Toro, quanto ami complicarti la vita

Toro, quanto ami complicarti la vita

Lo Piscologo Granata / Torna la rubrica del nostro Riccardo Agnello

Commenta per primo!

Torino-Pescara era annunciata da giorni come una sorta di palliativo alla crisi: un avversario al totale sbando, appena strapazzato a domicilio dalla Lazio che si presenta a Torino con diverse defezioni e con diversi problemi extra calcistici; una vittoria annunciata o quasi. Effettivamente le cose sembrano andare fin da subito in una certa direzione: non passano nemmeno 2 minuti e il Toro ha già grigliato con Iago. Altri 15 minuti e il punteggio è già sul 3-0. I ragazzi hanno in mano la gara e scelgono di non affondare più fino a inizio secondo tempo, quando vanno in rete altre 2 volte. La domenica pare tranquilla, il Pescara a stento si avvicina dalle parti di Hart e il Toro controlla la gara a suo piacimento. Sugli spalti regna la tranquillità più totale. Nessuno ha la minima idea di quello che sarebbe accaduto da lì a pochi minuti.

Un’autorete di Ajeti (che nel primo tempo aveva trovato la sua prima rete in serie A) dà il via a 10 minuti di follia pura in cui gli uomini di Miha staccano totalmente la spina e il Pescara va a segno altre 2 volte. Raramente, in vita mia, ho assistito a un tale black out allo stadio; forse solo a Padova. Ok, l’essere 5-0 contro un avversario che, fino a quel momento, aveva opposto pochissima resistenza non ha di certo favorito i processi di concentrazione, ma questo non può e non deve giustificare un tale comportamento. Ovvio, il risultato non è mai stato in discussione, nemmeno dopo la sfuriata pescarese, ma di certo ciò che è successo ha contribuito a trasformare anche quella che sembrava essere una domenica di sereno (nonostante la pioggerella) nell’ennesimo processo a una squadra che non sembra proprio  riuscire a correggere i suoi difetti. Vuoi per errori dei singoli, vuoi per una fase difensiva poco curata, ogni volta che viene attaccata va in crisi e finisce col subire uno o più gol compromettendo, di fatto, l’intera stagione.

Vi siete mai chiesti come è possibile andare allo stadio, vedere la propria squadra vincere facendo 5 gol ed uscire comunque arrabbiati e mugugnando? Se volete una risposta esauriente guardatevi gli highlights di Torino-Pescara 5-3 e capirete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy