Le pagelle del Torino Primavera / Fissore cuore di capitano, per Mantovani una crescita evidente

Le pagelle del Torino Primavera / Fissore cuore di capitano, per Mantovani una crescita evidente

Primavera, il pagellone del 2014-2015: i difensori centrali / Il capitano rappresenta bene la squadra, per Mantovani è uno Scudetto dal sapore particolare

Per quanto riguarda il pagellone di fine anno della Primavera del Torino, tocca oggi ai difensori centrali. Cinque le alternative per due posti disponibili, nella difesa a quattro di Moreno Longo. Ad aver disputato il numero maggiore di presenze è stato capitan Fissore  

MATTEO FISSORE, VOTO 7.5 – E’ uno degli emblemi della squadra per il modo in cui è andato oltre ogni aspettativa. Tornato al Torino a gennaio 2014 dopo un paio di anni in giro tra Genoa e Carpi, lui formatosi come giocatore nella Scuola Calcio granata, è stato nominato capitano per la stagione 2014-2015, un po’ per “anzianità”, un po’ per il suo carattere generoso e carismatico, molto “da Toro”. Si è dimostrato assolutamente degno della fascia, per il modo in cui sopperisce a qualche limite tecnico con applicazione, cattiveria e intelligenza, ma anche per le doti di leader morale della squadra, colui che cerca di tenere sempre alta l’attenzione dei compagni. La sua stagione è stata un filotto di buone prestazioni; un infortunio lo ha un po’ bloccato nel girone di ritorno ma è tornato in forma in tempo per la parte decisiva della stagione. Cuore di capitano.

Data di nascita: 8 marzo 1996
Presenze ufficiali in stagione: 27
Gol: 1
Minuti giocati: 2121
Possibile futuro:  firma del vincolo di pre-addestramento col Torino per poi essere girato in prestito.

VALERIO MANTOVANI: VOTO 7.5 – Chissà se al momento di andare verso il dischetto, nella Finale Scudetto, Mantovani ha ripensato a quando fu scartato senza troppi complimenti dalla Roma, che lo liquidò senza troppi complimenti nel 2013. Bava quell’estate lo acquistò per la Berretti di Fogli, con cui a fine campionato ha vinto lo Scudetto, per poi ripetersi quest’anno. E’ stato forse il giocatore cresciuto di più nell’arco della stagione, che lo ha visto crescere sempre più per sicurezza e autorità. E per il “Glik” della Primavera c’è stata anche qualche rete importante, come le due segnate al Torneo di Viareggio. Per lui è uno Scudetto con un sapore particolare. 

Data di nascita: 18 aprile 1996
Presenze ufficiali in stagione: 24
Gol: 3
Minuti giocati: 1690 
Possibile Futuro:  firma del vincolo di pre-addestramento col Torino per poi essere girato in prestito.

KEVIN BONIFAZI: VOTO 7 – Titolare nel girone d’andata, ha fatto vedere al pubblico granata quello che di cui è capace, dimostrandosi un elemento più che utile alla causa. Tempismo ed eleganza le sue doti più importanti, che per altro non sono sfuggite al CT della Nazionale Under-19, Alessandro Pane, che lo ha convocato in autunno. Nella seconda parte della stagione ha avuto meno spazio complice l’affermazione di Mantovani, ma ha avuto comunque la grandissima soddisfazione della convocazione in prima squadra per l’ultima partita di Serie A contro il Cesena. Ventura, probabilmente, è stato impressionato favorevolmente dalle sue doti durante i molti allenamenti nel quale è stato aggregato. Più che positiva, inoltre, la prova da titolare in semifinale contro la Fiorentina.

Data di nascita: 19 maggio 1996
Presenze ufficiali in stagione: 22
Gol: –
Minuti giocati: 1757
Possibile Futuro: ha già un contratto da professionista col Torino, firmato l’estate scorsa arrivando a parametro zero dal Siena fallito. Partirà in prestito, in Serie B o Lega Pro.

ANDREA PINTON: VOTO 6 – Arrivato a Gennaio, si è messo subito a disposizione del tecnico Longo, pur sapendo di partire indietro nelle gerarchie. Non ha infatti avuto molto spazio durante la stagione, ed è stato impiegato soprattutto a partita in corso per difendere il risultato, come ad esempio contro la Fiorentina. Quando è stato chiamato in causa, comunque, non ha sfigurato.

Data di nascita: 28 aprile 1996
Presenze ufficiali in stagione: 8
Gol: –
Minuti giocati: 399
Possibile Futuro: probabilmente tornerà all’Inter, sembra difficile che venga esercitato il diritto di riscatto.

ALESSANDRO DALMASSO: VOTO 6 – Anche per lui come per Bonifazi, grande soddisfazione per essere stato convocato in prima squadra: Ventura, infatti, lo ha convocato per la sfortunata trasferta di Helsinki, senza però farlo giocare. Nato e cresciuto nelle giovanili del Toro (ex Capitano di Allievi e Berretti), in Primavera non è riuscito ad incidere, con Longo che lo ha sempre considerato di fatto solo un rincalzo in difesa.

Data di nascita: 
Presenze ufficiali in stagione: 12
Gol: 1
Minuti giocati: 761
Possibile Futuro: è uno dei candidati a rimanere come fuoriquota per la prossima stagione.

Il pagellone dei portieri

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy