concordo
      Finché si dà la colpa agli altri non si va da nessuna parte, o meglio si resta nella parte destra della classifica, ben che vada

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bazza - 1 anno fa

    Commento da granata che ci sta tutto. Ma adesso dobbiamo diventare anche noi cinici e spietati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pippo - 1 anno fa

    mi sa che ho visto un’altra partita

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy