Italia-Olanda 1-1, esordio per Baselli. Belotti: un gol annullato e uno divorato

Italia-Olanda 1-1, esordio per Baselli. Belotti: un gol annullato e uno divorato

Nazionali / Gli Azzurri pareggiano all’Allianz Stadium: vantaggio di Zaza, pareggio di Aké. Espulso Criscito

di Redazione Toro News

Finisce 1-1 il terzo esame della “nuova” Italia targata Roberto Mancini. Dopo Arabia Saudita e Francia, all’Allianz Stadium di Torino arriva l’Olanda di Ronald Koeman. Una formazione in fase di ricostruzione che, così come gli Azzurri, fa parte delle escluse celebri dal prossimo Mondiale in Russia. Sotto gli occhi di Conte e Petrachi, la squadra di Mancini non riesce ad andare oltre il pari. Un risultato che non rispecchia perfettamente i valori visti in campo, con un’Italia padrona del gioco sino all’espulsione di Criscito (69′).

TITOLARE – Segnali positivi da parte dei giocatori del Torino. Occasione dal 1′ per Belotti, che sfrutta soltanto in parte la chance concessa da Mancini. Il capitano granata parte subito forte: al 3′ è sua la deviazione sotto porta che manda gli Azzurri momentaneamente in vantaggio per 1-0. Vantaggio che dura soltanto qualche secondo, con l’arbitro Bezborodov che annulla per posizione di fuorigioco. La partita prosegue, l’occasione migliore del match capita proprio sui piedi del numero 11 azzurro: dopo un ottimo movimento ad attaccare la profondità però, Belotti calcia addosso a Cillessen da posizione più che favorevole. Calo nella ripresa. La sua partita termina al 63′: entra Zaza, che segna e porta in vantaggio l’Italia dopo appena 4′.

Glik, la rovesciata in allenamento finisce male: spalla ko e Mondiali a rischio

ESORDIO – Nonostante il risultato finale, quella di Torino è una serata da ricordare anche per Daniele Baselli. Il centrocampista granata ha trovato l’esordio assoluto con la Nazionale Italiana al 78′, subentrando al posto di Jorginho. Uno spezzone di gara positivo il suo, che mette in evidenza una buona qualità e sicurezza in fase di impostazione. Nei minuti finali va in affanno, così come tutti i compagni, con l’Olanda che prova gli ultimi arrembaggi per cercare il pareggio; poi arrivato all’88’ grazie ad un gol di Aké.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gikappa67 - 5 mesi fa

    Caro Skrunk a quasi 25 anni i rigori o li sai tirare o è meglio che lasci stare……..inutile fare allenamenti specifici.
    Il prossimo anno Belotti dovrá dimostrare al mondo chi è……..l’attaccantino scialbo di Palermo o il goleador dello scorso anno??
    Vedremo……io comunque non gli cercherei troppi alibi, adesso è un uomo ed è lui che ha in mano il suo futuro…….
    Saluti ai fratelli granata……soprattutto a quelli datati come me……..FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robert - 5 mesi fa

    Come al solito peggior in campo Belotti.Quattro volte beccato in fuorigioco e gol divorato davanti al portiere.Tira sempre dritto perché ha dei mattoni al posto dei piedi.Non vale una cicca, meglio cederlo e prendere Zaza che ne vale due.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gikappa67 - 5 mesi fa

    @claudio sala68 e se fosse che Belotti sbaglia tanti gol perchè non è quel campione che pensavamo fosse??
    Quando calcia i rigori li sbaglia perché è stanco e non ha luciditá??
    Deve fare un bagno di umiltà, e ringraziare la Madonna di giocare nel Toro………altro che 100 milioni…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 5 mesi fa

      Belotti sbaglia, come tutti del resto, perchè lo fanno correre tutta la partita a vuoto, sia nel Toro, che in Nazionale… è il tipo di giocatore che devi lanciare quando scatta, se tu fai come Candreva in Nazionale (tempo fa, ora non convocato), che, a testa bassa, scarti e riscarti l’uomo e non guardi cosa fanno le punte… difficilmente gli arriveranno palloni giocabili… ripeto, va lanciato quando scatta e diventa devastante… anche i cross dal fondo non c’è più nessuno che li fa… poi che abbia dei limiti è normale, alcuni può correggerli, vedi i rigori, si mette lì a fine allenamento e li tira fin che gli basta a capire come colpire la palla e cercare di spiazzare il portiere, possibilmente bassi e angolati… oppure, se la tecnica difetta, imparare a tirarli alla Batistuta, e lì son cavoli amari per il portiere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio sala 68 - 5 mesi fa

      Sono d’accordo che non valga 100 milioni ma purtroppo la valutazione non l’ha decisa lui. Secondo me ha bisogno di stare bene fisicamente per rendere, resto dell’idea che con Chiesa in campo anziché Zappacosta avrebbe fatto gol. Mi ricorda molto Immobile che segna se la squadra lavora per lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657710 - 5 mesi fa

    Madama granata – Bearzot e Lippi vinsero i mondiali cercando di sfruttare i “blocchi” delle varie squadre, cioè mettendo assieme più giocatori possibile che fossero già affiatati tra di
    loro e che potessero “giocare a memoria”.
    Mancini sembra fare l’esatto contrario: xche Sirigu, Baselli e Belotti non sono stati provati insieme?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 5 mesi fa

    La partita di Belotti è uguale a tutta l’annata, grande impegno ma grande fatica a fare gol semplici, segno che tutto il movimento che fa incide sulla lucidità in zona gol. Per un giudizio però definitivo mi sarebbe piaciuto vederlo giocare assieme a Chiesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy