Il Toro vola in Spagna per studiare il modello Barça

Il Toro vola in Spagna per studiare il modello Barça

Il Responsabile delle giovanili Massimo Bava e quello della Scuola Calcio Benedetti resteranno una settimana a La Masia per carpire i segreti della Cantera

5 commenti

Un modello da osservare e dal quale carpire ogni segreto possibile, un settore giovanile che fa invidia a qualsiasi squadra e che negli anni continua a sfornare talenti di purissima qualità: la Cantera del Barcellona è un vero è proprio gioiello nel panorama dei vivai dell’Europa intera. Proprio per questo motivo, i maggiori rappresentanti del settore giovanile del Torino nella giornata odierna hanno in programma un volo in direzione Spagna: si tratta di Massimo Bava, responsabile delle giovanili granata, e Silvano Benedetti, responsabile della Scuola Calcio.

Benedetti Toro Day 1
Silvano Benedetti, responsabile della Scuola Calcio granata

Il programma prevede una permanenza a La Masia che si protrarrà fino a martedì prossimo: nel weekend i dirigenti granata assisteranno ad alcune partite delle giovanili blaugrana, mentre lunedì e martedì lo studio sarà rivolto direttamente ai metodi d’allenamento. Quasi una settimana di “lezioni” quindi, con l’ovvia intenzione di cogliere quella moltitudine di risvolti ed accorgimenti che, nella gestione di un settore giovanile, alla fine lo portano a fare davvero la differenza anche in campo internazionale. Studiare oggi per sfornare talenti domani: un’operazione volta ovviamente tutta al futuro granata, per migliorare ulteriormente una struttura giovanile sempre più solida. Il Toro vola a in Spagna, per studiare il modello Barcellona.

Federico Bosio

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. michelebrillada@gmail.com - 9 mesi fa

    si ma se poi hai sventura che i giovani non li fa giocare mai vedi moretti,bovo,molinaro glik gazzi vives tutti ventenni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Cecio - 9 mesi fa

    Bava, mentre sei lì, magari rapisci un paio di giovani della cantera del Barca e mettili in valigia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dbGranata - 9 mesi fa

    Di Cairo dite quel che volete, ma è la prima volta dopo tanti anni che un presidente cerca di puntare così tanto sui giovani. Certo, sarà frutto delle plusvalenze come Ogbonna, pagato 100 mila euro e venduto a 15 milioni. Va bene, però finalmente sento parlare di progetti SERI per il vivaio, e di uno spazio fantastico in cui i nostri ragazzi potranno affezionarsi Davvero alla maglia: il Filadelfia.
    Mi piace pensare che per la nostra “cantera” gli Invincibili saranno un po’ come dei padri e allenatori. Veglieranno sui giovani e finalmente potremo avere un progetto da Toro.
    Ora manca solo una cosa: un campionato B che permetta ai nostri giovani di potersi affermare ai grandi livelli come succede in Spagna. Altrimenti non esordiranno mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrimo - 9 mesi fa

      Concordo pienamente con te!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ospunda - 9 mesi fa

      Intendi dire squadre B. L’idea sarebbe fantastica, visto che il gap tra Primavera e A (ma anche B) è abissale e spesso fare esperienza in una squadra di Lega Pro che ti usa col contagocce non è molto formativo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy