Final Eight Primavera, Torino-Milan, Longo: “Ci alleniamo sempre al 100% ed ecco i risultati”

Final Eight Primavera, Torino-Milan, Longo: “Ci alleniamo sempre al 100% ed ecco i risultati”

Post partita / Le parole del tecnico granata dopo il quarto col Milan

Ha parlato nel post-partita di Torino – Milan il tecnico granata Moreno Longo. Ecco le sue parole:

“La formula di questa Final Eight fa sì che venga decisa spesso da episodi. Al di là dei rigori, credo che avremmo potuto vincerla anche prima. Siamo stati bravi a non disunirci, sapendo che il calcio ti dà sempre un’altra possibilità se resti in partita…”

“L’allenatore il carattere di una squadra lo cura con la quotidianità, esigendo il 100% in ogni singolo allenamento. La mentalità è la base per poi procedere con qualsiasi progetto tecnico – tattico. Quando c’è questa disponibilità da parte dei giocatori, tutto è più facile per un tecnico”

Ricordando le sconfitte ai rigori contro il Chievo l’anno scorso e l’Atalanta quest’anno, abbiamo cercato di chiuderla prima. Forti dell’esperienza li volevamo evitare. Ma poi per fortuna siamo stati bravi a scacciare gli incubi… Conoscevamo la filosofia del gioco del Milan, votato al palleggio e dal fraseggio. Nel primo tempo loro forse sono stati agevolati dal caldo, che ci ha costretti a abbassare il ritmo del pressing. Nella ripresa, siamo stati fortissimi mentalmente e abbiamo dominato dal punto di vista delle occasioni. Neppure il gran gol di Fabbro ci ha tagliato le gambe: sapevamo tutti, io per primo, che avremmo potuto riprenderli. Stavamo meglio di loro fisicamente e sapevo che saremmo riusciti a segnare. Complimenti comunque al Milan: hanno costruito ottimi giocatori, a prescindere dai risultati hanno fatto un gran lavoro”.

“Una Primavera con il formato della Serie A a girone unico? E’ un’idea, ma ci vuole il consenso di tutti. Perchè in un caso del genere magari squadre che investono sui giovani retrocedono con le loro prime squadre e resta tagliata fuori dalla competizione. Chi preferisco tra Bari e Fiorentina? In semifinale Scudetto è inutile scegliere. Chi affronteremo sarà di certo una squadra con grandi qualità”

“So che il Bari fa giocare Minala: la carta d’identità dice che è un classe 1996 e quindi è tutto in regola ma… Ricordo che a un Torneo di Viareggio abbiamo giocato contro l’Anderlecht che schierava un giocatore con quattro passaporti… Il calcio dovrebbe attrezzarsi per avere più certezze da questo punto di vista…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy