EURO 2016, l’orgoglio azzurro contro la verde speranza irlandese

EURO 2016, l’orgoglio azzurro contro la verde speranza irlandese

Europei / Stasera, allo stadio di Lilla Pierre Mauroy, l’Italia affronterà l’Irlanda di O’Neill, che ancora può sperare di passare come migliore terza

Stasera alle 21, allo stadio Mauroy di Lilla, l’Italia affronterà l’Irlanda del CT O’Neill. Un’Eire molto arrabbiata, plasmata dal suo CT a sua immagine somiglianza, accompagnata anche da una super leggenda del calcio inglese: Roy Keane. Quest’ultimo e O’Neill formano una coppia a dir poco strepitosa, capace anche di far dimenticare, a suon di vittorie e buon calcio, quella palese disonestà di Thierry Henry col suo fallo di mano negli spareggi dei mondiali in Sudafrica. Un tipo di football molto aggressivo, animato però dalla splendida tifoseria che, da circa un trentennio, rende uniche tutte le competizioni internazionali. Quella che affronterà stasera l’Italia sarà un’Irlanda affamata, ancora speranzosa per superare questo girone e approdare agli ottavi come i cugini del Nord.

L’Italia però, ovviamente, non vorrà fare brutte figure, cercando a tutti i costi la vittoria, anche permettendosi, con un pizzico di superbia, un po’ di turnover, il quale però è giustificato, poiché, nella prossima settimana, l’Italia affronterà la regina d’Europa in carica: la Spagna di Del Bosque. Una seconda squadra quella che scenderà in campo stasera che darà comunque filo da torcere alla nazionale di un CT che non ha paura di niente e di nessuno, poiché vincere due Champions League con il Nottingham Forest non fa altro che impreziosire una persona, anche dal punto di vista umano. Sarà una sfida all’ultimo sangue quella di Lilla, dove nessuno si risparmierà e tutti daranno il 110%, anche se per ragioni diverse: chi per l’orgoglio di non concedere nemmeno un centimetro e chi invece per ragioni fisiologiche, poiché il verde speranza, gli irlandesi, lo indossano da sempre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy