SPAL, l’arma per attaccare è il contropiede: Paloschi e Floccari in ballottaggio

SPAL, l’arma per attaccare è il contropiede: Paloschi e Floccari in ballottaggio

Verso il match/ Sicuro del posto da titolare solo l’ex Mirco Antenucci, mentre continua il duello su chi dovrebbe essere il suo partner

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

Il Torino ospiterà la SPAL nell’ultimo match allo Stadio Olimpico Grande Torino della stagione 2017/2018 di Serie A. Dopo aver analizzato la difesa e il centrocampo estense ora ci dedicheremo al reparto offensivo. Semplici ha ancora molti dubbi sul tandem d’attacco che sfiderà i granata e l’unico sicuro del posto sembra essere il grande ex Mirco Antenucci (leggi qui l’approfondimento su di lui).

BALLOTTAGGIO – Vista l’assenza di Marco Borriello che ha saltato gran parte del campionato per vari guai fisici che lo hanno tormentato, a giocarsi il posto da titolare come partner del capitano della SPAL saranno Sergio Floccari e Alberto Paloschi. Due giocatori di grande esperienza, ma con caratteristiche molto diverse fra loro. L’ex attaccante della Lazio, infatti, è molto bravo sul gioco aereo e grazie anche al suo fisico può permettere ai biancazzurri di poter appoggiarsi su di lui via lanci lunghi. Bravo nel far salire la squadra, il 36enne calabrese ha disputato una buona stagione finora collezionando 20 presenze, 3 gol e 1 assist, tra cui una doppietta importantissima nel girone d’andata a Benevento che valse la prima vittoria esterna dal ritorno in Serie A della Spal. Diverse, invece, le caratteristiche di Paloschi che ha giocato quasi sempre in campionato segnando anche 7 gol, affermandosi come vice-capocannoniere della squadra dopo Mirco Antenucci che è a quota 9 reti. L’ex attaccante del Chievo è un rapace in area di rigore, sempre pronto a mettere in porta palloni sporchi, ma è meno bravo nel difendere palla e aiutare la squadra nella manovra ed è tornato a giocare su buoni livelli quest’anno dopo due anni avari di soddisfazioni.

TRASCINATORE – L’attacco estense non è fra i più prolifici del campionato, anzi sono appena 35 le reti segnate in 36 gare di campionato. Più di 1/4 delle marcature portano la firma del trascinatore della squadra, l’ex Mirco Antenucci che ha voluto rimanere in Serie A per dare il proprio contributo per la salvezza ritagliandosi sempre più spazio fino a divenire uno degli elementi imprescindibili della squadra di Semplici. Rigorista infallibile 4 su 4 le sue trasformazioni, ha collezionato 31 presenze e anche 5 assist dando un contributo fondamentale per la risalita della propria squadra. Ora affronterà il suo passato ed il Torino che nel gennaio di 7 anni fa lo acquistò dal Catania.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 7 mesi fa

    Motivations

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy