Giovanili Toro, il bilancio di metà stagione: Berretti, dominio e primato

Giovanili Toro, il bilancio di metà stagione: Berretti, dominio e primato

Verso il 2018 / La squadra di Capriolo macina vittorie e prepara ragazzi al salto in Primavera

di Alberto Giulini, @albigiulini

Il Undici vittorie su dodici gare disputate: non può che essere positivo il bilancio di metà stagione della Berretti granata. I ragazzi di Capriolo, inseriti nel girone C in sede di compilazione dei calendari, hanno disputato fino a questo momento un campionato d’altissimo livello. Certo, il livello medio delle squadre avversarie non è dei più elevati, ma undici vittorie ed una sola sconfitta rimangono un ottimo bottino per una squadra di giovani ragazzi. E la categoria non rimane comunque delle più facili: in palio c’è uno scudetto, ma soprattutto il compito di raccogliere dei ragazzi dall’Under 17 e prepararli al salto nel campionato Primavera.

ANNO DI CRESCITA – Un salto che nelle ultime due stagioni è divenuto ancor più arduo. Con la riforma del campionato Primavera, il livello si è infatti ulteriormente alzato, rendendo ancor più utile un anno di maturazione intermedio. E questo fattore spiega il perché della presenza dei soli Enrici, Moreo e Buonavoglia a disposizione di Coppitelli. E così Capriolo ha potuto contare su diversi giocatori di gran talento che stanno disputano una stagione sopra le righe. A questi per diverse gare si è aggiunto Fabio Gonella, sceso dalla Primavera per ritrovare la migliore condizione dopo gli infortuni che hanno compromesso la scorsa stagione.

ELEMENTI IN PROSPETTIVA – Tra i giocatori che si stanno mettendo in mostra nella Berretti granata c’è sicuramente la coppia difensiva composta da Leggero e Laurenzi. Un duo ben assortito che sta dimostrando esperienza nonostante la giovanissima età. Ad essere particolarmente apprezzati da Coppitelli in ottica Primavera sono invece Ricossa, terzino sinistro e l’esterno D’Ambrosio, punto di forza di questa squadra. Tra i talenti della squadra spiccano anche Sandri, centrocampista, e Kone, esterno dalle spiccate doti fisiche. Insomma, i giocatori interessanti in ottica futura non mancano: non è affatto utopia immaginare diversi di questi elementi a comporre la Primavera 2019/2020.

Il 2019 della Primavera: in gioco su 4 fronti, i granata a caccia di trofei

VERSO LE FINALI – Tornando invece al campionato in corso, il Toro si è laureato campione d’inverno. Cinque i punti di vantaggio sull’Arezzo che occupa la seconda posizione, insidiata però dall’Entella, ferma al terzo posto a sei punti dai granata ma con una partita in meno. Il 2019 della squadra di Capriolo si aprirà subito con una sfida d’alta classifica: il 12 gennaio, infatti, i granata affronteranno proprio l’Arezzo. L’obiettivo dei granata dovrà essere la vittoria del girone, per arrivare nelle migliori condizioni alle finali scudetto.

CLASSIFICA: Torino 33, Arezzo 28, Entella 27, Olbia 22, Siena 16, Albissola 14, Carrarese 13, Cuneo e Pontedera 12, Pisa 9, Lucchese 8, Pistoiese 7, Arzachena 6

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy