I protagonisti del Torino Primavera: Simone Auriletto, voto 6.5

I protagonisti del Torino Primavera: Simone Auriletto, voto 6.5

Il pagellone di TN / Una prima parte di stagione vissuta da protagonista per il difensore, che il prossimo anno potrebbe diventare una colonna portante dei granata. Novello, voto 6. Santomauro, non giudicabile.

Continua il nostro viaggio attraverso i protagonisti del Torino Primavera 2015/16. Tocca ad un altro difensore, il classe ’98 Simone Auriletto, centrale di difesa affidabile e dal futuro promettente.

Ad inizio stagione, Moreno Longo lo schiera titolare con grande continuità, e lui si fa sempre trovare pronto, inanellando prestazioni positive, e grandi esperienza a livello personale, come quelle maturate in Youth League, dove Auriletto ha giocato ben 4 partite quest’anno. Marcatore grintoso e sempre pronto ad imparare, con l’arrivo di Friedenlieb si accomoda in panchina, e nella seconda parte di stagione le sue presenze si fanno più rarefatte. Cresciuto nel Torino si da bambino, Auriletto si candida per essere una delle colonne difensive della prossima stagione

SIMONE AURILETTO

Campionato Youth League Final Eight Coppa Italia Supercoppa Viareggio
Presenze  16  4  0 1  1  3
Minuti giocati 1170 360  390 90 120  161
Gol segnati  1  0  0  0  0  0
Cartellini gialli  3  0  0  0  0
Cartellini rossi  0  0  0  0  0  0
VOTO: 6.5

Arrivato dal Genoa nel 2014 insieme a Facundo Lescano, Giacomo Novello ha raccolto 10 presene totali in granata nell’ultima stagione, di cui solamente una da titolare, in campionato contro la Pro Vercelli. Ben piazzato fisicamente e forte di testa, il classe ’97 è stato inserito da Longo in diverse partite per aiutare a difendere il risultato.

GIACOMO NOVELLO

Campionato Youth League Final Eight Coppa Italia Supercoppa Viareggio
 

Presenze

 6  0  1 0  0  3
Minuti giocati 187 0  4 0 0  147
Gol segnati  0  0  0  0  0  0
Cartellini gialli 2  0  0  0  0
Cartellini rossi  0  0  0  0  0  0
VOTO: 6

LUCA SANTOMAURO (VOTO: NG)

In prestito dall’Empoli, il difensore classe ’97 si è sempre allenato con dedizione ed impegno, non riuscendo però mai ad impressionare Moreno Longo, che gli ha concesso solo una chance, contro lo Spezia in campionato. Nella prossima stagione tornerà in Toscana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy