Giampiero Ventura: il mister che non tutti hanno apprezzato sino in fondo

Giampiero Ventura: il mister che non tutti hanno apprezzato sino in fondo

Lo Psicologo Granata / Semplicemente: perché non era il tipo di persona che dice ciò che gli altri vogliono sentirsi dire

14 commenti
Ventura

Ogni ciclo ha un inizio ed una fine e soprattutto i cicli calcistici hanno, solitamente, durate relativamente brevi; se devo immaginare un istante in cui è iniziata l’era Ventura vera e propria, mi viene in mente un momento preciso: è il finale di un’intervista fatta durante la prima preparazione atletica, quando ancora il clima era teso in casa Toro, e si respirava aria pesante: incalzato da quali fossero le priorità del mercato e se il reparto da rinforzare fosse la difesa, il centrocampo o l’attacco, Ventura rispose con l’aplomb che sempre lo ha contraddistinto: “la difesa, il centrocampo e l’attacco”. Liquidando il giornalista con freddezza. Lì capii che il suo modo di fare non sarebbe mai stato digerito dall’ambiente. Semplicemente: perché non era il tipo di persona che dice ciò che gli altri vogliono sentirsi dire.

Ventura, Ventura-Nazionale, Le pagelle di Torino-Lazio

Non è mai stato prodigo di parole al miele nei confronti dei tifosi, perché le sviolinate non fanno parte del suo stile. E questo (forse) ha spinto una parte della tifoseria a non amarlo mai. Ancor più di quel modo di giocare spesso definito “troppo attendista”. Di contro però i risultati arrivavano, la squadra andava avanti, anche se non sempre divertendo.

La cavalcata si conclude con una promozione con 83 punti (gli stessi del Pescara che però annovera tra le sue fila Immobile, Insigne e Verratti e scusate se è poco). L’anno successivo si conclude con una salvezza tranquilla senza mai patire ma si intuisce che sta per nascere qualcosa di bello; infatti il terzo anno di serie A è davvero trionfale: con 57 punti (record con i 3 punti per il Toro) l’Europa è una realtà: dopo 20 anni il Toro avrebbe giocato ancora in Europa e torna a farlo con grande spirito facendoci sognare nella notte di Bilbao che tutti porteremo stampata nella mente per sempre e solo i petrol-dollari dello Zenit, in un modo o nell’altro, ne fermano la cavalcata. La stagione, nonostante la mancata qualificazione europea è stata impreziosita anche dalle vittorie contro Inter e Napoli ma soprattutto da quel Derby della Mole che da tanti, troppi anni, mancava.

mihajlovic, Ventura

Come ogni ciclo, però, anche questo si è concluso e lo ha fatto in un modo che a me, come a molti altri tifosi, ha lasciato l’amaro in bocca. Perché al termine di una stagione anonima e avara di risultati (nonostante un grande mercato) che ha stoppato il percorso di crescita tanto sponsorizzato, esaurendo il credito nei confronti della maggior parte della tifoseria.

Personalmente il giorno dell’ufficialità dell’addio del mister mi sono quasi commosso perché io ero forse uno dei pochi che ancora credeva in questo progetto e, nonostante sono affascinato e incuriosito dall’arrivo di Sinisa Mihailovic, sarei andato avanti col mister che ha ripreso per i capelli un Toro che si stava pian piano spegnendo e lo ha portato ad essere una delle prime 10 squadre italiane. Forse è poco o per alcuni non è nemmeno merito suo. Io invece lo ringrazio e lo porterò sempre nel cuore.

Grazie di tutto Mister Libidine e in bocca al lupo!

14 commenti

14 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Polimagik - 10 mesi fa

    Massimo rispetto per mister Ventura. Ora pero’ dobbiamo sostenere tutti il nuovo mister!
    Dopo un anno cosi’ cosi’ , era giusto da parte della societa’ dare una svolta.
    E speriamo che cio’ avvenga!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nick - 10 mesi fa

    Dire che il mister non è stato apprezzato fino in fondo (almeno da parte di alcuni) lo ritengo azzardato. Invece dico che in 5 anni tutti lo abbiamo apprezzato, stimato e giustamente criticato. Alcuni tifosi lo hanno insultato e questo è deplorevole. Ma il calore della tifoseria lo ha sentito in un modo o nell’altro ed è positivo, vuol dire che siamo unici e ci teniamo ai colori, ai ragazzi e all’allenatore. Anche lui sul toro ha costruito la sua fortuna approdando alla nazionale e gli auguro di vincere il mondiale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Andrew - 10 mesi fa

    Siamo proprio sicuri che non rimooangeremo Ventura?!?! Io sinisa lo avrei voluto come giocatore!!!!! Vedremo comunque cerchiamo di.capire anche chi ha le qualità morali ed é persona seria!!!! Come sempre i tifosi comandano in questo paese. Forza TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. osvaldo - 10 mesi fa

    Credo che basti con Ventura.
    Lo abbiamo ringraziato per quello che ha ha fatto ma non possiamo piangere per lui,abbiamo già pianto tanto durante l’intero campionato!
    Anche i grandissimi purtroppo arrivano in fondo ad un ciclo e Ventura ci era finito di brutto dentro (prego gli scettici,di riguardare la partita di Coppa con i gobbi,oppure riguardare le immagine della partita con il Sassuolo (a 20 minuti dal termine della gare,con un risultato negativo,1-2,non ci si siede sconsolati e con lo sguardo perso nel vuoto. Qualunque allenatore si sarebbe inventato qualcosa a livello tattico e,comunque avrebbe spronato la squadra a no mollare – guardare Longo con la Primavera,per favore!).
    Abbiamo ringraziato Ventura ma adesso è ora di guardare al futuro prossimo che si chiama Mihaljlovic,tifiamo per lui e gridiamo tutti assieme,FORZA TORO!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. aterreno - 10 mesi fa

    Ha diviso la piazza ( guardatevi il mio commento sull’altro articolo sullo stesso tema ), c’e’ chi lo ama e lo ha amato senza ma e senza se, chi come me, si e’ incazzato, come ho scritto in quel commento il 4-2-4 con Cerci & Immobile mi aveva fatto godere, mi avevano anche fatto godere le prime partite. Qualcosa si e’ poi rotto, piu’ ci penso piu’ credo che non fosse la squadra, la squadra e’ buona, basta scegliere quelli giusti da mandare in campo, cambiare capitano se necessario, pescare dalla primavera se necessario.
    Credo in ogni caso che sia ora di voltar pagina e cominciare a scrivere articoli su altri argomenti, che Ventura rimanga nella Storia (quella buona) del Toro non ci sono dubbi, ora forza Sinisa, completa l’opera, spacca la Juve in due al Derby, vendicati con Samp e Milan, distruggi le Provinciali, fa giocare sti ragazzi al calcio!

    FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroFuturo - 10 mesi fa

    Corretto ed educato ringraziare e salutare Ventura. Ma per il bene del Toro, Ventura se n’è andato. Perché il Toro con Ventura mantiene una dimensione provinciale (cosa che personalmente fermamente respingo); il Toro con Mihajlovic si presenta come una squadra ambiziosa e determinata. Mihajlovic, erroneamente esonerato dal Milan, rescinde il contratto e viene ad allenare il Toro rinunciando a dei soldi: un segnale forte. E poi i cicli finiscono: Mandorlini ha fatto per anni i miracoli a Verona e poi è finita come sappiamo. Ventura ringrazi anche lui il Toro che gli ha dato un’opportunità e la notorietà. Adesso viene accostato alla Nazionale e gli auguro di coronare il suo sogno anche se resto convinto che il suo posto sia alla guida di una provinciale. Ma adesso bisogna pensare al Toro, al Toro che deve guardare all’Europa, al Toro che deve recuperare tifosi ancora sopiti, al Toro che guarda alla pari qualunque avversario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. LUCAT - 10 mesi fa

    Sì, era stanco. Di motivazioni e idee. Il clima, ahimè, si è deteriorato, imploso. Dopo quattro anni (un ciclo completo) di entusiasmo, il quinto è stato faticoso e amaro (il primo di un nuovo ciclo). Le difficoltà e le sconfitte lo hanno spinto ad “andare sul sicuro”. Esperimenti bizzarri e stravolgimenti repentini di natura tattica, per quella che è stata la nostra dimensione tecnica (!) e per il metodo di lavoro maniacale di Ventura, avrebbero potuto generare spirali pericolose. Il solito e noioso gioco, alcuni dicono. Questa stagione (!), io dico un gioco operaio.
    (Ancora) grazie, Giampiero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro - 10 mesi fa

    articolo che mi rispecchia, occorreva continuare con ventura perchè diciamo la verità sono sicuro che avrebbe saputo reinventarsi la squadra come fatto molteplici volte, ad esempio con la partenza di cerci e immobile.
    Il Torino Fc l’ha fatto lui, ha preso una squadra fatta da 10 giocatori in prestito e l’ha trasformata in una squadra con giovani di proprietà, il torino avrebbe potuto comprarselo con le plusvalenze create grazie a giocatori scelti da lui e fatti crescere da lui.
    Cairo è stato irriconoscente, tornando al brutto vizio di ascoltare troppo la piazza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. giancator - 10 mesi fa

    Personalmente non credo che non sia stato apprezzato fino in fondo,credo invece che la sua avventura a Torino fosse inevitabilmente giunta al fondo!
    Quattro anni stupendi,a volte altalenanti,ma ricchi di emozioni mixate ad una crescita costante della squadra,e poi il vuoto più totale di quest’ultimo anno con un gioco ormai ripetitivo e prevedibile ,a volte irritante al limite della sopportabilità.
    Comunque sia,GRAZIE mister ventura!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. SoloToro - 10 mesi fa

    Condivido assolutamente il giudizio su Ventura in questo articolo! Anche io lo ringrazierò in eterno e lo porterò sempre nel cuore e poco importa se molti tifosi preferiscono gli allenatori che in conferenza stampa fanno le sviolinate verso la piazza, piuttosto che proteggere il gruppo.
    L’unica cosa su cui non sono del tutto d’accordo è il fatto di voler continuare con lui. Anche se mi dispiace molto che non ci sarà più e mi mancherà, credo che fosse ora di cambiare per noi e per lui, perché forse stava un po’ perdendo le motivazioni che ha avuto fino a metà stagione.
    Ancora una volta, grazie di tutto Mister Ventura e in bocca al lupo di cuore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. RDS- toromaremmano - 10 mesi fa

    Penso che anche chi come me per quattro anni innamorato di Ventura e nell’ultimo sinceramente disamorato in questo momento anche se non convinto che sia la migliore scelta per la guida della Nazionale in cuor suo faccia il tifo per il Guru, Ventura allenatore dell’Italia è una vittoria del Toro, un vanto per noi, un tocco di granata intenso che colora l’azzurro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata - 10 mesi fa

    Grazie MISTER LIBIDINE per tutto quello che ci ha dato con lei mi sono divertito e sono tornato a credere nel Toro purtroppo questo anno strano nn è stato compreso. tanti auguri x il suo futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. RDS- toromaremmano - 10 mesi fa

    Gli auguro con tutto il cuore di allenare la nazionale, però ora non potete fare ogni due articoli uno sul mister per cercare esclusivamente lo scontro fra i pro e i contro Ventura, visto che qualcuno su un articolo stamani ha etichettato come “stronzi” chi aveva in passato e dico “aveva” e non “ha” criticato il vecchio mister cerchiamo di ricompattarci e tifare solo TORO, questi residui di guerre civili fanno solo male alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. FVCG96 - 10 mesi fa

    Bell’articolo, complimenti

    Speriamo che Ventura possa coronare il sogno di allenare la nazionale, è stato un grande allenatore (non perfetto ma la perfezione è impossibile) che mi ha riavvicinato come tifoso al Torino (che negli anni precedenti seguivo poco). Grazie Ventura!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy