Longo, la Supercoppa e il carattere di un gruppo vincente

Longo, la Supercoppa e il carattere di un gruppo vincente

Granata campioni / Il tecnico granata ha forgiato un una squadra che ha imparato a vincere, senza smettere di saper soffrire

3 commenti

Era il 2012 quando, dopo l’addio di Antonino Asta, la panchina della squadra Primavera venne affidata a Moreno Longo, che compiva anche il salto personale dopo essersi occupato  per tre stagioni degli Allievi Nazionali. Da quel momento, il tecnico, che nel Torino crebbe anche da giocatore, cominciò a plasmare i giocatori che gli passavano sottomano, insegnando loro a giocare e, soprattutto, a vincere.

Dal suo avvento sulla panchina granata il Toro non ha mai mancato l’appuntamento con le Final Eight di campionato, presentandosi costantemente come variabile impazzita del torneo: fu proprio la Lazio ieri sconfitta a fermare la corsa dei granata nel 2013, ma la scalata alla piramide calcistica giovanile era appena iniziata. Nel 2014 i biancocelesti, di nuovo loro, furono battuti in semifinale ai supplementari da quello che probabilmente, in termini di tecnica pura, era la squadra più forte che Longo abbia mai avuto a disposizione. Il sogno si infranse sugli scogli dei rigori, quando il sorprendente Chievo ebbe la meglio. Fu allora che si consumò il vero capolavoro dell’allenatore torinese, capace di ripartire con un gruppo profondamente rinnovato la stagione successiva e ripetere tutto il cammino, salvo cambiarne il finale, riuscendo finalmente a raggiungere quel traguardo tanto agognato: la vittoria.

longo con cairo
Longo con il presidente Cairo

Dietro lo scudetto e dietro questa Supercoppa c’è un messaggio profondo e profondamente granata: il fine ultimo di chi scende in campo per giocare a calcio deve essere quello di provare sempre e comunque a vincere, buttando alle spalle i problemi e non arretrando mai di un millimetro. Perciò questo gruppo è riuscito a conquistare questa Supercoppa, pur con l’infortunio del suo capocannoniere Debeljuh a metà partita e con un rigore sbagliato alle spalle: è soprattutto il carattere a dare forma a queste vittorie, un carattere che si impara nelle sconfitte come nei successi, il carattere di chi è convinto che vincere è importante, ma sapere come vincere lo è ancora di più. Il grande merito di Moreno Longo è quello di formare anzitutto uomini oltre che calciatori, insegnando che la vittoria può arrivare in tanti modi, non solo dominando l’avversario, ma pure soffrendo per 90′ e anche di più, andando contro all’inerzia e alle difficoltà. Se questi insegnamenti saranno interiorizzati, e la partita di ieri dice di sì, allora questi giovani calciatori avranno la mentalità giusta per approdare forse un giorno nel calcio dei grandi, magari proprio al Torino, l’obiettivo dichiarato di Cairo. Oltre la Supercoppa, trovare tanti di questi giovani ancora in granata tra qualche anno. Questa sarebbe la più grande vittoria di Longo.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …perchè ricordate…come dicevano i genianticairo…il pesce puzza sempre dalla testa…nn male come puzza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …vittoria a Bologna dopo 33 anni…
    …qualificazione EL dopo 20anni…chiusura bilancio + 1…
    …scudetto Beretti + vice-campioni D Italia Primavera 2014…
    …TORO premiato come migliore società della SerieA 2014 dall’ USSI…penso per la prima volta nella storia…
    …vittoria a milano con l’ inter dopo 27anni…
    …4 vittorie consecutive in serieA dopo 37 anni…
    …primo goal in un Derby dopo 13anni…
    …Derby vinto dopo 20anni…
    …Scudetto Primavera dopo 23 anni…
    …6 giocatori convocati in 1 anno in nazionale Italiana…nn succedeva da 30-40 anni…
    …prima vittoria nella storia a Bilbao di una squadra Italiana…
    …4 torelli in una convocazione Under21…non succedeva da 20-30anni…
    …rifiutati 18mln per un giocatore del TORO…mai successo nella storia…
    …Supercoppa Primavera…prima volta nella storia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …e vai di tassellino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy