Toro: tra noia e fantasie di mercato

Toro: tra noia e fantasie di mercato

Lo Psicologo Granata / In questo periodo di calma piatta, l’unico modo per divertirsi è immaginare come sarà il Toro della prossima stagione

Commenta per primo!

In questo periodo di europei stiamo assistendo ad una sorta di stallo del mercato italiano ed europeo: Come è normale che sia, procuratori e società preferiscono aspettare la fine del torneo per portare a termine le trattative e, fatto salvo per il colpo Pjanic-Juve, gli affari conclusi, da quando ha preso il via il solito interminabile periodo di calciomercato, sono davvero pochissimi. A questo trend non si sottrae il Torino, che dovrà attendere la fine della competizione continentale per definire alcuni punti fondamentali della sua strategia, sia in entrata, sia in uscita.

Se non fosse per le giornate in cui gioca la nostra nazionale (e per alcuni tifosi granata nemmeno quelle), si potrebbe quasi dire che questo periodo è calcisticamente noioso. Nemmeno le applicazioni di mercato per smartphone sanno più cosa inventarsi per allietare i tifosi; e così, in questa calma piatta, molti miei pazienti stanno provando a trovare un diversivo: si divertono, infatti, ad immaginarsi quali potrebbero essere gli acquisti del nuovo Toro targato Mihajlovic e con quale modulo sarebbe giusto schierarlo dando vita ad una sorta di Fanta Toro, in cui a volte si arriva addirittura a pensare ad un modulo specifico contro determinate avversarie più o meno forti con tanto di cambi in corsa. Proprio ieri mi è capitato di assistere ad un’ ipotetica campagna aquisti portata alla mia attenzione da un mio paziente che ha specificato le somme delle varie operazioni con le cifre degli stipendi e il peso che avrebbero avuto sul monte ingaggi. L’attesa spasmodica per la nuova stagione e il caldo, a volte, fanno brutti scherzi.

A noi tifosi non resta che aspettare per vedere che forma prenderà il Toro della prossima stagione e se la società saràà in grado di mettere nelle mani del nuovo mister la squadra che desidera e mentre attendiamo non dobbiamo far altro che dividerci in ottimisti e pessimisti, come è da nostra tradizione ormai più che consolidata.

Personalmente ho fiducia in Sinisa e sono rimasto bene impressionato dal suo modo di presentarsi alla piazza. Ritengo che possa fare bene e che con lui ci toglieremo parecchie soddisfazioni.

Alla prossima dal vostro Psicologo del Toro!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy