Torino, anche Migliaccio ai saluti: può seguire Longo a Vercelli

Torino, anche Migliaccio ai saluti: può seguire Longo a Vercelli

A sorpresa / Anche il tecnico della Berretti granata, pronto a un’esperienza alla Pro Vercelli come collaboratore di Longo

Una piccola colonia granata potrebbe presto trasferirsi a Vercelli: con Moreno Longo, ormai destinato alla panchina della Prima squadra delle bianche casacche in Serie B (manca l’ufficialità, ma la trattativa è conclusa e andrà a buon fine salvo clamorosi ed incredibili colpi di scena), è pronto a salutare in direzione dello Stadio Silvio Piola anche un’altra figura importante del settore giovanile del Torino, Dario Migliaccio.

L’attuale tecnico della Berretti, classe ’81, in granata dal 2014, la cui stagione sportiva ufficiale si è conclusa sabato scorso con la beffarda vittoria nella finale Scudetto di ritorno contro l’Inter (un 3-2 che non è bastato a ribaltare il risultato dell’andata, 1-0, maturato a Milano), è pronto, infatti, a seguire proprio l’ormai ex allenatore della Primavera, con cui ha un rapporto di strettissima fiducia, per provare un’esperienza tra i grandi, come collaboratore tecnico della Prima squadra vercellese.

Il tecnico della Berretti del Torino, Dario Migliaccio
Il tecnico della Berretti del Torino, Dario Migliaccio

Uno scenario che, ovviamente, porterebbe a grandi cambiamenti nel vivaio granata, con Massimo Bava che dovrà sostituire ben due tecnici in un colpo solo (per la Primavera il candidato numero uno è sempre Ivano Della Morte, per la Berretti occhio a un’eventuale “promozione” di Andrea Menghini dagli Under 17, che potrebbero nuovamente essere assegnati a Roberto Fogli, che ha appena chiuso la stagione con gli Under 15), e con una serie di situazioni da riprogettare. Nulla di ufficiale, sia chiaro: per ora soltanto un’ipotesi molto accreditata, tanto che per l’ultimo torneo stagionale la formazione Berretti è già stata provvisoriamente affidata proprio ad Andrea Menghini… Se due indizi fanno una prova, però, presto nel settore giovanile granata gli addi (o – chissà – gli arrivederci…) potrebbero essere almeno due.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy