Toro: bene Sirigu, ma ora tocca al resto

Toro: bene Sirigu, ma ora tocca al resto

Occhi Sgranata / Torna la rubrica di Vincenzo Chiarizia: Sirigu è un’operazione centrata, ma ora tocca ai rinforzi negli altri reparti

9 commenti

Il Toro batte finalmente il primo colpo. Si tratta di Salvatore Sirigu a parametro zero o quasi. E’ davvero un bel colpo, soprattutto perché messo a segno in un ruolo nevralgico come quello del portiere. Dopo Joe Hart la società di Urbano Cairo ha deciso di puntare sull’ex Palermo, Paris Saint Germain, Sevilla e Osasuna. Torna in Italia dopo aver accumulato un bel bagaglio di esperienza internazionale, soprattutto in terra francese, e dopo l’ultima stagione in chiaroscuro dove Sirigu ha accumulato la voglia di rilanciarsi e che potrà dimostrare proprio nel prossimo campionato con la casacca del Toro.

Ora si parla anche di Gabriel Paletta come possibile tifoso centrale. Visto il probabile addio di Carlao, con Moretti, Lyanco, Bonifazi e forse Paletta il pacchetto arretrato sarebbe numericamente a posto. Anche sulle fasce infatti oltre ai titolari Barreca e Zappacosta, ci sono De Silvestri e Molinaro. Solo che sorge un dubbio e cioè che tra i centrali succitati solo Moretti è di piede sinistro, ciò significa che o Paletta alla fine non verrà preso, oppure che uno tra Lyanco e Bonifazi verrà inviato a farsi le ossa. Thomas Vermaelen potrebbe essere una pedina più difficile da raggiungere, ma più credibile visto che è un mancino.

Negli ultimi giorni si è appreso che, per quanto riguarda il reparto avanzato, ci sarebbe la possibilità da parte dei granata di ingaggiare il Cholito Simeone. Sarebbe un investimento ottimo che andrebbe a rinforzare in maniera determinante il reparto offensivo. Ljajic, Iago Falque e Simeone sarebbero un tridente fortissimo, così come sarebbe bello vedere Simeone e Belotti assieme davanti con Ljajic spostato sulla tre quarti. A questo punto, con Maxi Lopez fuori dai giochi poiché Sinisa probabilmente non ci punterà, mancherebbero i rincalzi per Falque e Ljajic – non dimentichiamo Boyé – e i rinforzi a centrocampo. La mediana in effetti è il reparto che ora ha maggiormente bisogno di interventi. Acquah sembra che alla fine rimarrà, Baselli potrebbe rinnovare, mentre Benassi e Valdifiori potrebbero partire. Privarsi del capitano dell’under 21 italiana sarebbe a mio modo di vedere affrettato. Per Valdifiori invece la situazione è controversa, nel senso che Petrachi ha fatto intendere nelle scorse settimane che, col cambiamento di modulo, l’ex Napoli avrebbe potuto non far parte della rosa, ma pochi giorni fa il giocatore ha dichiarato di restare in granata. Quindi o Mihajlovic pensa di ripartire con il 4-3-3, o la società alla fine lo venderà oppure Valdifiori vedrà raramente il campo.

Dunque in definitiva mancano a mio parere un centrale di difesa, 2 attaccanti e 3 centrocampisti. 6 Innesti che se centrati con operazioni alla Sirigu per fare un esempio, potrebbero davvero lanciare il Toro nel calcio che conta.

Ma torniamo al portiere. Sirigu come detto è di esperienza, ma contrariamente ad Hart conosce già il nostro campionato. Nei cinque anni francesi il neo granata ha collezionato 190 presenze in Ligue 1 e 30 in Champions League, ha conquistato tredici titoli complessivi e ha ottenuto per due volte il premio come miglior portiere del campionato francese. L’arrivo di Trapp due anni fa ha fatto cadere un po’ in disgrazia Sirigu che prima è stato relegato in panchina e poi è stato ceduto in Spagna dove ha girovagato tra Sevilla e Osasuna in due esperienze non certo esaltanti. Gli stimoli non mancheranno all’ex vice di Buffon, in particolare questa stagione potrebbe permettergli di essere convocato da Ventura in vista del Mondiale 2018. Tutto però dipenderà dalla linea difensiva di Sinisa Mihajlovic che, l’anno scorso, è stata un po’ ballerina e che ha posto spesso Hart in situazioni veramente difficili.


 

Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 3 mesi fa

    Vista la foto dell’articolo pensavo TN si riferisse all’allenatore ihiihi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 3 mesi fa

      Magari!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Spygor - 3 mesi fa

    Il mercato come sempre la fa da padrona nel periodo estivo e come tutti i tifosi,aspettiamo il colpo dell’anno.Personalmente ritengo che Sirigu sia un buon portiere,ma le sue ultime apparizioni,non ci danno un idea della sua bravura attuale.Sono convinto che in Italia abbiamo comunque dei buoni portieri e spesso i più bravi sono arrivati dai settori giovanili…Non abbiamo una sicurezza se Belotti ci sarà oppure no,il nome di Simeone,mi sembra ottimo,il centrocampo invece mi lascia perplesso perché rispetto all’attacco non ha un vero e proprio leader,tutti validi giocatori,ma nessuno in grado di fare veramente la differenza.Se rinnova Baselli,potrebbe essere ancora una base,Acquah dovrebbe restare,Valdifiori e Benassi?Assolutamente serve un centrocampista,uno forte.In difesa abbiamo visto Barreca cosa ha fatto all’Europeo,vale la fascia!Zappacosta sicuro,in quanto al centrale,anche qua ci vorrebbe un giocatore veramente in grado di comandare la difesa.Sappiamo tutti però come è diventato il mondo del calcio,soldi facili,interessi solo per qualcuno e poca passione calcistica…Chissà se la prossima stagione staremo a commentare le solite diatribe riguardo a record di goal,posizione migliore dell’anno passato oppure saremo a lottare per un posto degno di un Toro che manca da troppi anni ormai ai vertici del campionato.Qualcuno direbbe:”Ci vorrebbe un miracolo”,ma i miracoli esistono per questo,che tocchi proprio a noi quest’anno?Spygor 67

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. generazionenuova - 3 mesi fa

    L’qrticolo parla di Gabriel Paletta come possibile “tifoso centrale”. Concordo. Con tutti i rossi che si prende, la tribuna la vedrebbe molto spesso. Possibile che non ci siano alternative migliori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LoviR - 3 mesi fa

    Simeone, Castro e/o Kucka potrebbero risolvere quasi tutti i problemi di attacco e centrocampo.
    Pochi acquisti ma buoni e i 2 argentini garantiscono quel tasso di grinta di cui ha bisogno il TORO per le sue caratteristiche peculiari.
    FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michele Nicastri - 3 mesi fa

      Castro non vale la spesa, in giro per l’Europa si trovano altri 30 centrocampisti altrettanto forti, piú giovani e che costano meno, ad esempio un paio di quelli che hanno giocato ieri nella Germania U21.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tric - 3 mesi fa

        costerebbero meno?….. ne dubito

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RobyMorgan - 3 mesi fa

      Sono d’accordo anzi d’accordissimose vogliamo spendere qualcosina possiamo prendere senza aspettare gli ultimi giorni come una lotteria.
      Noi tifosi abbiamo voglia di ritornare a sognare in grande!!!!
      FVCG semore!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pimpa - 3 mesi fa

    L’acquisto mi sembra tutto sommato ragionevole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy