Passano le stagioni, ma è sempre il solito Toro

Passano le stagioni, ma è sempre il solito Toro

Occhi sgranata / Torna “Occhi sgranata”, la rubrica del nostro Vincenzo Chiarizia

di Vincenzo Chiarizia

Nulla di nuovo. Il Toro visto domenica in casa contro il Napoli è uguale al Toro visto negli ultimi anni. Molle, deconcentrato, demotivato. Una prestazione indecente figlia di tutti i giocatori scesi in campo, i quali hanno contribuito a finalizzare il secondo ko interno. Siamo sicuri che il Napoli non era alla nostra portata? Probabilmente sì, ma se non ci si prova nemmeno è difficile pretendere un successo. Il primo gol è imbarazzante per quel che riguarda la deconcentrazione: Moretti spazza male addosso a Nkoulou che a sua volta si mostra poco reattivo e i due così spianano la strada a Insigne.

Poi dopo aver visto la prestazione di un giocatore come Meité, di cui io stesso sono stato piacevolmente impressionato per le sue prime uscite, penso di poter confermare quanto già detto testualmente sul suo conto tra luglio e agosto, e cioè che “non è quel giocatore in grado di far fare il salto di qualità alla mediana granata”. Quando il Napoli comprò Hamsik dal Brescia per una cifra inferiore a quanto è stato valutato Meité, sin dal primo anno si era capito che lo slovacco era un giocatore capace di far fare il salto di qualità ai partenopei. Siamo sicuri che possiamo dire la stessa cosa dell’ex Monaco e Bordeaux? È inutile che qualche tifoso cerchi di tirarmi per la giacchetta perché ammaliato per alcune buone prestazioni del francese. Intendiamoci, io sono il primo ad essere contento quando le mie critiche vengono smentite, perché questo significa che il Toro sta andando bene, ma il giocatore che ti fa fare il salto di qualità in un reparto è quel giocatore che sa sempre cosa fare in qualunque momento. Invece proprio domenica Meité, come tutto il resto della squadra, mi ha dato l’idea di essere sceso in campo per sbaglio, perdendo anche dei palloni incredibili specie nel primo tempo. A centrocampo forse Rincon dovrebbe essere tolto dalla regia e Baselli meriterebbe un po’ di panchina in più visto il suo apporto nullo alla causa granata.

Dopo il match di Napoli mi sono poi venuti molti dubbi anche sull’utilità dell’arrivo di Zaza. Il valore del giocatore non si discute, ma i dubbi riguardano le ragioni per le quali è stato preso. Lo voleva Mazzarri? Se sì allora adesso tocca a lui far coesistere lui e Belotti. Se l’esperimento dovesse fallire, Mazzarri sarà il diretto responsabile, un po’ come lo è stato Mihajlovic con Niang. Ad ogni modo forse, come ha più volte sottolineato lo stesso allenatore, sarebbe stato meglio avere Zaza ad inizio preparazione e non a fine mercato. Ma fatico a capire perché il tecnico di San Vincenzo abbia schierato l’ex Sassuolo e Valencia titolare se, a detta sua, non ha ancora l’intesa con il Gallo e non è ancora al top: non sarebbe stato meglio far giocare ad esempio Edera o Parigini (Soprattutto il primo visto che è rimasto a Torino con i gradi di vice Falque)?

Domani dunque si va a Bergamo, contro un Atalanta che ha più vite di un gatto. Quando sembra tramortita ecco che la Dea torna a pungere come ha fatto vedere a San Siro. Bisognerà stare attenti e Mazzarri sta optando per alcuni cambi. Dunque fuori Zaza, ma niente Edera o Parigini. Dietro a Belotti dovrebbe agire Soriano, mentre sugli esterni viviamo il peccato originale del mercato granata: la carenza di giocatori. L’anno scorso i granata non presero una punta decente e quando si infortunò Belotti ci fu un periodo nerissimo, dove Sadiq non riuscì ad impersonare adeguatamente il ruolo della riserva del Gallo. Quest’anno ci siamo presentati al via di questa stagione con soli tre esterni di ruolo, più due adattati come Parigini e Berenguer. Più ci presentiamo con la rosa incompleta in un determinato ruolo e più la stagione che il Toro si accinge a disputare evidenza le carenze di quel reparto. È un ragionamento banale, ma sembra che da quell’orecchio, durante il mercato, in società non ci sentano.


 

Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

64 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GlennGould - 2 mesi fa

    E se stasera vinciamo vatti a nascondere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 2 mesi fa

    Quando tutto non va come ogni anno si deve dare per forza la colpa a quello che non cambia. Non puo’ essere colpa dell’allenatore perche’ negli ultimi 4 anni ne abbiamo cambiati 3, forse i giocatori? L’asse Bellotti/Baselli/Moretti ha un po’ deluso, Moretti per questioni di eta’, Baselli e’ un eterna promessa (alla Boye) e il Gallo piu’ passa il tempo piu’ pare che quell’anno fosse un fuoco fatuo.
    Eppure il Gallo ha degli estimatori, e ce li ha pure Baselli (anche se pure Serino si e’ quasi stufato di sperare nel ragazzino non piu’ cosi’ ragazzino).
    E allora cosa non e’ cambiato? La societa’?

    Ripeto che ci si divertiva di piu’ la domenica a cercare di non retrocedere, C’ERANO DELLE MOTIVAZIONI, i giocatori, mediocri, della rosa del Toro dovevano dare il 120% per farcela e qualche anno non e la facevano e allora in B e poi annate ‘Belle’ per tornar su, sicuramente piu’ interssanti delle ultime stagioni (escludo solo l’anomala stagione del Mames e le prime esaltanti partite di Miha).

    Putroppo se non si investe abbastanza, se non si crea un progetto vero per andare in EL e’ un po’ dura motivarli questi giocatori, i top players non verranno mai, vengono quelli in cerca di riscossa magari, quelle sono motivazioni personali, non create dalla societa’.

    A me l’ambiente sembra moscio come e’ moscio il pubblico che ormai non si abbona piu’.

    E poi anche tutta questa storia della EL: ma secondo voi serve andarci? Bisognerebbe metter su una squadra per vincerla e che cazzo!!!

    Il Toro del Mondo, a parte avere un grande allenatore che (ri)creo’ un mito con le sue favole moderne e a parte avere dei campioni era costruito per andarci in quella finale maledetta.

    Altrimenti ripeto, per l’ennesima volta, siamo solo un altra Udinese, che fa plusvalenze e tira la carretta, non vincera’ mai niente, solo lo scudetto del bilancio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Come no, ci si divertiva molto di più a vedere i De Feudis e i De Vezze, i Gasbarroni e i Gabbioneta, i Genevier, i Belingheri, i Garofalo.
      Ah che bei tempi, che partite avvincenti, che campionati esaltanti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sylber68 - 2 mesi fa

    Ragazzi non deprimiamoci per stasera l’Atalanta vincerà sicuro, ma noi siamo del Toro e andremo avanti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gigiosca_63 - 2 mesi fa

    Chiarizia vai a commentare su qualche sito dei gobbi va.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lagarto - 2 mesi fa

      Andasse anche, non è che la swquadra sarebbe un’altra. Ah già che i gonzi credono allo squadrone messo su dal grande presidente e non biosgna disilluderli. Dai che questo anno si va in Champions jajajjajaja

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 2 mesi fa

    comunque se berenguer e’ meglio di barreca,alzo le mani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Brevemente. Vedo tante, troppe squadre giocare meglio del Torino. Facciamo uno o due tiri in porta a partita (addirittura zero in molti primi tempi!!!) e non creiamo i presupposti per farne di più. Al netto degli episodi sfavorevoli, che possono capitare, si respira un deprimente senso di impotenza e di casualità generale. La partenza di Ljiajc si è rivelata più grave del previsto. Miglioreremo? Spero di sì, ma non vedo il Torino nel lotto delle prime sette. Anzi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rza78 - 2 mesi fa

    Io condivido pienamente. Squadra costruita male con acquisti non di prospettiva. Per vedere un Toro diverso dovrebbe cambiare il minimo comune denominatore di questi anni: la proprietà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dattero - 2 mesi fa

    poi,dai ma paragonare guardiola conte spalletti e acciughina a sto qua?ma diamine!! forse non sapete cos’e’ l’intensita’ di gioca,forse non sapete,e personalmente neanch’io,ma in logica si,cosa è la mentalita vincente.
    Allegri nel cagliari contro l’inter del triplete,sull’1-1,toglie un c.campista e mette una punta e a momenti la vince.
    A volte mi date da pensare,poi meite’ e chiunque altro si giudica,meglio si valuta,dopo un girone,non dopo 5 partite.
    Personalmente non l’ho ancora inquadrato,ma qui qualcuno su un commento tecnico,chiede reitaratamente delle scuse..ma chi sei?stai basso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dattero - 2 mesi fa

    dai del pennivendolo ad uno che scrive con onesta un suo parere,lui sara’ unpennivendolo ma tu non sai da meno visto che qualsiasi soggetto che emette un vagito contro l’fc trova i tuoi maleducati e supponenti strali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GlennGould - 2 mesi fa

    “Un uomo un perché”, titolava una rubrica di “mai dire gol”.
    Ma questa rubrica è il remake?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Chiarizia dimostra una volta ancora di non capire nulla di calcio.
    Rimproverare a N’Koulou di essere poco reattivo perché si becca una pallonata da due metri di distanza vuol dire non aver mai neanche giocato a pallone in cortile con gli amichetti.
    Ribadire che Meité “non è quel giocatore in grado di far fare il salto di qualità alla mediana granata” è chiudere il cerchio della propria incompetenza, dal momento che Meité è l’unico che di fatto tiene in piedi la baracca a centrocampo con fisico e tecnica, non Basellino, l’eterno atteso, non Rincon, il grosso equivoco tattico.
    Diciamo chiaramente che questo pennivendolo ha qualcosa di personale contro la società granata, che ama cavalcare il malcontento, che ama sollecitare l’appoggio dei quattro depressi, sfigati multinick che infestano i forum granata, quelli che già a inizio luglio tutto_il_mercato_è_sbagliato, altro che tirare per la giacchetta…
    Resto perplesso per il fatto che in un sito dove si scrive in modo equilibrato, pur con differenti punti di vista, ci sia questa presenza che inquina e avvelena. Per qualche clik in più?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lagarto - 2 mesi fa

      Jajjajajaj e quest’anno te la prendi di nuovo nel culo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

        Parla per te che sei un esperto in materia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13814870 - 2 mesi fa

    sembra che a qualcuno qui (per fortuna pochi) goda se il Toro perde o gioca male non vede l’ora di dar mazzate..purtroppo abbiam iniziato male questo si. Ma un incoraggiamento. .dagli errori si può migliorare e loro devono e sono in grado di farlo. Son bei giocatori . L’allenatore deve saperli assemblare di modo che corrano tutti x lo stesso fine. Vincere. Tutte le partite son difficili ma non mettiamo le mani avanti. Belotti o Zaza non possono raccogliersi le palle a metà campo e arrivare in porta. Che provino a passare le palle anche da lontano può darsi che una valida arrivi sui loro piedi. .. .poi io sono l’ultimo degli allenatori per carità. .qualcosa di diverso bisogna provare. Forza Toro credici!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

    Avrebbe detto la nonna:”manca sempre un centesimo per fare una lira”!
    Sembrerà banale e brutale ma è la verità nuda e cruda, e c’è una precisa volontà nel perseguire questo intento, nel portare avanti questa tela di Penelope che non si completa mai.
    Se vuoi andare veloce tieni gli Immobile, i Glick, i Cerci, i Darmian, i Zappacosta e, ultimo per adesso, i Liaijc.
    Invece puntualmente si vende per realizzare succulente plusvalenze, e non venissero a raccontarci fandonie che non siamo nati ieri, e avanti con i giovani, possibilmente stranieri che siamo tutti esterofili, le promesse, qualche boliito con nome altisonante e pochi elementi di qualità, destinati, prima o dopo, ad essere a loro volta ceduti. Si chiama regno delle plusvalenze, e qualche volta, se il manico è buono, può anche dare dei risultati. Ma sono casi perché non sono figli di alcun progetto sportivo.
    Per me non c’è da aggiungere nemmeno una virgola e sono più che certo che questa sia la nostra realtà, oramai me ne sono fatto una ragione.
    Quello che proprio non mi va giù è che la cosa mi fa soffrire come un cane. Io il Toro, quello vero, lo amo per davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 2 mesi fa

      Di tutti quelli che hai citato l’unico che nn ha portato plusvalenze è ljajic

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 2 mesi fa

        Sbagli!!! La plusvalenza c’è anche se nell’ordine di qualche centinaio di migliaio di €

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawda - 2 mesi fa

          La plusvalenza c’e’ e sara’ di alcuni milioni. Questo perche’ Ljajic verra’ ceduto solo il prossimo anno, per il momento e’ in prestito oneroso, quindi con solo piu’ un anno di contratto, dei quattro iniziali, che e’ la durata per ammortizzare la cifra di acquisto. Se le cifre pubblicate sui giornali sono esatte, 8,5M la cifra d’acquisto dalla Roma, 8M la cessione, di cui poco piu’ di 1M per il prestito, la plusvalenza sara’ di circa 5M.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 2 mesi fa

            Se se se se…. il concetto è che c’è o meno plusvalenza. L’entità, senza se, arriverà col bilancio. Che due coglioni.

            Mi piace Non mi piace
          2. prawda - 2 mesi fa

            Forse non te ne sei accorto, magari perche’ preso dal problema agli zebedei, ma il primo che ha dato dei numeri, tra l’altro campati per aria, sei stato tu. Il se e’ dovuto al fatto che solo nel bilancio 2019, quindi nemmeno nel prossimo, si sapra’ l’importo esatto della cessione ma se la cifra degli 8M compreso il prestito oneroso e’ corretta, la plusvalenza sara’ di circa 5M, che rispetto a qualche centinaio di migliaia di euro mi sembra decisamente differente.

            Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 2 mesi fa

          Si professor prawda, faccio pubblica ammenda, ho accampato delle cifre così tanto per. Il concetto non cambia, la plusvalenza c’è e tu solo hai la verità nei numeri. Io sbaglio tu invece hai ragione. Certo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

        Al di là della precisazione errata, sei fuori tema. Anche tu sei stato investito da un treno e ti riesce solo di osservare che il macchinista era senza berretto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 2 mesi fa

          Ah già, tu sei tu e gli altri sono un caxxo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13758358 - 2 mesi fa

    eeeehh già quanta delusione, ma come non siamo primi in campionato? che strano eppure era nelle cose rigore negato con la roma, gol annullato ingiustamente con l’udinese, al napoli abbiamo fatto regali…se liajc con l’inter la metteva dentro sul 2-2….
    la squadra ha mostrato limiti che si temevano conditi da qualche infortunio di troppo, spero vengano risolti anche con scelte coraggiose, la classifica è corta per ora e siamo tutti lì.
    fare la corsa a criticare non giova a nessuno, domenica è andata male, pazienza, è una partita e ne abbiamo altre 33 davanti.
    forza Toro e speriamo di arrivare se non primi (mi pare compromesso) almeno settimi…
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

      C’è finito un treno addosso e tu mi stai dicendo che il macchinista non aveva il berretto. Bah!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. tric - 2 mesi fa

    Alé! creiamo un buon clima di crisi e bocciamo tutti! Ho guardato la partita a freddo e non ho visto tutto questa tragedia. Abbiamo giocato contro la seconda squadra in classifica ed abbiamo fatto un imprevedibile errore difensivo dopo quattro minuti. Il Napoli in contropiede va a nozze. L’avevamo quasi rimessa in piedi, se Rincon non avesse ciccato il tiro da centro area e se non facevamo la seconda boiata della partita. Meité, che avevo aspramente criticato dopo la Roma per lentezza di passo, è migliorato e domenica non ha giocato nel modo disastroso che hanno visto Mazzarri e Chiarizia. Un po’ di calma che stasera rischiamo ancora, contro una squadra che sa giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granatissimo1973 - 2 mesi fa

    Esoneriamo Mazzarri e riprendiamo Mihailovic…ma riuscite a restare seri quando scrivete queste cose? Ma la memoria proprio zero, abbiamo perso due anni con Mihailovic ma cavolo come era fico giocare con quattro punte contro la Juve beccarne quattro ed essere contenti che non sia finita come dieci a zero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Simone - 2 mesi fa

    Come si fa a scrivere che sul primo gol nkoulou si mostra poco reattivo dopo che INSPIEGABILMENTE Moretti gli rinvia addosso?!?!
    Sig. Chiarizia l’ha visto bene il gol o scrive tanto x ammorbidire la posizione di Moretti (a cui tutti vogliamo bene)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 mesi fa

      La difesa, come ho già scritto e se ci fai attenzione, anziché seguire l’uomo , segue la palla e così Insigne diventa un eroe. Insigne, con i marcatori di 20 anni fa, sarebbe caduto in depressione per crisi di identità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 mesi fa

        Xke rispondi a me visto che non mi riferisco a te ma chiaramente all’autore dell’articolo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. LeoJunior - 2 mesi fa

    Anche un po’ di sangue freddo non guasterebbe. Abbiamo perso malissimo ma e’ pur sempre una partita. Si puo’ e si deve porre rimedio. Non aiuta certo questo clima da tragedia. Vanno analizzati i motivi e non andrei a cercarli nei giocatori. Figuriamoci se il problema e’ il fatto che Meite’ possa essere o meno quello che cambia volto a una squadra. Si e’ rivelato un bel giocatore ma non e’ certo Modric. Ed e’ qui il problema: temo che anche un Modric avrebbe difficolta’ ad emergere. Quando una squadra non trova una giusta identita’ e unione di intenti, il livello dei singoli si abbassa. Viceversa quando una squadra trova sintonia, anche i mediocri eccellono. E’ la storia del calcio, e’ sempre stato cosi. E a noi manca quella scintilla che accenda qualche cosa. Io temo sia un mix di responsabilita’ tra societa’ che non cresce nelle ambizioni e allenatore che da solo non ha forza e idee per farlo. E’ una spirale dalla quale non usciamo. Io ho sempre la sensazione che Presidente e Direttore Sportivo vivano separati dalla squadra. Fanno la campagna acquisti e poi la consegnano al mister di turno. E non essendo allenatori top, non hanno gli strumenti per risollevare spirito e gioco della squadra. Forse anche noi tifosi dovremmo contribuire e prendere i mano la cosa per quanto possiamo. Far sentire che possono rischiare le giocate, che siamo con loro, che ci crediamo. Non lo so. Ma il problema e’ nella testa, non nei piedi che non sono inferiori a quelli delle altre squadre del ns livello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. user-13793800 - 2 mesi fa

    Quando le cose non vanno bene è logico puntare il dito contro l’allenatore,sicuramente se tra un mese saremo ancora in questa situazione la società farà i suoi ragionamenti.Non ci resta che aspettare.
    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Chiarizia non aspettava altro per dire che aveva ragione lui. Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. giova85 - 2 mesi fa

    che palle!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Madama_granata - 2 mesi fa

    Noi tifosi siamo delusi ed amareggiati. Mi domando come può stare il Presidente Cairo, che, nonostante tutti gli insulti ricevuti, CI METTE ogni anno LA FACCIA ED I SOLDI, QUEST’ANNO IN PARTICOLARE SPESI SENZA LESINARE!
    Cattivi consiglieri e sfortuna nello scegliere gli allenatori? Può darsi!
    I giocatori, presi singolarmente, per me sono quasi tutti di ottima qualità, non riusciamo però a trovare chi li sappia MOTIVARE E “SFRUTTARE” AL MEGLIO!
    Su Benassi, nel Toro, insulti e commenti negativi a iosa: nella Fiorentina sta giocando bene ed è quasi diventato un “bomber”!
    Verdi, sottovalutato e subito venduto, è ora quasi un campione: gioca in Champions e, appena scende in campo, ci fa gol!
    SONO SOLO 2 ESEMPI, MA SONO SICURA CHE UNA BUONA PARTE DEI NOSTRI GIOCATORI, INSERITA IN ALTRE SQUADRE, RITROVEREBBE SLANCIO E CAPACITÀ… MA PERCHÉ?
    Nel suo “piccolo”, l’ultimo nostro “grande” allenatore è stato Camolese, che, sconosciuto e senza esperienza, ha preso il Toro che stava scivolando in C, e lo ha portato in serie A!
    Ventura bravo, ma troppo difensivista ed ora da pensione.
    Mihajlovich capace solo a mettere in campo attaccanti, senza dar peso a difesa e centrocampo. Scelte sbagliate: vendere Benassi ed ACQUISTARE NYANG!!!
    Mazzarri si lamennta x mezzo campionato di una “rosa non sua”. Poi fa la rivoluzione, fa spendere (troppo, visti i risultati!) e svendere, ed il Toro peggiora: per me non sa motivare nel modo giusto i giocatori, cambiando libri di ruoli a suo piacimento,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 2 mesi fa

      Completo, scusate. Dicevo: cambiando ruolo a mezza squadra e disorientando i giocatori. Crede forse di poterli maneggiare come creta, adattandoli a suo piacimento! Fa fare scelte sbagliate alla società (vendere Ljajic e Barreca).Non ha il coraggio, forse la voglia, di lanciare i giovani, e sceglie (assurdo! Tutti vogliono più giocatori possibile!) la “panchina corta”, rivelandosi incapace di “gestire” eventuali mugugni dello spogliatoio. Con uno stipendio così “cospicuo”, bisogna anche aver voglia di affrontarle, le “rogne”, non solo di evitarle! Non tiene quindi conto di probabili infortuni, si trova con pochi giocatori, e ricomincia a cambiare loro compiti e ruoli! Infine, per me, esprime un calcio ormai superato e troppo scontato!
      Se domenica persino Moretti e Nkoulou hanno pasticciato e sbagliato.. forse è tutto da rivedere, con UMILTÀ, E METTENDOSI IN DISCUSSIONE!
      Mai, nemmeno nei momenti più bui, ho visto il Toro giocare (bene o male) solo nel II tempo!
      Concludo: x me i giocatori sono quasi tutti validi e capaci, ma il Toro non riesce a trovare chi li sappia amalgamare e motivare, cogliendo le loro qualità e peculiarità x sfruttarle al meglio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 2 mesi fa

        Scusa eh non ti ho mai risposto ma oggi proprio non riesco a leggerti e stare zitto. Scrivi della vendita di Barreca e del nuovo uomo felice, sei così sicura che non abbiano chiesto loro la cessione ? Dici che Mazzarri cambia ruolo ai giocatori e li disorienta, LO FANNO TUTTI GLI ALLENATORI DEL MONDO !!!!!! Gioco vecchio ? Vatti a vedere i moduli di Guardiola, Acciughina, Spalletti, Di Francesco Conte e poi ne parliamo. Sono i giocatori che fanno il gioco non i moduli. Sono loro che interpretano e danno un significato e poi siamo alla 5 giornata e sembra che sia tutto già deciso……mah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 2 mesi fa

          Non capisco xché tu mi chieda scusa! Sono io a ringraziarti x la risposta: la pensiamo in modo diverso, ma fa comunque piacere avere un confronto.
          Su Barreca e Ljajic certo che credo siano stati loro a chiedere di andare via, ma credo anche che la cosa sia stata forzata dal trattamento di Mazzarri, dalla sua poca stima nei loro confronti e dalle poche possibilità di scendere in campo loro prospettate. Spero poi ardentemente di sbagliarmi sull’allenatore e di poter gioire quanto prima x un “buon Toro”! Buona giornata!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 2 mesi fa

        Barreca è stato scambiato alla pari con Meite.
        Sicura che ci abbiamo rimesso?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 2 mesi fa

          Assolutamente no! Solo, visto che Cairo ha straspeso quest’anno, io avrei fatto acquistare Meité, ma avrei tenuto anche Barreca, data la penuria che abbiamo di terzini e cursori sulla fascia sinistra! Dicevano:” Barreca non sa difendere bene”. Perché Berenguer, sì?
          Se poi si fossero dovuti recuperare i 10.000€ di Meité x forza, non avrei preso il nuovo portiere (parametro 0,ma buon stipendio) e avrei x es. venduto Ichazo. Milinkovic, che nella Spal non gioca egualmente, mi dava più sicurezza ed è nostro,così come Coppola o Zaccagno o Cucchietti terza scelta! Purché non manchi mai Sirigu!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 2 mesi fa

            Meite ce li hanno dato non per i soldi ma xke a loro serviva assolutamente un terzino come a noi un centrocampista.
            A sx avremmo dovuto avete anche Ansaldi e sai come è andata

            Mi piace Non mi piace
      3. Granata - 2 mesi fa

        @Madama le “scuse” erano, sono ,una forma per esprimere la mancanza di volontà di attaccare personalmente. Un po come dire, non ti conosco e non vorrei offenderti, quindi se dovesse accadere mi scuso. Detto questo so per certo che Barreca ha chiesto lui di essere ceduto soprattutto per cambiare ambiente. Questioni extra calcistiche. Mazzarri, se vero quanto scritto, fa bene a non garantire posto a nessuno. Tu andresti a giocare dove sai di fare solo panchina visto che giocano solo in 11 ? Io ho criticato Mazzarri per alcune cose in fase difensiva che ancora , secondo me, non vanno ma farò i conti a fine anno. Buona giornata a te.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 2 mesi fa

      Giusto giudicare i risultati di mazzarri dopo appena 5 partite…..grandissima

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Se pensiamo che Edera e Parigini possano risolvere i problemi del Torino, ecco che sono spiegati i problemi del Torino. Poca qualità generale, poche idee di gioco, poca fisicità e velocità di pensiero, una squadra mediocre con un allenatore antico e presuntuoso. Il nostro campionato è comunque finito, non c’è bisogno di vedere tutte le gare di ippica per capire che corrono troppi asini e pochi purosangue. Un buon allenatore fa crescere i propri giocatori ma, attenzione, un cattivo allenatore li fa peggiorare togliendo loro fiducia e autostima, castrandoli nella fantasia e nel divertimento. Vinceremo delle partite, ci mancherebbe, ma scordiamoci piazzamenti utili per qualificarci in E.L. Ambiente depresso da un calcio dimesso e perdente nei propositi e nell’atteggiamento sfigato e contagioso di troppi interpreti. Non voglio infierire, ma la vista di Baselli fa invocare un esorcista e l’impartizione dell’estrema unzione. Senza testosterone non si va da nessuna parte e se si aggiungono i piedi in Travertino e la modernità tattica dell’età del Bronzo ecco spiegati i risultati. Nonostante tutto, Forza Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. ToroFuturo - 2 mesi fa

    Non c’è da stupirsi. Mazzarri è un allenatore mediocre sia come organizzatore di gioco, sia come motivatore. Inoltre è stato (s)venduto Ljajic che era un giocatore di qualità superiore.
    Mihajlovic aveva creato una squadra motivata e offensiva, dando la possibilità a Belotti di sfiorare il titolo di capocannoniere e a giovani come Edera di emergere. Fu sfortunato per i pareggi contro Spal (doppio vantaggio e palo di Belotti all’ultimo minuto), Genoa (partita stradominata) e per la sconfitta con la Juventus in coppa Italia nella quale, seppur subendo, fummo oggetto di un clamoroso torto arbitrale. Mihajlovic venne comunque ingiustamente esonerato e gli stessi giocatori lo dimostrarono in modo chiaro.
    Temo che fra qualche partita si proporrà il tema della sostituzione di Mazzarri. Ci sono due alternative: o si chiama Donadoni, o si richiama Mihajlovic (se sono disponibili).
    Mi auguro che Cairo non si faccia venire in mente Ventura, al quale auguro una serena pensione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alexku65 - 2 mesi fa

      Finalmente. Qualcuno che rende un po’ di giustizia a Miha. Io ci ho provato sin dall’inizio ma sono sempre stato sommerso di insulti (e me ne frego). Mi sta però a cuore il concetto e trovo fastidioso che molti che adesso sparano a quasi zero prima fossero i più caldi acclamatori. Miha pur con tutti i difetti ormai sviscerati in lungo e in largo ci ha dato una squadra e una forma di orgoglio che il bromuro Ventura e Mazzarri castrano continuamente. Comunque non credo proprio che Miha tornerebbe dopo il trattamento e dopo che si sono spese più di 25 partite a stravolgere completamente massetto tattico prima acquisito. Prima avevamo un capitano più anima che cervello con qualche buon cecchino. Adesso c’è un sergentino con tanti piccoli soldatini. Questo a Cairo piace di più perché costa meno. Non dimenticatelo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 2 mesi fa

      Cosa ho appena letto…. Richiamare miha….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. rza78 - 2 mesi fa

      Se mihailovic avesse fatto un decimo del lavoro che ha fatto ventura sarebbe ancora seduto in panchina a compiere errori tattici da principiante. ragazzi è facile: la società e la squadra sono da 8-9 posto non di più…mazzarri è un tecnico preparato ma se devi schierare moretti perché ti hanno preso bremer che è giocatore inadeguato…se chiedi pereyra e non te lo prendono…ti prendono zaza che non c’entra una mazza con il tuo modulo…gli esterni sono ansaldi(rotto),berenguer(appena discret0),de silvestri (che rispetto ai tempi di mihailovic è un altro giocatore ma insomma…non lo definirei un fenomeno)ola aina che arriva dalla serie b inglese. fiorentina e lazio sono su un altro pianeta, samp e udinese più o meno al nostro livello…questa è la cruda realtà. se poi qualcuno si esalta per l’arrivo di zaza (che a 28 anni ha combinato ben poco) e soriano (cavallo bolso di ritorno dalla spagna dove faceva panca al villareal) dopo l’esaltazione arriva la realtà. è una regola generale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Granata - 2 mesi fa

    Che articolo. Peccato non averlo su carta , altrimenti diventerebbe marrone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. GlennGould - 2 mesi fa

    E aspetto ancora le scuse sul pezzo su Meite dall’articolista in questione. Ho troppi amici giornalisti per denominarlo tale..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granaterrima - 2 mesi fa

      Scusa GleeGould, a quale pezzo ti riferisci? Sto morendo di curiosità. Che cosa avrebbe scritto su Meité?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garnet Bull - 2 mesi fa

        Ma sai leggere? Bastava farlo fino al secondo paragrafo per vedere le critiche insensate a meite

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granaterrima - 2 mesi fa

          Ciao Garnet, ho letto, ma pensavo ci fosse andato giù pesante stroncando in toto il suo acquisto. Ho letto il secondo paragrafo e ha scritto che non è un giocatore che ci possa far fare il salto di qualità. E’ una sua opinione che non mi trova assolutamente d’accordo, ma da qui a pretendere le scuse (per cosa poi?) mi sembra esagerato. Da quanto diceva GleenGould ero convinta che avesse scritto cose del tipo “inadatto a giocare in Serie A” o cose del genere.
          Comunque grazie per la risposta.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granaterrima - 2 mesi fa

      Scusa GleenGould, ma a quale articolo ti riferisci? Cosa ha scritto su Meité?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 2 mesi fa

        Vatti a leggere cosa scrisse su Meite quando è arrivato, poi mi dici..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. GlennGould - 2 mesi fa

    E aspetto ancora le scuse sul pezzo su Meite dall’articolista in questione. Ho troppi amici giornalisti per denominarlo tale..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. GlennGould - 2 mesi fa

    Passano le stagioni. Ed è sempre il solito articolista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. lello - 2 mesi fa

    Davanti a noi 9 partite con squadre di medio bassa classifica.
    Dobbiamo essere vicini alla Squadra.
    Forza Toro Forza Ragazzi.
    Torneremo in Alto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Akatoro - 2 mesi fa

    E un po’ di anni prima per gli stessi soldi spesi su Hamsik il Napoli comprò un certo Maradona….. L’unico che tira per la giacchetta è un giornalista, che per qualche visita in più ai propri articoli, cerca di cavalcare il malcontento dei tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. m.gandin_920 - 2 mesi fa

    sottoscrivo in Toto.
    ,specie sulla stravalutazione di Meitè e sulla presenza non richiesta di Zaza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rivarossi_19 - 2 mesi fa

      Certo che, per l’ ennesima volta, spendere tanti soldi per una campagna acquisti sbagliata è molto grave, e se ne vedono i risultati…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 2 mesi fa

      Povero cieco e ignorante

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy