Croazia-Senegal 2-1: Niang parte titolare, i segnali sono positivi

Croazia-Senegal 2-1: Niang parte titolare, i segnali sono positivi

Nazionali / L’attaccante senegalese viene scelto dal primo minuto in una gara molto complicata

di Redazione Toro News

Il senegalese M’Baye Niang, attaccante del Torino, è stato – questo pomeriggio – alle prese con un’amichevole tra il suo Senegal e la Croazia, in una gara molto complessa tra due Nazioni che andranno al Mondiale in Russia. Niang è partito dal primo minuto, scelto dal tecnico Cissè come esterno nel 4-4-2 varato per la competizione che comincerà tra meno di 10 giorni. Una sconfitta per il Senegal, che contro una Croazia sulla carta molto più tecnica va in vantaggio grazie ad un gol di Sarr che è stato ripreso da Ivan Perisic e pi superata da Kramaric. Il giocatore del Torino M’Baye Niang ha giocato 65 minuti, ed è stato sostituito appena dopo il gol della Croazia in favore di Keita Balde.

Nazionali, il Senegal di Niang sfida la Croazia: Cissé si aspetta conferme importanti

PROVA – Una prova discreta da parte del giocatore senegalese di proprietà del Torino, che nell’ora di gioco in cui è stato in campo non si è contraddistinto per grandi occasioni create, ma ha partecipato attivamente al gioco, mettendo anche lui in difficoltà talenti come Modric e Rakitic che, nel primo tempo, non sono riusciti ad essere realmente pericolosi. Il match infatti si è sbloccato nel secondo tempo, con la Croazia che dopo il gol subito ha cominciato a prendere campo, colpendo una traversa prima e andando in gol 10 minuti dopo, trovando poi il gol vittoria a 12 minuti dalla fine.

SEGNALI –  I segnali arrivati da questo match, per il Sengal di Niang, sono positivi: la squadra africana ha dimostrato molto carattere, riuscendo a creare qualche grattacapo ad una delle selezioni più interessanti del Mondiale, con giocatori del calibro di Mandzukic, Vida, Perisic (autore del gol), Badelj. Anche per Niang ci sono alcuni messaggi positivi: gli è mancato il gol, ma la prestazione è nel complesso da considerarsi sufficiente. In Russia anche lui proverà a giocarsi le sue carte per mettersi in mostra.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torracofabi_292 - 5 mesi fa

    Ci avete sfranticato le p.. Con sto Njang è un bidone e spero vivamente di non vederlo più con la gloriosa maglia granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 5 mesi fa

    Forza Nyang… Per te ma sopratutto X noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Como Granata - 5 mesi fa

    Niang deve fare un grandissimo mondiale!!!
    Per lui…
    e per Noi!!!
    Così può svernare altrove…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 5 mesi fa

    oh cmq leggo

    dong è un vecchio pallino del direttore sportivo Gianluca Petrachi, che lo segue dai tempi in cui giocava in Francia nel Lorient, il giocatore non ha però convinto del tutto né l’allenatore Walter Mazzarri, né il presidente Urbano Cairo, che al momento non è convinto di spendere i 7.5 milioni di euro necessari per acquistare il centrocampista.

    Maddai che WM e Cairo ora bloccano Petrachi? Non ci credo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13802271 - 5 mesi fa

    speriamo faccia un ben mondiale in modo da sbarazzarsene senza problemi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy