Luca Mezzano: ‘Spero solo che l’arbitro fosse in buona fede…’

Luca Mezzano: ‘Spero solo che l’arbitro fosse in buona fede…’

Ecco le parole di Luca Mezzano, tecnico dei Giovanissimi Nazionali del Torino, dopo il pareggio per 1-1 contro la Virtus Entella, pari sul quale pesa una grave ed assurda decisione arbitrale: ‘Spiace farsi beffare in una partita…
Ecco le parole di Luca Mezzano, tecnico dei Giovanissimi Nazionali del Torino, dopo il pareggio per 1-1 contro la Virtus Entella, pari sul quale pesa una grave ed assurda decisione arbitrale: ‘Spiace farsi beffare in una partita del genere, i miei ragazzi stanno migliorando e credo di poter dire che, oltre al goal del vantaggio, meritatissimo, nella prima metà di gioco abbiamo avuto senza dubbio delle ottime occasioni: resta il rammarico di non averla chiusa prima, come ho detto ai ragazzi nell’intervallo… Una sola rete non ti dà mai tranquillità, anche se… Un errore arbitrale di questo genere pesa tantissimo’.
Proprio sull’episodio del pari ligure pesa una grave svista dell’arbitro, che ignora la bandierina alzata dal guardalinee su una palla fuori dal terreno di gioco, poi gettata nel mezzo e ribattuta in rete, episodio che Mezzano commenta così: ‘C’è solo da sperare che l’arbitro fosse in buonafede perché il suo è un errore gravissimo, lui era dall’altro lato del campo, con la visuale coperta, e non poteva fare altro che affidarsi al guardaalinee. Ammesso che non avesse notato la bandierina alzata, è stata assurda la sua decisione di convalidare la rete anche quando lo stesso guardalinee, correttamente incitato dal dirigente dell’Entella, ha ammesso che quella palla fosse già uscita. L’arbitro, in termini di regolamento, ha il potere di farlo… Ma è comunque un episodio grave, e temo che si sia fatto influenzare dalle proteste ospiti del primo tempo, quando dalla panchina ligure si è sentito ripetere, forse un po’ troppo spesso, che avrebbe fatto troppa attenzione al colore della maglia. Non è mia abitudine lamentarmi ed essere petulante, ma a volte viene da pensare che chi fa il furbo e rompe lo scatole poi ottenga qualche attenzione in più…’.
Archiviata la delusione, un occhio al futuro, che si chiama Sampdoria: ‘Domenica sarà una partita durissima, ma spero che i miei ragazzi possano trasformare la rabbia per questi due punti scippati in energia positiva e grinta per andare a vincere contro i blucerchiati. Abbiamo le qualità per farlo, siamo un gruppo in crescita… io ci credo’.

il nostro inviato al Rapid, Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy