L’attacco del Chievo: Stepinski il pericolo, Meggiorini l’ex mai dimenticato

L’attacco del Chievo: Stepinski il pericolo, Meggiorini l’ex mai dimenticato

Focus On / Per il match valido per la ventiseiesima giornata di campionato difficilmente Di Carlo avrà a disposizione Sergio Pellissier

di Luca Sardo

Domenica alle 12:30 arriva allo Stadio Olimpico Grande Torino il Chievo allenato da Domenico Di Carlo alla ricerca disperata di punti salvezza. Ad attenderlo il Torino di Mazzarri che non subisce gol da cinque partite e in casa vince da quattro partite consecutive (Empoli, Inter, Udinese e Atalanta) e per l’attacco gialloblù non sarà affatto facile trovare la via del gol.

SPERANZA SALVEZZA – La maggior parte delle speranze di salvezza passa dall’attacco della squadra gialloblù. Fino ad ora la squadra gialloblù ha segnato 19 reti in campionato e ha raccolto solamente 10 punti: si trova a meno 6 dal Frosinone (penultimo in classifica) e a meno 11 dalla zona salvezza. La speranza per il Chievo è che gli attaccanti inizino a segnare gol che permetterebbero ai Clivensi di provare a sperare in una salvezza che avrebbe dell’incredibile. I gialloblù sono la squadra che ha segnato meno gol in questo campionato a pari merito con Frosinone, Bologna e Udinese. Il capocannoniere dei gialloblù è Stepinski con 6 gol segnati. L’attaccante polacco è il pericolo numero uno per la difesa del Toro: arrivato in Italia l’anno scorso dal Nantes, il numero 9 ha segnato l’ultimo gol lo scorso 2 febbraio nel match contro l’Empoli che aveva permesso al Chievo il momentaneo sorpasso sui toscani. Dietro di lui l’eterno Sergio Pellissier a quota 4 gol. Per il match di domenica il capitano del Chievo è in forte dubbio a causa di un problema muscolare rimediato lo scorso 2 febbraio contro l’Empoli. A disposizione del tecnico gialloblù ci saranno invece Djordjevic, Pucciarelli e il neo acquisto Lucas Piazon, ma ad affiancare Stepinski dovrebbe essere l’ex attaccante granata Riccardo Meggiorini.

MEGGIORINI – E proprio l’attaccante veneto sarà uno degli osservati speciali della sfida. Con la maglia granata, l’attuale attaccante della squadra di Domenico Di Carlo, ha collezionato 85 presenze e 7 gol. Con la maglia del Toro possiamo ricordare la doppietta a San Siro contro l’Inter che ha permesso ai granata di Ventura lo scorso 27 gennaio 2013 di strappare un pareggio a Milano contro i nerazzurri. A Torino il numero 69 ha lasciato un buon ricordo di sé, non tanto per il numero di gol segnati (solo sette), ma per l’impegno e la voglia che ha messo in campo ogni qualvolta è stato chiamato in causa da Gianpiero Ventura. Fino a qui in campionato con la maglia gialloblù, l’attaccante col numero 69 ha collezionato 15 presenze, 1 gol e 2 assist. Sicuramente vorrà portare il Chievo alla salvezza segnando più gol possibili, magari a partire dalla prossima partita.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 3 settimane fa

    Per il prossimo anno Cutrone è la prima scelta di Cairo per l’attacco in caso di Europa. Qualora non si dovesse arrivare al talento rossonero, il polacco Stepinski merita di essere osservato. Ha i numeri per sfondare in Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Akatoro - 3 settimane fa

    E pensare che pellissier era un nostro primavera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy