Torino, una chance chiamata Atalanta: Maksimovic “lotta” per tornare titolare

Torino, una chance chiamata Atalanta: Maksimovic “lotta” per tornare titolare

Focus On / Il difensore granata ha saltato il match di San Siro dopo il rientro dalla Nazionale: ora è pronto a ripartire

Il Torino è in procinto di scontrarsi sul campo dell’Olimpico contro la squadra di Reja, l’Atalanta. Il match sarà alquanto cruciale per il finale della stagione, perché potrebbe rappresentare un secondo punto di svolta in questi ultimi match. Dopo aver sconfitto l’Inter a San Siro, si può mettere un mattoncino importante anche contro la formazione bergamasca che, però, arriva da un buon momento di forma. Ad aiutare il Torino in questa parte conclusiva del campionato ci potrà essere un titolare che ha la possibilità di confermarsi dopo le ultime prestazioni sotto tono: Nikola Maksimovic.

LUNGA PAUSA – Per il giovane ragazzo serbo la pausa dalla Serie A è stata alquanto lunga, perché è stato convocato con la sua Nazionale per giocare due match e, al ritorno dalle amichevoli, non è sceso in campo contro l’Inter perché non era in condizioni di gestire un match di tale importanza: al suo posto è stato scelto Bovo, il quale ha effettuato anche una partita discreta, dando una sorta di sicurezza di “riserva” al Torino. Ma adesso il numero 19 è tornato ad essere completamente a disposizione di Giampiero Ventura, e potrebbe essere potenzialmente schierato già questa domenica contro l’Atalanta, in modo tale da riprendere il suo ruolo da titolare, al fianco di Glik e Moretti, per formare il trio ufficiale.

Makismovic
Maksimovic, atteso il suo rientro contro l’Atalanta per dare sicurezza in difesa

RIPRESA – In questo anno che ha sorriso davvero poco al difensore granata, colpito anche da un grave infortunio dopo sole due giornate di Serie A, adesso ci può essere una sorta di svolta: dopo aver lasciato alle spalle il dolore, Maksimovic può tornare, in queste ultime sette partite, ad essere quel centrale che è stato tanto desiderato in estate e che potrebbe essere ancora richiesto. Se il Torino vuole concludere questa annata con dignità ed onore è necessario che ci sia una difesa sigillata, ma anche propositiva: il serbo rappresenta, in questo senso, la miglior versione del difensore che, grazie alle sue discese, riesce anche ad impostare un’azione importante (non è da dimenticare che sull’azione del gol contro la Juventus, la manovra partì da lui).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy