Toro, un pareggio che vale una vittoria

Toro, un pareggio che vale una vittoria

L’ editoriale di Gino Strippoli / Grande Cuore Granata, ma Padelli per poco…

5 commenti
Torino-Roma, Moviola

Una partita condotta in modo impeccabile dai granata, anzi direi quasi impeccabile vista la quantità di errori fatti in fase di finalizzazione, sia quando c’ era da decidere se tirare o dare l ‘ ultimo passaggio al compagno smarcato sia nell ‘ ultimo tocco a rete. Ma la cosa importante é che il Toro c’é nel costruire azioni pericolose e contro la Roma a tratti i granata sono stati devastanti nelle corsie dominate da Molinaro e da Peres e Acquah. Il pareggio é il risultato giusto proprio in virtù dei tanti errori commessi dai ragazzi di Ventura e non tanto per il gioco e per meriti romanisti. L ‘ unica vera squadra che gioca da squadra é stata quella granata mentre i giallorossi sono apparsi sin dai primi minuti nervosi e distratti.

Soprattutto nel primo tempo Glik e compagni hanno annullato gli avversari e solo un intervento del portiere Szczesny e una deviazione fortunosa non hanno permesso al Torino di andare subito in vantaggio. Il centrocampo ha avuto in Vives un attento regista e molto propositivo tanto che il signor Dzeko si é dovuto cimentare nelle vesti di marcatore proprio nei confronti del regista granata. Questo la dice tutta sulla partita fatta dai granata. Poi ci ha pensato Peres ha infiammare in maniera spettacolare la piazza e chi ama il calcio con le sue accelerazioni, i suoi dribbling in velocità, la sua fantasia. Davvero un giocatore di alto livello. Ogni sua azione ha spezzato le reni alla Roma, sia sulla corsia di destra sia quando il terzino granata é volato a tagliare il campo da destra a sinistra creando una superiorità numerica impressionante lasciando spesso dietro tre o quattro avversari.

In questa prestazione un grande aiuto il brasiliano lo ha avuto da Acquah, giocatore di quantità, indistruttibile bulldozer. Questa volta Belotti non ha segnato ma ha giocato da grande calciatore per la squadra ha corso e rincorso gli avversari é stato indomabile fino a conquistare il rigore del pareggio: complimenti! Un penalty che Maxi Lopez ha realizzato con freddezza e spesso non é semplice farlo quando si é sotto di un gol al 93′ minuto. Qui si vedono i grandi campioni.

Quando entrerà al massimo della condizione Maxi Lopez diventerà un giocatore insostituibile, così come Quagliarella che sta attraversando un periodo di appannamento ma ci sta nell’ arco della stagione per qualsiasi giocatore .

Dopo il gol subito il Toro non si é demoralizzato ma si tirato su le maniche per cercare il pareggio che poi ha raggiunto dimostrando un grande carattere. É stato un Toro inarrendevole!

Capitolo Padelli , il ragazzo é uscito dallo stadio sommerso di fischi , d’altronde il gol preso é un suo errore che poteva costa caro al Toro, ha sbagliato i tempi dell ‘ uscita anche se in parte é stato ingannato da avversari e compagni sul calcio piazzato tirato da Pjanic , un passaggio toccato da nessuno. Più infortunio o più errore? Sicuramente più errore perché il numero uno granata é mancato nella reattività, qualità imprenscindibile per un portiere.

Si é poi riscattato con quell ‘ uscita su Dzeko evitando il raddoppio giallorosso ma non può essere la parata a evitare un 4 in pagella. Adesso deve trovare l’ orgoglio e le forze per riscattarsi
nelle prossime partite e far vedere tutto il suo valore. Se non fosse stato per la caparbietà di Belotti nel prendersi quel rigore oggi Padelli sarebbe l ‘ imputato di una sconfitta immeritata. Invece oggi Padelli ha la colpevolezza di un errore grossolano ma che può e deve trovar riscatto già contro il Sassuolo e poi in Coppa Italia contro la Juventus.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxmurd - 1 anno fa

    E se invece il Sassuolo, che va a vincere a marassi ed è a un punto dalla EL, lo trovasse Ichazo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jerry - 1 anno fa

    La partita di ieri certifica due cose: 1) siamo una squadra, che sa giocare da squadra, ma che per fare il salto urge di un innesto di qualità. Ci vuole un giocatore di qualità che finalizzi le molteplici situazioni di ripartenze che abbiamo in ogni partita. Che sappia saltare l’uomo dalla tre quarti in su, o che crei un passaggio filtrante per l’inserimento delle punte o dei centrocampisti. 2) Cosa dobbiamo ancora vedere e subire noi tifosi, per avere, non dico un fenomeno, ma un normale PORTIERE. Ieri è stata l’ennesima prova che a gennaio urge l’acquisto di un portiere. Mi spiace per lui, ma è molto carente in tutti i fondamentali ( uscite alte, giocare con i piedi, reattività tra i pali,ecc). Ammirevole la difesa del gruppo nei suoi confronti, ma se vogliamo diventare grandi non possiamo partire sempre dall’uno a zero per gli altri. O perdere punti che ha fine campionato peseranno come macigni per la rincorsa all’Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. angelboy79 - 1 anno fa

    Spiace che ogni volta Strippoli commetta errori quasi ai livelli di Padelli…l’altra volta ha scritto “sopratutto” con una T sola questa volta ha scritto la proposizione “a” aggiungendo erroneamente la h davanti…commento esageratamente di parte…abbiamo giocato bene sì ma non abbiamo assolutamente dominato la partita…unica nota positiva è che perfino Strippoli oltre agli altri componenti della redazione di tn si è finalmente accorto che Padelli è una pippa assoluta e non è nemmeno da considerare un professionista…ve lo dico già adesso senza pericolo di smentita…quella ciofeca assurda appena finalmente c’è lo leggeremo dalle palle non giocherà più titolare nemmeno nelle partite di oratorio…lo acquisterà forse inizialmente una squadra di serie a per fare il secondo o terzo e marcirá come è giusto che sia in panchina…poi lo manderanno in b dove dopo massimo due partite speriamo dritto in panchina se non in tribuna…in ogni caso sempre e comunque FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giulio95 - 1 anno fa

    NON VALE UNA VITTORIA.
    VALE UN PUNTO.
    NON TRE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio - 1 anno fa

    Si deve riscattare in panchina

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy