Frosinone, incredibile Longo: la promozione sfuma a due minuti dalla fine

Frosinone, incredibile Longo: la promozione sfuma a due minuti dalla fine

Serie B / Incredibile l’epilogo della regular season con il Frosinone di Moreno Longo che viene raggiunto dal Foggia all’88 e va ai play-off. In Serie A il Parma per differenza reti negli scontri diretti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Un finale in pieno stile Torino: a quattro anni dal famoso rigore di Cerci a Firenze un altro cuore granata, Moreno Longo, vede sfumare un obiettivo a due minuti dalla fine della partita, di nuovo a favore del Parma, che da stasera è in Serie A grazie alla vittoria per 0-2 a La Spezia. Al Frosinone serviva una vittoria contro un Foggia già fuori da tutto, per portare a casa la promozione diretta ma ciò non è avvenuto. Il tecnico torinese, dopo lo Scudetto e la Supercoppa Italiana con la Primavera del Toro, poteva trionfare nel calcio dei grandi, compiendo un’impresa che era riuscita solamente ad un altro allenatore, altra vecchia conoscenza granata: Roberto Stellone. Invece è tutto rimandato ai play-off: Longo arriva a pari punti con il Parma ma a punirlo è la differenza reti negli scontri diretti. Sorte veramente crudele per i ciociari, un anno esatto dopo la mancata promozione diretta per un punto.

FANTASMI – Che non fosse una partita scontata si sapeva: oltre al fatto che il clima di festa che si respirava al Benito Stirpe poteva giocare brutti scherzi, di fronte c’era un Foggia che nel girone di ritorno è stato dominante, soprattutto in trasferta. C’erano da battere anche i fantasmi dello scorso anno, in cui la promozione sfumò per un punto nella regular season e per una partita clamorosa contro il Carpi nei Play-off. I fantasmi si sono ripresentati quando, dopo che l’arbitro ha negato due rigori netti ai ciociari, l’ex Mazzeo ha portato in vantaggio il Foggia. Le gambe tremavano e Longo riportava i suoi alla calma. Quindi un’altra rimonta, Paganini fa esplodere lo Stirpe e cambia il volto della partita. Da quel momento è un assalto, certificato dall’autogol di un altro ex cuore granata: Matteo Rubin. Uno due micidiale e festa che comincia sugli spalti fino a quando Floriano con un pallonetto all’88 distrugge tutti i sogni di gloria. C’è poco altro prima del fischio finale e a festeggiare la Serie A è il Parma, che esattamente 4 anni fa festeggiava l’Europa per poi venire escluso a vantaggio del Toro. Tutto rimandato, invece, per il Frosinone.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. magnetic00 - 3 mesi fa

    ma che bravo il parma……una promozione scritta da tempo…l’anno scorso è stato spinto in serie b e in questo campionato arbitraggi strani, vittorie immeritate e ieri sera il buon gilardino calcia il rigore alle stelle….quanta puzza in questo calcio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13799950 - 3 mesi fa

    ma che bravo Longo……… e c’è anche chi lo vorrebbe alla guida del Toro………… per carità. Complimenti al Parma anche se mi stanno adeguatamente sui Maroni : gobbi di provincia che non dovevano essere nemmeno promossi in B. Saremmo risaliti senza Cairo ? Con i se e con i ma tutto possibile…..io mi ricordo solo che i buoni Lodisti non avevano una lira …. difficile fare calcio così. Da ringraziare a vita ma saremmo falliti in 6 mesi con loro alla guida . Senza pecunia non fai calcio professionistico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13746076 - 3 mesi fa

    I parmigiani non li sopporto, poi hanno spesso goduto di varie compiacenze. Però il Frosinone si è mangiato la A da solo. Ho visto sprazzi di partita ieri sera, non puoi prenderti un goal così, a pochi minuti dalla A, farti trovare scoperto, infilato in contropiede… Assurdo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Akatoro - 3 mesi fa

    Parma=gobbi di provincia.
    Aiutati in tutto e per tutto a risalire dalla lega Pro alla serie a, spesso e volentieri con arbitraggi a dir poco scandalosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-1007904 - 3 mesi fa

      Esatto. Ma qui c’è qualcuno che si congratula pure…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. alextattoli@libero.it - 3 mesi fa

    Forza Mister. Porterai il Frosinone in A ai playoff, spero ai danni del Palermo, che trovo abbia strane affinità coi gobbi, sarà per la maglia rosa. Poi in A otterrai la salvezza, e l’anno successivo ti ingaggerà qualche squadra tipo Bologna o Udinese. E anche lì farai bene. Nel frattempo si esaurirà anche l’era Mazzarri e a quel punto il destino ti riporterà a casa, il Toro ti aspetta e con te sarà grande! Speriamo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tric - 3 mesi fa

      Però, chissà che Mazzarri …..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13726000 - 3 mesi fa

    Sì,con Giovannone…importatore di infermiere dall’Est…mannaggia alla Cricca Brontolina…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 3 mesi fa

    Intanto complimenti al Parma che in tre anni risale in A.
    Poi i Cairo boys ancora ringraziano il nostro ‘benefattore’ per il ‘salvataggio’.

    Potevamo farcela senza di lui, di questo ne sono sicuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. masterfabio - 3 mesi fa

      Il commento su Cairo è completamente fuori luogo e nulla c’entra con l’articolo. Dovresti andare a riversare le tue frustrazioni da altre parti. Grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 3 mesi fa

    Intanto complimenti al Parma che in tre anni risale in A.
    Poi i Cairo boys ancora ringraziano il nostro ‘benefattore’ per il ‘salvataggio’.

    Potevamo farcela senza di lui, di questo ne sono sicuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Oni - 3 mesi fa

    povero longo mi spiace tanto ma oggi vedendo la partita è stato giusto così deve ancora macinare panchine e panchine

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy