Martinez cerca la prima vittoria nel girone A di qualificazioni ai mondiali di Russia

Martinez cerca la prima vittoria nel girone A di qualificazioni ai mondiali di Russia

Nazionali / L’attaccante granata, stanotte, sarà impegnato contro l’Uruguay a Montevideo

Martinez

Anche Josef Martinez è stato convocato dalla rispettiva nazionale in vista di questa pausa nazionali. La selezione Vinotinto capitanata dal CT Rafael Dudamel, stanotte all’ 1.00, sarà impegnata a Montevideo – in Uruguay – per le qualificazioni ai mondiali di Russia del 2018, al fine di conquistare la prima vittoria nel girone A sudamericano delle qualificazioni al torneo intercontinentale. La Vinotinto è reduce da un ottimo pareggio contro la selezione Albiceleste, match giocato il 7 settembre e terminato con uno spettacolare 2-2, nel quale è andato a segno proprio il giocatore granata. Al momento, la nazionale di Dudamel, è ultima nel girone, dove ha collezionato soltanto 2 punti in 8 partite, conquistando soltanto due pareggi e sei sconfitte. Martinez, fin qui, è stato uno dei pochi protagonisti di questa nazionale non troppo spettacolare, siglando nel girone A ben due gol e un assist.

Il peso del reparto offensivo venezuelano sarà bipartito a Rondon – altro protagonista della Vinotinto – e a Martinez, che del suo Paese, ormai, è divenuto un vero e proprio simbolo. L’attaccante di Valencia si è messo in mostra principalmente in questa estate, in occasione del Centenario della Coppa America, disputatosi negli Stati Uniti. Con la sua nazionale, Martinez, ha disputato un discreto torneo continentale, arrendendosi di fatto soltanto alla grande potenza dell’Argentina di Leo Messi ai quarti di finale.  Stasera, dunque, i Vinotinto dovranno vedersela contro i pionieri del calcio mondiale, i quali punteranno il tutto sul loro reparto offensivo, ricco di talento e soprattutto di fuoriclasse. Una sfida dunque che parla interamente in spagnolo, ma, in questo caso, anche un pizzico di italiano, grazie a Josef Martinez. Il giocatore granata, molto probabilmente, giocherà titolare insieme al suo connazionale Rondon, nel ruolo di punta in un 4-4-2 pieno di giovani.

Il bilancio storico tra le due squadre non va di certo a favore del Venezuela: 7 vittorie a 5 per i padroni di casa, ma Martinez, al momento, non starà di certo pensando alla storia, bensì al presente e al bene che può fare per la sua nazionale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy