Torino, ora due acquisti. Magari tre

Torino, ora due acquisti. Magari tre

Tocco di Mano / Prima i rinforzi, poi i giudizi.  E la dirigenza questo lo sa

Nocerino é andato al Parma: si é fatto notare prima ancora di scendere in campo. Ruben Perez é passato al Granada, presto sarà ceduto anche Larrondo. Ora, per Cairo e Petrachi, é arrivato il momento di comprare. Un rifinitore che inneschi le punte e una mezzala destra, ruolo rimasto scoperto in questi mesi, in cui spesso é stato riadattato Vives.

Il conto alla rovescia sta per partire, gli esuberi non sono più un problema e la sfida contro l’Inter é alle porte. Con la giusta spinta dall’alto l’operazione Ilicic può essere chiusa, discorso simile per il centrocampo. Portare a casa due acquisti entro la metà della prossima settimana, quando mancheranno a quel punto altri 5 giorni al termine forzato delle trattative, sarebbe perfetto. Perché, come sempre accade, negli ultimi giorni in molti abbassano le pretese, favorendo il classico gioco ad incastri. Con i due innesti già in cascina, Cairo e Petrachi avrebbero la possibilità di studiare un ultimo colpo, approfittando dell’effetto domino, che spesso si crea a fine mercato. Un acquisto finale, per consolidare definitivamente la rosa e dare a Ventura una squadra davvero più competitiva.

Arriverà anche la sirena, il segnale che in molti patiscono. Tempo scaduto: via i fogli, giù le penne. Sarà quello il momento dei giudizi. La squadra ha bisogno di due, magari anche tre innesti, per poter migliorare i risultati sin qui ottenuti. Diversamente, sarà tutto più difficile da qui a fine maggio. E la dirigenza questo lo sa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy