Cade la Primavera, si rialzano i Giovanissimi

Cade la Primavera, si rialzano i Giovanissimi

di Ivana Crocifisso

Servivano tre punti per mantenere il secondo posto e le distanze dalle inseguitrici: è arrivata invece una sconfitta rocambolesca, ma non per questo meno amara, nella gara casalinga di sabato scorso. Il Toro di Asta si è arreso al Parma dopo una gara incredibile, che nei primi 7′ vedeva i granata avanti 2-0.

Si sono spese tante parole sul fatto che i risultati di questo gruppo fossero…

di Ivana Crocifisso

Servivano tre punti per mantenere il secondo posto e le distanze dalle inseguitrici: è arrivata invece una sconfitta rocambolesca, ma non per questo meno amara, nella gara casalinga di sabato scorso. Il Toro di Asta si è arreso al Parma dopo una gara incredibile, che nei primi 7′ vedeva i granata avanti 2-0.

Si sono spese tante parole sul fatto che i risultati di questo gruppo fossero superiori alle aspettative: questo per evitare che, in momenti come questo, si gridasse alla crisi. Se nessuno si sarebbe mai aspettato una Primavera nei primi quattro posti a questo punto della stagione, seconda in solitaria fino a sabato (al momento è alle spalle del Genoa ma Juve e Fiorentina hanno raggiunto i granata), è altrettanto scontato che non si può rimproverare nulla alla squadra di Asta.

Sorridono invece, finalmente, i Giovanissimi di Roberto Fogli. Una vittoria che serviva, quella a Varese di ieri pomeriggio, per il morale ma anche per la classifica. Approfittando della sconfitta del Genoa, impegnato nel derby con la Samp, i granata si riprendono il primo posto, seppur in coabitazione (ma il Genoa dovrà ancora riposare). Ci ha pensato Parigini a prendere per mano la squadra e cogliere tre importantissimi punti.

E ormai quasi non fa più notizia l’ennesima prova di forza degli Allievi di Moreno Longo. Tredicesima vittoria consecutiva quella con il Cagliari. Come spesso capitato in questo campionato nessun gol subito e squadra proiettata già verso i più probanti impegni della fase finale. La finale persa con l’Inter, in occasione dell’Arco di Trento, non ha lasciato segni né strascichi.

 

(Foto torinofc.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy