Nazionali, Israele-Albania 0-3: solo panchina per Ajeti

Nazionali, Israele-Albania 0-3: solo panchina per Ajeti

Nazionale / La squadra di De Biasi si impone per 3-0 ad Israele ma il difensore granata rimane in panchina

di Redazione Toro News

Si è giocata ieri sera la sesta partita valevole per i gironi di qualificazione ai prossimi Mondiali che si disputeranno in Russia nel 2018. Tra le protagoniste scese in campo nel Gruppo G (lo stesso dell’Italia n.d.r.) non poteva mancare l’Albania di una vecchia conoscenza del Torino e del calcio nostrano: Gianni De Biasi. La compagine albanese – guidata da diversi giocatori di Serie A – è riuscita a imporsi per 0-3 contro Israele portandosi cosi a 9 punti al terzo posto nel girone. La squadra ospite ha fatto immediatamente capire la maggiore determinazione nel voler portare a casa la vittoria e a fissare il risultato ci hanno pensato Sadiku (autore di una doppietta) e il capitano del Pescara, Memushaj. La partita non è mai stata in discussione: il doppio vantaggio maturato già al termine dei primi 45′ e i buoni interventi del laziale Strakosha hanno infatti permesso ai ragazzi di De Biasi di portare a casa 3 punti preziosi senza particolari difficoltà.

L’ennesimo passo avanti dunque, in un evidente percorso di crescita palesatosi con l’arrivo del CT italiano, che ha conferito alla squadra un’identità ben precisa. Per quanto riguarda i giocatori del Torino impegnati in questa partita però, è da registrare il mancato utilizzo di Ajeti: rimasto in panchina per tutti i 90′. Il difensore di proprietà granata non ha infatti trovato spazio nella difesa a 5 interpreti schierata inizialmente da De Biasi. Al suo posto hanno giocato Kukeli, Mavraj e Djimisti: a dimostrazione del fatto che il ragazzo sta affrontando un periodo tutt’altro che roseo anche con la maglia della Nazionale. Dopo un Europeo da assoluto protagonista infatti, il ragazzo ha attraversato diverse difficoltà al Torino, tanto da non aver convinto al 100% la società granata a puntare su di lui anche l’anno prossimo. Continua dunque il momento complicato di Ajeti, che avrà ora diverse settimane per riflettere sul suo passato, sul suo presente e sul suo futuro.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabrizio - 1 anno fa

    ma va???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 1 anno fa

      rinforzati dalla non presenza di Ajeti

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy