Torino, la prima volta di N’Koulou: feeling col pubblico e voglia di inserirsi

Focus On / Il difensore camerunense applaudito all’ingresso in campo. Conciliaboli con Rossettini e Mihajlovic, buona condizione fisica evidenziata

Primo allenamento per Nicolas N’Koulou al Torino: la prima seduta di lavoro al Filadelfia è durata un’ora e mezza abbondante di lavoro intenso per il camerunense classe 1990 (foto di Chiara Brunero), che da oggi inizia il percorso volto a cercare un inserimento nella nuova realtà che sia il più rapido possibile. Riscaldamento, parte atletica e parte tattica: tutto svolto con la massima attenzione. Fitti conciliaboli con i compagni (in primis Gustafson e Rossettini) e poi con il mister, Mihajlovic, per cercare di sintonizzarsi fin da subito con la stessa lunghezza d’onda, mettendo anche in conto che c’è il problema della lingua da superare.

N’Koulou, in partitella, è apparso badare dritto al sodo, senza perdersi in svolazzi inutili, ma al contempo ancora bisognoso di imparare a conoscere i nuovi compagni. Da segnalare, poi, che al termine dell’allenamento Mihajlovic, con altri 3-4 difensori, si è fermato insieme a lui, per ripetizioni di tattica quasi “ad personam”. Passando alla condizione fisica, c’è da dire che non ci sono stati problemi, anzi, il giocatore ha forzato i ritmi senza problemi; del resto, se avesse avuto remore sulle sue condizioni, il Torino non lo avrebbe tesserato (come fatto con Jozo Simunovic la scorsa stagione). Infine, il feeling col pubblico: all’entrata in campo, ma anche in seguito, tanti applausi da parte dei 300 presenti al Filadelfia per il nuovo difensore del Torino. Segno che, in linea di massima, il suo acquisto è stato accolto favorevolmente dal tifo granata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy