Toro: per crescere devi essere più cattivo!‏

Toro: per crescere devi essere più cattivo!‏

Lo Psicologo Granata / Primo tonfo del Toro che viene imbrigliato dai veronesi e non riesce a conservare neanche il ‘minimo sindacale’ dello 0-0. Il piccolo passo falso riporta tutti con i piedi per terra (e non è detto che sia un male) ma contro il Palermo c’è già l’occasione della rivincita

Commenta per primo!

Quello visto a Verona è il peggior Toro della stagione, senza ombra di dubbio. Nessun gol segnato e pochissime occasioni degne di nota, dopo una serie di partite in cui la rete era arrivata almeno 2 volte a gara, possono risultare un piccolo campanello d’allarme ma non devono sicuramente far pensare a chissà quale imminente catastrofe. La squadra è apparsa un po’ stanca e a tratti deconcentrata (mi sento di escludere pochi se non nessuno da questa disamina) ed ha finito addirittura per perdere quel minimo sindacale che si stava portando a casa, ossia lo 0-0.

Un mio paziente, nell’analizzare la partita ha fatto notare come la squadra abbia un po’ sottovalutato l’impegno giocando, a suo dire, come se tanto il gol prima o poi sarebbe arrivato. Fino ad ora ciò era sempre accaduto con regolarità, ma è bastata una squadra quadrata e arcigna, messa bene in campo, per imbrigliare alla perfezione l’11 di Ventura. Per crescere e diventare davvero una grande squadra è necessario sapersi adattare anche a queste situazioni, più a livello mentale che non di gioco, e andarsi a prendere la partita con ogni mezzo, anche in maniera non spettacolare (in questo si veda l’Inter di Mancini). Per diventare davvero grandi, insomma, bisogna piacersi meno ed esser più cattivi e cinici, perchè son proprio i punti di ieri sera che fanno la differenza.

Col Palermo si avrà subito l’occasione per cancellare questo piccolo passo falso che ha riportato un po’ tutti coi piedi per terra (che non sia poi così un male?) e per dimostrare di essere sulla strada giusta per essere protagonisti in questo campionato. Sono convinto che ciò accadrà perchè ormai questi ragazzi hanno fatto sì che ci si possa fidare ciecamente di loro, e che se cadono sono in grado di rialzarsi immediatamente.

Alla prossima dal vostro Psicoogo del Toro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy