Toro: vinci il derby e salva la stagione

Toro: vinci il derby e salva la stagione

L’editoriale di Gino Strippoli / La sfida con la Juventus rimane l’unico obiettivo concreto dei granata

7 commenti
Maratona, Torino, Toro, Carpi, Stadio Grande Torino

Caro Toro: vinci il derby, salva la stagione, salva tutto. Diversamente sarà davvero un’annata buttata all’aria. Solo una vittoria nel derby di domenica prossima potrebbe restituire orgoglio e dignità ai tifosi delusi da questo campionato. Anche le parole di Ciro Immobile: “il derby per toglierci da questa classifica”, ben si sintonizza con la premessa di questo editoriale. 

Anche perché conti alla mano al di là di ciò che combinano le altre squadre che sono incagliate ancora sotto i granata è proprio il Toro a doversi preoccupare di se stesso e della classifica.
Già la posizione in campionato dice che il Toro è 13° ed ha ben 9 punti in meno rispetto allo scorso anno. Anche se la distanza dalla famosa zona rossa è ben lontana 7 punti (Frosinone) e pare quasi impossibile una rimonta sui granata una squadra come il Toro non può accontentarsi di arrivare dal 13° al 17° posto, ma questo è il rischio e le due prossime partite devono per forza di cose portare punti alla squadra capitanata da Glik.
Vincere il derby potrebbe davvero significare molto sia per la squadra che per i tifosi ormai stanchi, delusi e amareggiati.

Se questa squadra manca davvero di personalità allora questa è una stagione buttata al vento perché se nessuno degli addetti è riuscito a dare mentalità vincente e ha personalizzare la squadra mi domando come si possa ancora credere che si stiano ponendo le basi per il futuro.
Non si può sempre imputare ai giovani la mancanza di carattere visto che anche contro il Genoa sono crollati giocatori che non sono proprio nati ieri vedi Vives, ormai logoro e lento ( il calcio ormai viaggia a velocità tremende che un 35 enne non può di certo tenere) ; Glik , il fantasma del giocatore che imperava in area lasciando poco scampo agli avversari; Molinaro, inesistente all’inverosimile; Moretti, l’unico che tiene ancora con dignità il campo nel sistema difensivo.

Poi certo ci sono anche i giovani, ma ricordiamolo sono giovani che comunque hanno dai 22 anni ai 25 anni , quindi non giovanissimi. Ma a questi giovani che scendono in campo senza carattere e senza personalità chi è che dovrebbe caricarli e motivarli? La personalità, uno o c’è l’ha oppure non c’è l’avrà mai. La personalità di un uomo non si può costruire, quindi i brividi vengono immediati pensando al futuro di questa squadra che per l’oggi è davvero buio.

In questa stagione per adesso non c’è stata nessuna crescita ma piuttosto un ridimensionamento psico – fisico non indifferente visto che dopo aver preso un gol la squadra si scioglie come burro al sole.
C’è solo un rimedio a tutto ciò, iniziando dal derby, tritare il terreno di gioco, tirare fuori gli attributi e mettere del vero furore agonistico.

Io personalmente non penso che questa squadra manchi di personalità ( questa mancanza l’ha dichiarata qualcuno dopo la partita), avrà molti difetti ma se in venti minuti mette sotto il Genoa , se per 60 minuti mette sotto la Lazio, vuol dire che ha sicuramente delle qualità buone tecniche.
La mentalità di una squadra però non la disegnano i giocatori ma la deve dare l’allenatore e qui i problemi sono due: o i giocatori non recepiscono e sono sordi alla voglia di vincere dell’allenatore oppure è l’allenatore che ha perso oggi quella grinta ( per 4 anni l’ha data) che deve infondere nella sua squadra. Non ci sono di certo altre soluzioni.

La mia vuol essere sempre una critica che possa spronare squadra e allenatore e non di certo disfattista, soprattutto in previsione della stracittadina di domenica all’Olimpico. Già un Olimpico granata, con i tifosi sempre all’altezza della situazione, che sicuramente tiferanno per quel colore granata che è leggenda e che non tradiranno mai.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 10 mesi fa

    Vorrei spendere 2 parole contro TN.
    La prima è per la scelta di questo sitema di forum che fa letteralmente CAGARE. Mai visto qualcosa di simile!!!
    La seconda è per lo zerbinismo mostrato tutto l’anno nei confronti della società del tecnico che non accenna a diminuire neanche di fronte a ripetute prestazioni a dir poco vergognose.

    Quando cambierete qualcosa?!?!?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 10 mesi fa

    Il derby non salvera’ proprio nulla, non lo fara’ perche’ purtroppo le prenderemo anche giocando tutti dietro e senza fare un tiro in porta, non lo fara’ perche’ non puo’ modificare la realta’ di una squadra mediocre e guidata da un tecnico modesto. Siamo in classifica dove meritiamo di stare, avendo mostrato per tutto il campionato un gioco orrendo, forse il piu’ brutto di tutta la serie a e ci salveremo solo perche’ ci sono squadre ancora piu’ scarse di noi e questa e’ una ulteriore conferma del livello sempre piu’ basso della serie a. Credo che questo campionato abbia dimostrato ancora una volta come le parole crescita, progetto fossero totalmente fuori luogo, non ci puo’ essere nessuna crescita se non si fanno investimenti, non si puo’ pensare di essere piu’ competitivi vendendo ogni anno gli elementi migliori. Purtroppo il nostro futuro e’ questo: una piccola societa’ che galleggia tra un ottavo posto quando va bene e lotta per non retrocedere quando va male, una societa’ che ogni anno vendera’ uno o piu’ giocatori ed andra’ a cercare qualche giovane sperando che possa crescere per poterlo rivendere, una societa’ che non guarda ai risultati sportivi perche’ e’ interessata solo a quelli economici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 10 mesi fa

      Purtroppo è come dici .
      Ah per la cronaca , ieri ho visto uno spezzone di Orgoglio granata, altri personaggi supinamente prostrati verso questo tecnico e questa società , ad un certo punto facevano
      un parallelo fra noi e L’espanyol nei confronti con il barcellona.
      Dove l’espanyol squadra di barcellona non vinceva mai i derby ma aveva sempre lo stadio pieno di gente disposta a tifare e gridare in qualsiasi modo andasse la partita .

      A parte il fatto che negli ultimi dieci anni di Derby l’espanyol ne ha vinti 3 , ma che razza di esempi sono , sempre raffrontarsi a chi puo’ star peggio ?

      Sempre essere orgogliosi di prenderlo nel c..o !!

      Ma il tifoso granata non deve e non puo’ essere così , noi dovremmo gridare la nostra storia , e oltre che essere fieri di farlo bisognerebbe che anche la società si sentisse fiera di essere IL TORO , non una squadra qualunque !!!!

      Il calcio è cambiato ? E allora ? Non facciamo niente ? E cosa partecipiamo a fare ?
      Tanto se è già tutto scritto , mettiamo fine a queste pantomime e pagliacciate (trasmissioni comprese) dove si cerca sempre di tenere un profilo basso per paura che succeda chissà cosa … Ma cosa ci puo’ ancora succedere , peggio di così .. siamo anche falliti … falliremo di nuovo ? E allora risorgeremo di nuovo ! Ma bisogna far sentire alla presidenza che è ora di cambiare registro .

      BASTA !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 10 mesi fa

        Premetto che purtroppo temo che il futuro sara’ decisamente grigio e non solo per noi, le differenze tra le prime cinque/sei squadre e tutte le altre tendono ad aumentare, senza contare i gobbi che sono di un altro pianeta per fatturato e capacita’ di spesa. In questo scenario il Toro e’ senza alcun reale progetto di sviluppo, senza investimenti, quello che ci aspetta e’ diconseguenza galleggiare in questa terra di nessuno, senza possibilita’ di salire e con il serio rischio di poter cadere; per quanto riguarda l’Espanyol e’ una squadra che non ha mai vinto il campionato spagnolo, non ha una storia come la nostra e tra l’altro non ha lo stadio sempre pieno, visto che lo scorso anno ha fatto una media di 18700 spettatori; solo che li ha fatti in uno stadio di proprieta’, con capienza di 40000 spettatori ed inaugurato nel 2009. In Spagna c’e’ chi investe 65M per costruire uno stadio a cui l’UEFA da quattro stelle, per una squadra che non ha mai vinto un campionato e che in un impianto moderno ed autosufficiente fa 18700 spettatori di media, decisamente non e’ un paragone che si possa fare con il Torino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 10 mesi fa

          Appunto . Proprio per qesto a me fà rabbia vedere che comunque si osannano allenatore e proprietà che in 10 anni la prima e quasi un lustro il socondo ci ha portati esattamente dove eravamo nel 2002 .

          Almeno incazzarsi un po , oltre a stemperare la rabbia che monta , si fà vedere che almeno non siamo proprio contenti della situazione .

          Nessuno quì chiede chissà cosa ma un po’ di dignità sì , perbacco !!

          Prendiamo schiaffi da tutti ciclicamente in media 3 anni su 4 , che diamine.

          Se cairo non vuole investire soldi suoi , che si trovi un socio o un acquisrente : diciamola tutta , non lo cerca neppure.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 10 mesi fa

    Ma andate a cacare anche voi di toronews, annata da buttare, non ho mai avuto così poche speranze di vederli giocare decentemente, vincere non è manco più una speranza.
    La partita della vita è con l’Atalanta, se perdiamo anche quella credo che Cairo debba licenziare Ventura immediatamente e credo anche che significherebbe che siamo (come temo) la squadra più scarsa del campionato, significherebbe rischiare fino alla fine di finire in serie B, visto che non vinciamo più e la sotto c’è più benzina, voglia e grinta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 10 mesi fa

    Io direi,se volessi scrivere cose minimamente sensate:caro Toro,qualunque cosa farai nel derby,l’annata sarà da buttare da cima a fondo.
    E non potrebbe essere diversamente,visto quello che sono stati capaci di fare tutti,da Petrachi in giù.
    E invece no,pur di riempire spazi si scrive che non possiamo accontentarci di stare tra il tredicesimo e il diciassettesimo posto.
    Ma io chiedo:perché non dovremmo accontentarci?
    Voglio dire:è chiaro che ciascuno di noi sognerebbe di vedere il Toro molto più su,ma “i sogni son desideri di felicità” come dice la canzoncina di Cenerentola.
    La realtà è che noi dobbiamo ringraziare padre pio se quest’anno non andiamo in serie B,visto che nonostante la squadra scarsa che abbiamo (salvo tre/quattro eccezioni),nonostante un allenatore che ha dimostrato di rispecchiare perfettamente il curriculum che ha dopo avere allenato per trent’anni,nonostante una campagna acquisti che si è dimostrata fallimentare,ci sono comunque alcune squadre ancora più modeste della nostra.
    Per come la penso,il derby non serve proprio a nulla:al massimo,possiamo discutere se riusciremo a segnare un gol ai gobbi perché la partita è inutile giocarla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy