Chievo-Torino, Inglese e Stępiński i pericoli numero uno dell’attacco di Maran

Chievo-Torino, Inglese e Stępiński i pericoli numero uno dell’attacco di Maran

Focus on / Il Chievo prepara un attacco pesante. Attenzione anche all’ex di turno: Riccardo Meggiorini

di Nicolò Muggianu

Torino all’esame di… Inglese. Sarà un sabato sera di fuoco per la squadra di Mazzarri: dopo il trittico di vittorie consecutive (Cagliari, Crotone ed Inter), i granata sono attesi dalla prova del nove. La prima vittoria contro una “big” del tecnico di San Vincenzo è già alle spalle e c’è la consapevolezza, per sua stessa ammissione, che al Bentegodi “sarà una partita difficilissima” (LEGGI QUI). Ma andiamo ad analizzare più da vicino le vere e proprie armi di Maran: i suoi attaccanti.

I NUMERI – I numeri raccolti sin qui dalla formazione veneta sono in perfetta linea con la posizione occupata in classifica. Sono 29 le reti realizzate dagli uomini di Maran (19 delle quali in casa). Il capocannoniere è, neanche a dirlo, Roberto Inglese: l’attaccante classe 1991 è a un passo dalla doppia cifra stagionale. Sono infatti 9 i gol messi a segno sin qui dal numero 45 in 27 presenze (2321′ complessivi). Numeri non particolarmente esaltanti, ma che affiancano l’ex Carpi a Belotti; anche lui fermo a quota 9 marcature in 2251′. Attenzione anche a Stępiński: il classe 1995 è reduce da un bel gol contro il Napoli, che ha portato il suo personal score a 3 gol realizzati al suo primo anno in Serie A.

PERICOLI – Saranno loro i pericoli numero uno a cui il Torino dovrà dedicare particolare attenzione. Con il grande ex della partita Riccardo Meggiorini leggermente svantaggiato per una maglia da titolare. Tra le armi più pericolose della coppia di attaccanti del Chievo c’è senza dubbio il gioco aereo. Sia Inglese che Stępiński sono infatti dotati di una buona struttura fisica e di un’altezza oltre il metro e ottanta (rispettivamente 186 e 183 centimetri), che permette loro di essere predisposti ai duelli aerei. Ma non solo. Già perché entrambi sono dotati di un tiro potente e velenoso, in grado di mettere in difficoltà anche le squadre più attrezzate del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy