Belotti ed El Shaarawy, a Roma si alza una sola cresta: quella del Gallo!

Belotti ed El Shaarawy, a Roma si alza una sola cresta: quella del Gallo!

Testa a Testa / I due attaccanti sognano entrambi di entrar a far parte della lista di Conte, ma ieri il Gallo ha avuto la meglio

Belotti. Roma-Torino

La sfida di ieri sera ha visto protagonista due tipi di creste: la prima, quella di Stephan El Shaarawy del tutto naturale, mentre la seconda, quella di Andrea Belotti, che si alza soltanto quando il Gallo la mette in rete. Il primo round tra i due è stato giocato ieri sera in occasione di Roma-Torino ed è stato chiaramente vinto dall’attaccante del Torino, ma le ottime prestazioni dell’ex Milan potrebbero fungere da bastone fra le ruote per i sogni di un giovane Andrea Belotti, il quale è alla ricerca di un posto da titolare nella rosa di Antonio Conte. Il futuro allenatore del Chelsea, già da tempo, sta monitorando le prestazioni dei due attaccanti, uno dei quali potrebbe far parte dell’imminente spedizione francese, valente per gli EURO 2016. I due colleghi di reparto hanno a disposizione ormai poche partite per convincere a pieno l’ex tecnico juventino e questi ultimi incontri potrebbero essere molto decisivi.

Dopo un inizio di stagione sotto tono, i due nel 2016 sono definitivamente esplosi: 17 gol in due che fanno sognare l’intero pubblico italiano in vista del prossimo campionato europeo. Ieri però, è stato Belotti ad aver rubato la scena al Faraone, con l’ennesimo rigore realizzato. In questo 2016 è stato proprio il Gallo la chiave offensiva dell’attacco granata. L’ex Palermo ha avuto il carattere di caricarsi sulle spalle l’intero peso di un reparto, che a causa delle pesanti assenze, ha sofferto molto in queste ultime settimane. I due attaccanti, oltre che nella continuità, si distinguono anche nelle responsabilità. Belotti ha il compito di guidare da solo l’attacco del Toro e ad oggi questo lavoro è stato svolto a meraviglia: 3 reti nelle ultime 4 partite senza Ciro Immobile. El Shaarawy invece ha delle responsabilità minori, poiché a suo fianco si ritrova dei compagni di reparto capaci anche di sostituirlo e di conseguenza fare anche meglio di lui. La sfida di ieri sera ha visto alzare soltanto una cresta in campo e quella cresta appartiene ovviamente al Gallo Belotti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy